L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
IT: Le più strane teorie dei fan su Pennywise

IT: Le più strane teorie dei fan su Pennywise

Di Andrea Suatoni

IT è uno dei romanzi più apprezzati e conosciuti del re dell’horror Stephen King: attorno ad esso si è sviluppata una vera e proprio mitologia, trainata dalla presenza, a volte velata e a volte del tutto esplicita, del terribile mostro di Derry in altre opere dell’autore. IT, spesso identificato con l’avatar del clown Pennywise (che non è che uno dei suoi molteplici aspetti), rappresenta per King l’essenza stessa del male, un essere vecchio di milioni di anni che ben si presta ad interpretazioni particolari o a riletture soggettive da parte dei fan, da anni affascinati da un personaggio che ha dato vita al celebre film tv degli anni ’90 e ad una nuova saga cinematografica di cui stiamo aspettando a breve il secondo capitolo (nelle sale italiane a partire dal 5 Settembre).

Sono moltissime quindi le teorie dei fan che si sono sviluppate negli anni, molte delle quali hanno nel tempo trovato una sorta di conferma in interviste a Stephen King o, come già accennato, in sue opere successive. Fra le teorie ancora senza reali fondamenta ma a loro modo estremamente affascinanti, sia perché rispondono a domande ancora aperte del mito di IT, sia perché… Fa sorridere fin dove possa spingersi l’inventiva dei fan, abbiamo selezionato quelle che qui riportiamo di seguito: ecco quindi le teorie più strane (ma per alcuni versi verosimili) su IT!

L’APOCALISSE MAYA

Nel romanzo originale, IT torna ad imperversare con i suoi omicidi a Derry ogni 27 anni, per poi tornare a dormire in una sorta di letargo dopo essersi “nutrito” per circa un anno. Inoltre sembra anche che ad ogni risveglio, IT sia più forte della volta precedente. Indagando sulle date precise in cui IT si è risvegliato, troviamo 1957-1958 e 1984-1985 (le date sono diverse sia rispetto al film tv che alle pellicole cinematografiche di Muschietti): se il gruppo dei Perdenti non lo avesse sconfitto, il prossimo risveglio di IT sarebbe avvenuto nel 2012.

Secondo una teoria dei fan quindi, IT avrebbe portato l’apocalisse nel mondo: risvegliatosi potentissimo nel 2012, la sua fame non si sarebbe limitata solamente a Derry, ma il mostro avrebbe imperversato ovunque. Ad avvalorare la teoria, anche il fatto che nel 1985, alla sua sconfitta definitiva, IT aveva deposto delle uova: nel 2012 il mondo si sarebbe potuto trovare a fronteggiare una nidiata di esseri simili ad esso. L’apocalisse descritta dai Maya e che sarebbe dovuta arrivare nel 2012 sarebbe quindi arrivata, nel mondo di Stephen King, proprio grazie ad IT.

IT Capitolo due

PENNYWISE IN SHINING

In molti sono pronti a giurare che Pennywise sia apparso in sordina in The Shining, un altro dei più famosi romanzi di Stephen King (reso ancor più celebre dal film con Jack Nicholson protagonista). I due romanzi sono sicuramente ambientati nello stesso universo: in pochi lo hanno notato, ma Dick Halloran, cuoco all’Overlook Hotel, fa un “cameo” in IT.
Nel 1930 infatti, durante un incendio in un club di Derry, fu proprio Dick che salvò il padre di Mike Hanlon, uno dei Perdenti, dalla morte (proprio grazie alla “luccicanza”, il potere che condivide con il piccolo Danny in The Shining).

Secondo questa teoria è proprio grazie alla luccicanza che i Perdenti sarebbero riusciti a sconfiggere IT: tutti loro ne sarebbero stati provvisti. Inoltre, dietro il “male” che infesta l’Overlook hotel si nasconderebbe proprio lui: IT, espressione del male assoluto e vero villain della storia. Jack Torrence ed Henry Bowers (quest’ultimo usato da IT nel tentativo di uccidere i Perdenti) condividono in effetti una identica spirale di follia omicida dovuta a continua visioni ed apparizioni.

IT HA USATO I PERDENTI PER RIMANERE INCINTA

Una delle scene più controverse del romanzo di Stephen King non è stata riportata in alcun adattamento di IT: chi ha letto il libro avrà già immaginato a cosa vogliamo riferirci, mentre rendiamo consapevoli tutti gli altri che King descrive, nel passato dei Perdenti, la scena di un rapporto sessuale di gruppo consumato fra i 7 ragazzini protagonisti.
All’interno della trama, King giustifica la scena come una sorta di rituale, che permette al gruppo di salvarsi ed uscire dal labirinto delle fogne in cui si nascondeva IT, ma secondo alcuni fan la verità è un’altra: sarebbe statA proprio Pennywise (IT, nell’immaginario di King, è una femmina) a manipolare le menti dei ragazzi e spingerli a compiere l’atto, usando la loro “energia sessuale” per riuscire a rimanere incinta spinta dalla paura della morte, poiché i Perdenti le avevano inferto un duro colpo.

PENNYWISE IN STRANGER THINGS

Secondo una teoria che i fratelli Duffer hanno tutt’altro che smentito, anche le vicende di Stranger Things farebbero parte del mondo di Stephen King.
Tutto nasce da un racconto di Bob, fidanzato di Joyce nella seconda stagione: Bob è originario del Maine (potenzialmente quindi potrebbe aver vissuto a Derry), e da ragazzino era terrorizzato da un clown, che in un incubo ricorrente gli offriva un palloncino. Inoltre, Bob aggiungeva che per sconfiggere il clown aveva dovuto far fronte alle proprie paure. Anche i tempi sono perfetti: essendo ambientato Stranger Things negli anni ’80, nel 1957-1958 Bob sarebbe potuto essere un bambino, terrorizzato da Pennywise a Derry.

PENNYWISE IN NELLE PIEGHE DEL TEMPO

Il villain pricipale di Nelle Pieghe del Tempo è un essere malvagio indicato solamente come “lui” nella traduzione italiana… Mentre in originale, la connotazione ufficiale è “it”. Il loro modus operandi, benché Lui al contrario di IT non ami mangiare i bambini, è molto simile: entrambi incarnano un male assoluto, e ingannano le loro prede con illusioni. Nessuno dei due ha un vero corpo, ed infatti i due si manifestano come dei mutaforma; anche i loro “poteri” sono similmente telepatici (ed entrambi temono l’amore come una forza negativa), ed infine entrambi hanno origini extraterrestri.
Secondo alcuni fan, in definitiva i due villain sarebbero semplicemente la stessa entità.

STEPHEN KING E’ BILL DENBROUGH

Infine, la teoria più fantasiosa (e forse più inquietante) di tutte: IT sarebbe un romanzo autobiografico. Nato nel 1947, nel 1957 King avrebbe avuto 10 anni, l’età “esatta” per ricadere nel novero delle vittime di IT. Secondo la teoria, nel 1984 King avrebbe ricevuto la chiamata di Mike Hanlon e avrebbe affrontato IT per la seconda volta, riuscendo a sconfiggerlo definitivamente: prima che i suoi ricordi andassero perduti di nuovo come in passato, avrebbe deciso di scrivere tutto ciò che ricordava in libro, per preparare se stesso e le generazioni a venire riguardo una possibili nuova venuta di IT. Che a conti fatti potrebbe avvenire nel 2038.
Stephen King non può avvalorare la teoria dal canto suo… Perché anche se questa avesse davvero reali fondamenta, l’autore dovrebbe essere attualmente convinto che il suo libro sia un’opera di pura finzione.

 

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Revival: Mike Flanagan descrive il film ‘cupo e cinico’ 4 Luglio 2020 - 20:00

Mike Flanagan (The Haunting) descrive il suo prossimo film, Revival, 'cupo e cinico'. Si tratta del suo terzo adattamento cinematografico di un'opera di Stephen King

Relazione pericolosa: Nia Long e Omar Epps nel trailer del thriller Netflix 4 Luglio 2020 - 19:00

Sulla falsariga di Attrazione fatale, la storia di una relazione extraconiugale che prende una piega sinistra

Willow: Ron Howard rivela che stanno già cercando le location per la serie Disney+ 4 Luglio 2020 - 18:00

Il regista di Willow ci aggiorna sullo status della serie che Disney+ sta tentando di realizzare

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.