L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Box Office – Vittoria schiacciante per La città incantata contro Toy Story 4?

Box Office – Vittoria schiacciante per La città incantata contro Toy Story 4?

Di Marlen Vazzoler

Un’interessante scontro si sta tenendo al box office cinese questa settimana, tra la pellicola in 3D Toy Story 4 della Disney/Pixar e il film disegnato a mano La città incantata (2001) dello studio Ghibli.

Inizialmente le due pellicole erano partite testa a testa, ma per la metà del pomeriggio a Beijing i dati erano decisamente a favore della pellicola giapponese. Alle 2p.m. Spirited Away aveva incassato 4.7 milioni $ contro gli 1.5 milioni di Toy Story 4. Un sorpasso del film americano sembra difficile a questo punto, visto il maggior aumento del numero di schermi della pellicola giapponese, per rispondere alla domanda degli spettatori.

Dopo decadi di pirateria, l’uscita nelle sale

In passato i film giapponesi hanno avuto problemi nell’accedere nel mercato cinese, a causa delle tensioni politiche tra Tokyo e Beijing, ma un recente disgelo nelle relazioni diplomatiche ha permesso allo studio Ghibli di distribuire per la prima volta le sue pellicole in Cina.
Nel frattempo decenni di pirateria hanno contribuito a costruire una solida fan base.

Lo scorso dicembre erano state testate le acque con Il mio vicino Totoro (1993) che ha incassato 25.8 milioni $. Questo dato ha incoraggiato lo studio Ghibli a ridistribuire La città incantata in collaborazione con il distributore China Film Group.

La prima volta di Toy Story

Nessuno dei precedenti Toy Story è stato distribuito nelle sale cinesi. Tra il 1994 e il 1999, quando sono usciti i 2 film, il territorio cinese non aveva alcun appeal economico. Quando nel 2010 è uscito Toy Story 3, il box office cinese stava cominciando a crescere e stava diventando un mercato chiave nella distribuzione globale.
Se Toy Story 4 avrà un buon risultato in Cina, la Disney potrebbe considerare una ridistribuzione.

Le previsioni per il mercato americano prevedono un debutto tra i 150-200 milioni di $, nel frattempo giovedì sera la pellicola ha incassato 12 milioni $, la seconda miglior anteprima per un lungometraggio animato dopo Gli Incredibili 2 (18.5 milioni $).

Fonti THR, Deadline

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Annette: il trailer del musical di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard 4 Agosto 2021 - 20:45

Il film uscirà in USA su Amazon Prime Video, mentre arriverà in Italia al cinema da I Wonder Pictures, Koch Media e Wise Pictures il 20 agosto

Wednesday: Eva Green sarà Morticia Addams nella serie Netflix di Tim Burton? 4 Agosto 2021 - 20:00

La serie su Mercoledì de La famiglia Addams sarà anche interpretata da Jenna Ortega

Box Office Giappone: Belle rimane in testa per il terzo fine settimana consecutivo 4 Agosto 2021 - 19:24

Belle rimane al primo posto al box office giapponese per il terzo fine settimana consecutivo, seguito da Crayon Shin-chan Movie 29 e Tokyo Revengers il live-action giapponese ad aver raggiunto più velocemente i 2 milioni di spettatori nel 2021. Mobile Suit Gundam: Flash's Hathaway ha superato la soglia dei ¥2 miliardi

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.