L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
X-men: Dark Phoenix – La vera storia di Fenice Nera

X-men: Dark Phoenix – La vera storia di Fenice Nera

Di Andrea Suatoni

X-Men: Dark Phoenix è uscito nelle sale italiane lo scorso 6 Giugno, ricevendo recensioni abbastanza severe sia da parte del pubblico che della critica. L’ultima arrivata delle produzioni cinematografiche 20th Century Fox riguardo il mondo mutante si è occupata di riportare sul grande schermo, dopo il tentativo del 2006 con X-Men: The Last Stand (altrettanto poco apprezzato anch’esso), la celebre Saga di Fenice Nera, una delle saghe chiave dell’intera epopea fumettistica degli X-Men, nonché una delle più amate e affascinanti della storia dei mutanti Marvel.

Sia la prima pellicola, nella quale Jean Grey, la protagonista principale della vicenda, era interpretata da Famke Janssen, sia la seconda, che ha visto nel ruolo di una più giovane Jean Grey la star di Game of Thrones Sophie Turner, i cambiamenti rispetto al fumetto sono stati moltissimi: anziché analizzare tali differenze, in questo speciale abbiamo deciso di raccontarvi gli avvenimenti della vera Saga di Fenice Nera, dall’incontro degli X-Men con la “Forza Fenice” alla morte e resurrezione di Jean Grey!

IO SONO FENICE

La sottotrama riguardante l’entità Fenice inizia su X-Men 101 dell’Ottobre 1976; di ritorno da una missione nello spazio, delle mortali radiazioni solari minacciano la vita dell’intera squadra di mutanti, formata allora da Ciclope, Tempesta, Wolverine, Colosso, Nightcrawler, Banshee, Nightcrawler, il Professor Xavier e Jean Grey. Quest’ultima decide di sacrificarsi per salvare tutti gli altri, nella speranza che il suo potere telecinetico la tenga al riparo da tali radiazioni: messi al sicuro i propri compagni in una stanza isolata, sola nella cabina di pilotaggio riesce ad “atterrare” nella laguna di Jamaica Bay, a New York.
Con grande stupore di tutti, Jean emerge dalle acque con un nuovo costume, dei nuovi poteri ed una nuova personalità: Io sono Fenice!

La prima comparsa di Fenice

Con il passare del tempo, gli X-Men si abituano, non senza timore (soprattutto da parte della dolce metà di Jean, Scott Summers alias Ciclope), alla nuova Jean; i poteri che la ragazza dimostra sembrano sconfinati, e grazie ad essi riesce a scongiurare addirittura un’apocalisse universale.
Nello shuttle, Jean è entrata a contatto con un’entità cosmica millenaria e potentissima che ha aumentato a dismisura i suoi poteri, che ha scelto lei come ospite salvandola dalla morte: la Forza Fenice.

IL CLUB INFERNALE

Il potere di Jean diviene mira del Club Infernale, un gruppo di individui ricchi ed influenti la cui Cerchia Interna, composta interamente di mutanti, influenza nell’ombra la società politica ed economica mondiale. Attraverso una perversa manipolazione psicologica e telepatica, i mutanti Mastermind ed Emma Frost riescono a portare Jean dalla loro parte, al punto che lei stessa arriva a far catturare i suoi compagni X-Men dal Club; ma nel corso di una battaglia che vede minacciata la vita di Ciclope la vera personalità di Jean/Fenice riemerge ferocemente, spezzando ogni inibizione di Jean portando alla nascita di Fenice Nera, l’aspetto più terribile della nuova personalità della ragazza.

Alla ricerca di sé stessa ed ebbra del proprio potere, Jean arriva a disintegrare un intero pianeta civilizzato per “ricaricare” i propri poteri dopo un lungo viaggio interspaziale: così facendo, attira l’attenzione dell’Impero Shi’ar, una delle civiltà extraterrestri principali del Marvel Universe fumettistico (la cui imperatrice, Lilandra, ha per anni intessuto una relazione d’amore con il Professor Xavier); gli Shi’ar sono decisi ad eliminare quella che sembra la minaccia più grande mai apparsa nell’universo.

Il Club Infernale

LA MORTE

Di nuovo sulla Terra, durante uno scontro con fra Fenice e gli X-Men il Professor Xavier riesce a far riemergere la vera personalità di Jean, ma il gruppo viene rapito dagli Shi’ar e portato al cospetto dell’imperatrice Lilandra e di delegazioni Kree e Skrull. La sentenza emessa è la morte, ma gli X-Men scelgono di partecipare, per salvare Jean, ad un duello d’onore contro la Guardia Imperiale Shi’ar, composta di potentissimi superesseri.

Il duello si tiene nell’Area blu della Luna terrestre (luogo, nei fumetti, dove le antiche civiltà aliene degli Skrull e dei Kree iniziarono una feroce guerra), e vede gli X-Men in totale svantaggio contro i potentissimi avversari. Quando Ciclope viene quasi ucciso da uno dei nemici, Fenice Nera torna in superficie, costringendo Lilandra ad attivare un protocollo d’emergenza: spazzare via l’intero sistema solare nel tentativo di distruggere Fenice e la sua devastante forza.
All’ultimo momento però, la vera Jean riesce a prendere il sopravvento su Fenice Nera: trovata un’antica arma lunare, decide di togliersi la vita prima che la sua oscura controparte torni all’attacco.

IL VERO FINALE

La morte di Jean non era in realtà prevista fin dall’inizio della saga: Fenice al termine della storia sarebbe stata “permanentemente” depotenziata, con l’idea di far riaffiorare potenzialmente in seguito Fenice Nera. L’editor in capo Jim Shooter bocciò però l’idea dello sceneggiatore, Chris Claremont: Jean aveva compiuto un genocidio planetario, era passata al lato oscuro e doveva pagare con la vita.

LA VERA JEAN GREY

Anni dopo, il colpo di scena arriva con un crossover: sulle pagine di Fantastici Quattro 286 del Gennaio 1986, Jean Grey viene ritrovata, viva, dagli Avengers in un bozzolo in fondo alla Jamaica Bay, lasciata dalla Fenice in animazione sospesa in attesa di guarire dalle ferite”cosmiche”. Scopriamo quindi che Jean e Fenice non si sono mai unite davvero: la Forza Fenice ha sì salvato Jean nello spazio anni prima, ma ha poi deciso di sostituirsi a lei in tutto e per tutto, copiando gli schemi mentali umani di Jean e ridisegnandosi a sua immagine e somiglianza, fisica e mentale.
Sarebbero state le emozioni umane a corromperla e a trasformarla in Fenice Nera, ma sarebbero state poi ancora le emozioni umane di Jean a portarla ad uccidersi per il bene dell’umanità.

Solo molti anni più tardi la Forza Fenice venne a contatto nei fumetti con la vera Jean Grey, durante l’osannato ciclo di Grant Morrison iniziato nel 2001, nel quale la Fenice sceglie finalmente Jean come proprio avatar, dormiente (e sostanzialmente benevola) dentro il suo corpo.
Durante una missione fallita a causa della presa di potere di Magneto, per risparmiare ulteriori sofferenze alla compagna, Wolverine uccide Jean poco prima di schiantarsi con lei direttamente contro il Sole: la morte di Jean rilascia invece il potere della Fenice permettendo ai due di tornare sani e salvi sulla Terra.
L’unione fra Fenice e Jean però dura pochissimo: Magneto stesso uccide infine Jean Grey.

Dopo moltissimi anni, una versione giovanile del personaggio portato di peso dal passato nella continuity ufficiale e continui rimandi alla Fenice, Jean resuscita in una miniserie datata 2017, sempre grazie al potere della Fenice, ma (pare) affrancandosi infine da essa.

GLI ALTRI AVATAR DELLA FENICE

Oltre a Jean, la Forza Fenice nei fumetti ha avuto molti altri avatar, spesso a lei legati da un legame di sangue: da Rachel Grey, figlia (proveniente da un futuro alternativo) di Jean e Scott, a Cable, figlio di Scott e di un clone di Jean (Madelyne Prior). Anche lo stesso Scott Summers è stato brevemente avatar della Forza Fenice (arrivando ad uccidere il suo mentore Xavier sotto la sua influenza), dopo aver condiviso un frammento della sua potenza con i compagni X-Men Emma Frost, Colosso, Namor e Magik (Illyana Rasputin, sorella di Colosso ed una delle protagoniste del film New Mutants in arrivo nel 2020).
Infine, citiamo fra gli ospiti della Fenice anche Hope Summers, mutante di incredibile potenza capace di “riprodurre” i poteri di qualsiasi altro mutante le sia vicino figlia adottiva di Cable), e le Naiadi di Stepford, un gruppo di 3 (5 prima della morte di due di loro) gemelle che condividono una mente telepatica e si sono rivelate essere cloni di Emma Frost.

I “Cinque della Fenice”

Non perdete il nostro canale ScreenWeek TV su Youtube. Inoltre, ScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Thor: Love and Thunder – Anche Matt Damon nel cast? 18 Gennaio 2021 - 9:48

Pare che Matt Damon sia atterrato a Sydney per girare Thor: Love and Thunder, dopo il suo divertente cameo in Thor: Ragnarok.

Justice League sarà un film di 4 ore, non una miniserie? La risposta di Zack Snyder spiazza i fan 18 Gennaio 2021 - 8:47

La risposta di Zack Snyder a un fan sembra indicare che Justice League sarà un film di 4 ore, non una miniserie, ma potrebbe esserci un fraintendimento alla base di tutto.

Box Office Usa: The Marksman con Liam Neeson debutta al primo posto 17 Gennaio 2021 - 21:23

The Marksman, il film con Liam Neeson, debutta al primo posto al box office americano, seguito da I Croods 2: Una nuova era e da Wonder Woman 1984

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.