L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Vladimir Luxuria dirigerà il Lovers Film Festival 2020

Vladimir Luxuria dirigerà il Lovers Film Festival 2020

Di Marco Triolo

Vladimir Luxuria è la nuova direttrice del Lovers Film Festival. Lo conferma in un comunicato il Museo Nazionale del Cinema di Torino. Il primo festival cinematografico dedicato ai film LGBTQI+ festeggerà il prossimo anno i 35 anni dalla fondazione.

LA DICHIARAZIONE DI VLADIMIR LUXURIA

Lavorerò con entusiasmo e senso di responsabilità per un Festival che, grazie al linguaggio del cinema, riesca ad aprire le menti e a riscaldare i cuori. Accolgo con gioia la fiducia che è stata riposta in me e mi adopererò con tutte le mie forze affinché ovunque ci sia il buio dell’ignoranza e del pregiudizio possa accendersi un fascio di luce che proietti emozioni e conoscenza.

LA RISPOSTA DI SERGIO TOFFETTI, PRESIDENTE DEL MUSEO DEL CINEMA

Lavorare con Vladimir Luxuria consentirà al festival di potenziare la creatività della proposta e la visibilità dei programmi, per dialogare in modo più diretto non solo con la comunità LGBTQI+, ma con un pubblico sempre più ampio.

“Il Museo”, si legge ancora nel comunicato, “ringrazia la commissione di selezione, composta da Giaime Alonge, Alessandro Battaglia, Ricke Merighi, Roberto Piana e Bruna Ponti, che ha dato un contributo decisivo nella proposta di una ‘short list’, consentendo di arrivare alla scelta di Luxuria”.

L’appuntamento con la prossima edizione del Lovers Film Festival è fissato per la primavera 2020. Il festival, fondato nel 1986, è il più antico sul tema in Europa, e il terzo nel mondo. La scelta di Luxuria come direttrice è comprensibile. L’attrice, cantante, scrittrice, attivista, personalità televisiva ed ex politica è stata la prima persona transgender a essere eletta al parlamento di uno stato europeo.

Non perdere il nostro canale ScreenWeek TV su YouTube. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

One Piece: STAMPEDE – Il Film | Tutto quello che bisogna sapere 23 Ottobre 2019 - 19:36

Domani One Piece: STAMPEDE – Il Film arriverà ufficialmente nelle sale italiane: ecco tutto ciò che dovremmo sapere prima della visione!

Scarlett Johansson non ha dubbi sulla sorte di Natasha dopo Endgame 23 Ottobre 2019 - 19:15

Nonostante alcuni fan cerchino di convincerla che Natasha Romanoff sia ancora viva in una dimensione parallela, Scarlett Johansson non ha dubbi sulla sorte finale dell'eroina.

Jeph Loeb, capo di Marvel Television, lascia la compagnia 23 Ottobre 2019 - 18:30

Il futuro dell'universo televisivo Marvel potrebbe essere ora in mano a Kevin Feige

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – UFO 23 Ottobre 2019 - 12:00

UFO, la storia di come il papà dei Thunderbirds ha immaginato un futuro pieno di parrucche viola.

Galline in Fuga 2: il sequel del film Aardman sta per diventare realtà! 22 Ottobre 2019 - 15:30

Galline in Fuga 2, sequel del film animato in stop-motion del 2000, è entrato ufficialmente in fase di post-produzione! La Aardman riuscirà a riportare in auge il brand, oppure si tratta di un tentativo fuori tempo massimo?

7 cose che forse non sapevate su Hello Sandybell! 22 Ottobre 2019 - 10:00

La cugina giapposcozzese di Pippi Calzelunghe, Lost in Translation e gli schiaffi da censura. Sette curiosità su Hello Sandybell.