L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Tredici – Netflix rimuove la scena del suicidio di Hannah Baker

Tredici – Netflix rimuove la scena del suicidio di Hannah Baker

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: Brenda Strong e Timothy Granaderos promossi a regolari nella terza stagione di Tredici

Uno studio ha recentemente collegato l’uscita della prima stagione di Tredici (il 31 marzo 2017) a un incremento del tasso di suicidi fra gli adolescenti e i pre-adolescenti americani nell’aprile dello stesso anno. L’aumento è pari al 30%. Di conseguenza, Netflix ha deciso di rimuovere la scena del suicidio di Hannah Baker dall’episodio finale della stagione.

Il colosso dello streaming ha dichiarato quanto segue:

Abbiamo sentito da molti giovani che Tredici li ha incoraggiati a iniziare una conversazione su temi difficili come la depressione e il suicidio, e a cercare aiuto – spesso per la prima volta. Mentre ci prepariamo a lanciare il trailer della terza stagione nel corso di quest’estate, siamo consapevoli del dibattito che ruota attorno allo show. Quindi, su consiglio di alcuni esperti in campo medico – inclusa la Dr.ssa Christine Moutier, chief medical officer presso la Fondazione Americana per la Prevenzione dei Suicidi – abbiamo deciso con il creatore Brian Yorkey di modificare la scena in cui Hannah si toglie la vita nella prima stagione.

Brian Yorkey ha dichiarato che l’intento di quella scena era di ritrarre “l’orribile, dolorosa realtà” del suicidio per assicurarsi che “nessuno volesse mai emularla”. Ma, dopo aver ascoltato le preoccupazioni della Dr.ssa Moutier e di altri esperti, lo stesso Yorkey ha accettato di “ri-montare” la sequenza. Il creatore della serie ha aggiunto:

Nessuna scena è più importante della vita dello show, e del suo messaggio secondo cui dobbiamo prenderci meglio cura gli uni degli altri. Crediamo che questa modifica aiuterà lo show a fare il meglio per la maggior parte delle persone, mitigando al contempo ogni rischio, soprattutto per gli spettatori più giovani e vulnerabili.

Con l’arrivo della terza stagione, possiamo immaginare che Netflix sarà ancora più cauta nel promuovere la serie. Vi terremo aggiornati.

Tredici

LEGGI ANCHE:

Netflix annuncia la terza stagione di Tredici

La recensione della seconda stagione di Tredici

La recensione della prima stagione di Tredici

La storia

Tredici (in originale 13 Reasons Why) è tratta dall’omonimo romanzo di Jay Asher. Tra i produttori figura Selena Gomez, mentre alcuni episodi sono diretti da Tom McCarthy (vincitore dell’Oscar per il Miglior Film nel 2016 con Spotlight) e da Gregg Araki (Doom Generation).

Al centro della prima stagione c’è l’enigma di Hannah Baker (Katherine Langford), un’adolescente che si toglie la vita per ragioni sconosciute. I motivi del suo gesto, però, sono tutti contenuti in tredici audiocassette che Hannah lascia in eredità alle persone ritenute responsabili della tragica scelta, suoi compagni di scuola: ognuno di essi dovrà ascoltare le tredici cassette, e poi passarle al successivo. Fra di loro c’è anche Clay Jensen (Dylan Minnette), il protagonista della storia, amico di Hannah che nutriva per lei un amore segreto. Gli showrunner sono Brian Yorkey (premio Pulitzer per il musical Next to Normal) e Diana Son (Law & Order: Criminal Intent, Southland, American Crime).

Il cast

Il cast di Tredici comprende anche Brandon Flynn (Justin), Christian Navarro (Tony), Alisha Boe (Jessica), Michelle Selene Ang (Courtney), Justin Prentice (Bryce), Devin Druid (Tyler), Miles Heizer (Alex), Ross Butler (Zach), Kate Walsh (Mrs. Baker), Derek Luke (Mr. Porter), Brian D’Arcy James (Andy Baker) e Amy Hargreaves (Mrs. Jensen). Nella seconda stagione si sono aggiunti Kelli O’Hara (Jackie, un avvocato per vittime di bullismo), Ben Lawson (Rick, allenatore di baseball del liceo Liberty High), Anne Winters (Chloe, nuovo capo delle cheerleader), Bryce Cass (Cyrus, uno studente problematico), Chelsea Alden (Mackenzie, sorella di Cyrus, dotata di un temperamento artistico), Samantha Logan (Nina, una star della corsa) e Allison Miller (Sonja, giovane e ambizioso avvocato).

Fonte: Wall Street Journal (via TV Line)

Non perdete il nostro canale ScreenWeek TV su Youtube. Inoltre, ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

SpongeBob: via libera per lo spin-off dedicato alla stella marina Patrick 4 Marzo 2021 - 20:48

Nickelodeon ha dato il via libera allo spin-off di SpongeBob SquarePants dedicato a Patrick Stella.

WandaVision – Le Teorie sul finale in vista dell’ultimo episodio 4 Marzo 2021 - 20:30

Manca ormai solo un episodio al termine di WandaVision: ecco le ultime teorie in vista del finale della serie!

Friends: le riprese della reunion partiranno tra poco più di un mese 4 Marzo 2021 - 20:15

Lo ha confermato David Schwimmer nel corso di un'intervista radiofonica

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.