L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Il sindaco del Rione Sanità – La recensione da Venezia 76

Il sindaco del Rione Sanità – La recensione da Venezia 76

Di Marco Triolo

Dopo aver concluso la sua trilogia sulla storia d’Italia – composta da Noi credevamo, Il giovane favoloso e Capri-RevolutionMario Martone cambia registro, pur continuando a parlare del Paese. Il sindaco del Rione Sanità, suo nuovo film presentato, come i precedenti, a Venezia, adatta con grande fedeltà il testo teatrale omonimo di Eduardo De Filippo. Ma lo sposta al presente, come già fatto nella versione teatrale dell’opera, da lui diretta nel 2017.

Al centro delle vicende troviamo Antonio Barracano (Francesco Di Leva), boss del rione Sanità di Napoli, conosciuto come “il Sindaco”. Barracano si occupa di dirimere le liti e amministrare la giustizia nel quartiere. Un giorno, il figlio di un panettiere gli fa visita per comunicargli l’intenzione di uccidere suo padre, con il quale è in pessimi rapporti. Barracano, che rivede nel ragazzo la sete di vendetta che da giovane lo rese ciò che è ora, decide di risolvere la questione a modo suo. Ma il prezzo sarà alto.

Il sindaco del Rione Sanità

Cinema e teatro

L’impianto teatrale del film è evidente: quasi tutto si svolge in interni, salvo alcune scene nei possedimenti attorno alla villa di Barracano sulle pendici del Vesuvio e una breve ma fondamentale sequenza a Napoli. Eppure la scelta di restare incollati al testo non appesantisce il film. Anche perché Martone, come ha poi spiegato in conferenza a Venezia, sceglie di infondere ai dialoghi e alle scene un ritmo “da musica rap”, aiutato in questo da un cast in stato di grazia.

Di Leva in particolare è fantastico nel ruolo di Barracano, una parte interpretata in origine dallo stesso De Filippo e, dunque, pensata per un uomo di 70 anni. Il fatto che qui sia invece interpretata da un attore giovane cambia un po’ la prospettiva su alcune svolte della storia. Ed è un elemento chiave per aggiornare il testo ai giorni nostri, in cui i boss della Camorra sono più giovani di un tempo.

Il sindaco del Rione Sanità

L’influenza di Gomorra

Per il resto, il racconto si focalizza su una rappresentazione romantica della criminalità organizzata che, oggi, è per certi versi datata. Ma forse proprio per questo, e per l’energia infusa dal cast a ogni scena, riesce a elevarsi oltre la quotidianità per farsi racconto morale e parlare del concetto di giustizia e del bisogno di pace.

Una visione diametralmente opposta a quella di Gomorra (la serie). Paradossalmente, però, Il sindaco del Rione Sanità non può fare a meno di riconoscerne l’impatto estetico ed è costretto a piegarsi alla sua influenza. Ma trova una sua voce, tra melodramma e commedia, violenza e ironia, raccontando una storia sedentaria con la forza trascinante di un thriller d’azione.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Justice League – Joss Whedon non era stato scelto da Snyder per le riprese aggiuntive 29 Ottobre 2020 - 22:51

Per la prima volta Ray Fisher spiega in dettaglio come è nata la sua battaglia contro Joss Whedon e alcuni dirigenti della Warner, colpevoli di aver creare un ambiente tossico e razzista durante le riprese aggiuntive di Justice League

Mads Mikkelsen e Armie Hammer nella spy-story The Billion Dollar Spy 29 Ottobre 2020 - 21:30

Amma Asante dirigerà il film, basato sulla storia vera di un'amicizia che contribuì a porre fine alla Guerra Fredda

Jessica Chastain contro Anne Hathaway nel remake di Doppio sospetto 29 Ottobre 2020 - 20:45

Olivier Masset-Depasse, regista dell'originale, dirigerà le due attrici nel remake americano Mother's Instinct

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).