L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Euphoria, la serie con Zendaya che aveva già fatto scandalo prima di andare in onda

Euphoria, la serie con Zendaya che aveva già fatto scandalo prima di andare in onda

Di Filippo Magnifico

Ieri sera ha fatto il suo debutto su HBO Euphoria. E lo ha fatto con la consapevolezza di essere già la serie più scandalosa del momento. Era proprio stata definita prima ancora della sua messa in onda, ma perché?

Prima di tutto per gli argomenti trattati. Euphoria è la prima incursione di HBO nel genere teen drama, e per l’occasione l’emittente televisiva statunitense ha deciso di premere il pedale dell’acceleratore su tematiche come droga, sesso, traumi e social media, lasciando pochissimo spazio all’immaginazione.

Il Cast, da Zendaya alla modella transgender Hunter Schafer

Il cast di Euphoria è guidato da Zendaya, conosciuta per il ruolo di MJ negli Spider-Man del Marvel Cinematic Universe. Con lei altre giovani star come Maude Apatow (Girls), Sydney Sweeney (Sharp Objects), Jacob Elordi (The Kissing Booth) e Hunter Schafer, giovane attrice transgender qui al suo debutto nel mondo della recitazione.

Zendaya

Tratta da una serie israeliana

Il creatore della serie Sam Levinson (Assassination Nation) si è ispirato a uno show israeliano, trasmesso dal 2012 al 2013 e incentrato, appunto, sulle avventure di un gruppo di teenager negli anni ’90, raccontate in maniera particolarmente esplicita. Uno spunto decisamente interessante, che in questo caso si è deciso di rendere contemporaneo. Levinson ha sceneggiato tutte le puntate, ed è produttore esecutivo insieme al rapper Drake.

Euphoria

Lo scandalo come metafora della contemporaneità

Prima del debutto, Sam Levinson era stato chiaro:

Ci saranno genitori che impazziranno letteralmente dopo averla vista.

E a dargli manforte ci aveva pensato l’ex capo di HBO Richard Pleper, che aveva dichiarato che Euphoria avrebbe letteralmente fatto impallidire produzioni come la serie Netflix Tredici (13 Reasons Why), sempre incentrata su tematiche particolarmente delicate riguardanti gli adolescenti.

Uno degli obiettivi principali di questa produzione era quello di rappresentare i teenager odierni come non era mai stato fatto prima, sia nel bene che nel male, pur rimanendo profondamente ancorati alla realtà. Questo, come abbiamo già detto, vuol dire scene di sesso particolarmente esplicite, con l’aggiunta di droga, sesso e violenza.

L’Hollywood Reporter ha provato a rendere l’idea offrendoci una serie di numeri: nell’episodio pilota ci sono ben trenta peni mostrati integralmente (che diventano ottanta nel secondo episodio) più una scena di stupro particolarmente cruda.

Euphoria

Nessuna pressione sugli attori

A quanto pare durante la lavorazione Sam Levinson ha lasciato la massima libertà di scelta ai protagonisti della serie. Hanno deciso loro se girare o meno le scene di nudo e in loro soccorso è stata chiamata Amanda Blumenthal, coach di intimità che ha aiutato gli attori a sentirsi totalmente a loro agio durante le riprese delle scene più scabrose.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Julia Butters da C’era una volta a Hollywood al biopic di Spielberg 16 Giugno 2021 - 10:30

L'attrice, attualmente impegnata sul set di The Gray Man dei fratelli Russo, sarà la sorella del protagonista, ispirato a Steven Spielberg

Morbius farà parte del MCU? Secondo Tyrese Gibson sì, ma la Sony smentisce 16 Giugno 2021 - 10:09

Nelle ultime ore Morbius, il cinecomic con Jared Leto basato sull’omonimo vampiro della Marvel, è tornato alla ribalta.

Bullet Train – Sony fissa l’uscita americana per aprile 2022 16 Giugno 2021 - 9:45

Bullet Train, l'atteso action di David Leitch con Brad Pitt e altre star, uscirà l'8 aprile 2022 nelle sale americane, stesso giorno di Sonic 2 e The Northman.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.