L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Supernatural, il panel del Comic-Con celebra la fine della serie: ecco il nostro resoconto

Supernatural, il panel del Comic-Con celebra la fine della serie: ecco il nostro resoconto

Di Adriano Ercolani

Dopo tre giorni di stress causato da file interminabili, battaglie per i gadget, eccitazione per i nuovi trailer o gli annunci riguardanti nuovi progetti cinematografici o televisivi, il dovuto relax costituto dal panel di Supernatural della domenica mattina ha sempre significato per gli spettatori del Comic Con il perfetto epilogo: simpatia, scherzi, battute a doppio senso, una buona dose di scanzonato horror/sci-fi.

Purtroppo quest’anno non è andata esattamente così. La commozione e la malinconia per l’ultimo appuntamento col cast della serie fantastica più longeva della storia della televisione americana – quindici stagioni – hanno reso il panel qualcosa di molto più emotivo e toccante. Lo si è capito fin dall’accoglienza del montato che, per la gioia della gremita Hall H, ha riassunto le quattordici stagioni della serie andate in onda. Ricordiamo che l’ultima è prevista per il prossimo autunno.

Standing ovation per i protagonisti

Quando sul palco sono arrivati i due protagonisti Jensen Ackles e Jared Padalecki, accompagnati dalla “spalla” di lusso Misha Collins, ognuno dei presenti nella sala si è alzato in piedi per tributare loro la dovuta standing-ovation: un momento davvero degno di essere ricordato per tutti coloro che l’hanno vissuto dal vivo. I due attori che interpretano rispettivamente i fratelli Dean e Sam Winchester si sono mostrati particolarmente commossi dall’affetto del pubblico. Ackles ha dichiarato:

Sono fiero del lavoro che abbiamo fatto in tutti questi anni, ognuno di noi ha prodotto il massimo per rendere Supernatural uno show capace di intrattenere, di significare qualcosa per lo spettatore.

Padalecki ha invece voluto sottolineare il legame umano che la serie ha cementato negli anni:

Supernatural potrà anche non andare più in onda, ma l’amicizia che mi lega con Jensen, Misha e molti altri colleghi che ho avuto sul set non finirà mai. Quindici anni di momenti condivisi, alcuni tristi e milioni di gioiosi, hanno reso me e tutti gli altri persone migliori, più mature e aperte al prossimo. Questa è l’eredità umana di Supernatural. Non solo per il pubblico ma anche per chi l’ha realizzato.

L’ultima stagione

Gli showrunner e i produttori dello show hanno anche parlato brevemente della prossima stagione, a dir poco attesa: “Il tema principale della stagione sarà incentrato sul libero” ha commentato il produttore esecutivo e showrunner Andrew Dabb, “un’idea con cui Supernatural si confronta praticamente dall’inizio, che verrà portata a compimento con gli ultimi episodi, come a chiudere un cerchio. Posso promettere che il finale sarà sorprendente, e lascerà con la bocca aperta molti appassionati. Direi che il 30% del nostro pubblico ne sarà felice, mentre il 70% rimarrà invece perplesso. Altro che Game of Thrones!”

Il panel si è concluso con un lungo, commosso applauso al cast, e una marea di lacrime versate tra gli spettatori ma anche sul palco principale. Supernatural e il suo rapporto con il San Diego Comic Con non potevano concludersi in maniera più forte ed emotivamente toccante. A testimonianza che l’amore per quei personaggi e le loro storie è destinato a durare ancora molto, molto tempo…

Non perdete il nostro canale ScreenWeek TV su Youtube. Inoltre, ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Loki: chi è il personaggio che compare alla fine del secondo episodio? 16 Giugno 2021 - 12:39

Il secondo episodio di Loki, da poco disponibile su Disney+, si è concluso con un colpo di scena, che ha introdotto al pubblico la Variante di Loki alla base del caos nella Sacra Linea Temporale.

Atlas: Jennifer Lopez nel thriller sci-fi Netflix diretto da Brad Peyton 16 Giugno 2021 - 12:15

La storia di una donna in lotta per salvare l'umanità da un'intelligenza artificiale che vorrebbe sterminarla per fermare una guerra

Hellraiser – Odessa A’Zion sarà la protagonista del reboot 16 Giugno 2021 - 11:30

Pare che Odessa A’Zion (Grand Army) sia stata scritturata come protagonista del reboot di Hellraiser, diretto da David Bruckner.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.