L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Game of Thrones – Il DP Fabian Wagner chiarisce la sua difesa di The Long Night

Game of Thrones – Il DP Fabian Wagner chiarisce la sua difesa di The Long Night

Di Marlen Vazzoler

LEGGI ANCHE: Game of Thrones: puntata troppo scura. Sky ne migliora la qualità

A fine aprile il direttore della fotografia dell’episodio The Long Night di Game of Thrones, Fabian Wagner (Justice League, Overlord), aveva parlato con TMZ in merito alle scelte creative per l’illuminazione dell’episodio che come ben sappiamo ha ricevuto numerose critiche.

Il problema della compressione

La pixelation e i torbidi colori scuri sono causati, secondo il DP, dalla compressione dell’episodio effettuata da HBO che ha portato a una scarsa qualità visiva, peggiorata nelle piattaforme streaming con una scarsa connessione o in una stanza troppo illuminata.
Ha spiegato Wagner:

“[Lo show] è sempre stato molto buio e una serie molto cinematica”

e dovrebbe esser visto in un ambiente buio, come se si trattasse di un film al cinema. Dato che questa soluzione non è realistica, Fabian ha suggerito di rendere la propria stanza il più possibile buia, di non guardare oggetti o luoghi illuminati e di aggiustare le opzioni della televisione.

Inoltre ha aggiunto che gli showrunner e il regista volevano che l’episodio fosse buio, Wagner ha spiegato che le scene di battaglia erano state concepite intense, claustrofobiche e disorientanti – come nella vita vera – ma non confuse. Infine ha detto:

“Abbiamo cercato di dare agli spettatori un fantastico episodio da guardare”.

Non solo era convinto che ci fossero riusciti, ha poi aggiunto: “So che non era troppo buio perché l’ho girato io”.

Qualche giorno fa Fabian Wagner ha chiarificato i suoi commenti, che vi abbiamo riportato qui sopra, in un’intervista con ComicBook Debate:

“Ovviamente sapete cosa ho detto ai media, che sfortunatamente sono stati presi completamente fuori dal contesto. Voglio dire prima di tutto, non l’abbiamo girato troppo buio, l’abbiamo girato come non avrebbe dovuto essere. Tutto era lì. Voglio dire, ora l’ho guardato più volte su numerosi dispositivi e dato che molte cose sono successe ho sempre potuto vedere esattamente quello che dovevo vedere. Il problema più grande era probabilmente la compressione. Se lo potete vedere in blu-ray, vi renderete conto che non è così buio”.

Fonti TMZ, ComicBook Debate

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bridgerton: in arrivo uno spin-off sulla regina Charlotte 15 Maggio 2021 - 19:00

In arrivo uno spin-off di Bridgerton incentrato sul passato della regina Charlotte, interpretata da Golda Rosheuvel.

UCI Cinemas: il 20 maggio la riapertura, arriva a Roma UCI Luxe Maximo 15 Maggio 2021 - 18:00

UCI Cinemas, il più importante Circuito cinematografico presente in Italia, annuncia la riapertura per il 20 maggio.

What If…? – La serie animata della Marvel da agosto su Disney+ 15 Maggio 2021 - 17:00

Entertainment Weekly rivela che What If...?, prima serie animata dei Marvel Studios, uscirà in agosto su Disney+, ma una data precisa non è ancora disponibile.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.