L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Watchmen: tutti gli indizi del trailer della serie HBO

Watchmen: tutti gli indizi del trailer della serie HBO

Di Matioski

Dopo mesi di silenzio, finalmente la serie su Watchmen targata HBO si è mostrata al grande pubblico, con un teaser trailer ricco di immagini interessanti. Comincia dunque il gioco delle speculazioni, alla ricerca di indizi che possano permetterci di risalire al soggetto dell’opera.

Chi si aspetta una nuova trasposizione della graphic novel di Alan Moore e Dave Gibbons, può già mettersi il cuore in pace. La HBO ha deciso di non cadere nello stesso “errore” compiuto da Zack Snyder ben 10 anni fa, ovvero il tentativo di adattare per un altro media un’opera legata in modo intrinseco alla sua dimensione fumettistica.

Il Watchmen televisivo, sotto la supervisione di Damon Lindelof (già showrunner di Lost e The Leftovers), sembra prefigurarsi come un sequel delle vicende che videro come protagonisti Rorschach e compari. Lo stesso Lindelof, in tempi non sospetti, dichiarò la serie che avrebbe raccontato una storia del tutto nuova, ma comunque ambientata nello stesso mondo del fumetto.

A proposito di fumetti, è curioso notare come in questi mesi la DC Comics stia pubblicando proprio un sequel di Watchmen, intitolato Doomsday Clock, che vede interagire i personaggi di Alan Moore con Batman, Superman e altri componenti della Justice League. Niente a ché spartire con ciò che vedremo sul piccolo schermo.

Analisi del trailer

Ozymandias è vivo o morto?

Ozymandias, l’artefice del piano che portò alla devastazione di New York, è qui interpretato da Jeremy Irons. Un attore di grande prestigio, che potrà sicuramente sbizzarrirsi nell’interpretazione di un carattere così complesso. Eppure, le candeline soffiate da Irons sono decisamente troppe rispetto all’età anagrafica del personaggio nel Watchmen di Alan Moore.

La graphic novel era ambientata all’interno di un’ucronia, un 1985 alternativo e divergente dalla nostra realtà a causa di un dettaglio di grande importanza: l’esistenza del Dottor Manhattan. Era proprio il supereroe a permettere agli Stati Uniti di vincere la guerra in Vietnam, dando via a un’escalation di tensione internazionale.

La serie TV della HBO, invece, sembra svolgersi ai giorni nostri. “Giorni nostri” alternativi, ovviamente. E’ vero, non è stata ancora mostrata in modo lapalissiano la presenza di tecnologia a noi contemporanea, ma d’altra parte nulla lascia intendere che la vicenda si svolga subito dopo la conclusione del fumetto. Anzi, sono numerosi i dettagli che lasciano supporre che sia passato molto tempo. Tra i quali, appunto, l’età di Ozymandias, anche conosciuto come Adrian Veidt.

Il mistero che circonda la figura di Adrian Veidt è, peraltro, ancora più ampio. Tra le immagini del set rilasciate l’anno scorso, infatti, campeggia un articolo di giornale che reca la scritta “Veidt Officially Declared Dead”. Il personaggio di Jeremy Irons, dunque, potrebbe morire nei primi episodi della serie? Difficile che la produzione si sia lasciata sfuggire un dettaglio così grosso. Più probabile che Ozymandias possa avere inscenato la sua morte per proseguire la sua deviata salvaguardia del mondo in gran segreto, al riparo da occhi indiscreti.

Anche perché il mondo mostrato nel trailer sembra una polveriera pronta ad esplodere. L’orologio dell’Apocalisse, che misura il pericolo di un’ipotetica fine dell’umanità, ha ricominciato a ticchettare. La causa scatenante? All’apparenza, il diario di Rorschach.

I nuovi Rorschach

Al termine della graphic novel, Rorschach riusciva a spedire il suo diario alla redazione di un quotidiano. Le pagine scritte dal vigilante delineavano la verità sulla strage di New York. Una verità, forse, tenuta sotto silenzio. D’altronde, al termine della graphic novel il piano di Ozymandias era stato coronato dal successo. Le tensioni tra Stati Uniti e Unione Sovietica si erano placate. E allora, perché mandare a monte tutto?

Forse perché la verità vale più di qualsiasi altra cosa, e va accettata senza compromessi. Potrebbe essere questa la linea di condotta della setta mostrata nel trailer. Una setta composta da membri che si nascondono dietro a maschere ispirate proprio a quella di Rorschach, e pronti a passare all’azione violenta contro le autorità bugiarde e corrotte.

Curioso notare come anche i poliziotti di Tulsa, Oklahoma (questa la location dichiarata della serie), indossino maschere gialle a protezione della loro identità, come un team di super-eroi legalizzati e uniformati.

In conclusione

Difficile stabilire, per ora, il ruolo dei vigilantes mascherati intravisti fugacemente, e se la palese citazione a I Racconti del Vascello Nero, altro punto-cardine della mitologia di Watchmen, sia soltanto una chicca per i fan oppure qualcosa di più.

Per ora, lo scontro tra poliziotti mascherati e terroristi incappucciati in un contesto geopolitico ancora da svelare, con un Ozymandias nelle tenebre che osserva e cospira, è già abbastanza per titillare la curiosità degli appassionati. Restiamo in paziente attesa di futuri trailer più esplicativi, e che possano attirare l’attenzione anche del pubblico meno avvezzo alle dinamiche della graphic novel originale.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Attack on Titan – La stagione 4 su Prime Video e VVVVID dall’8 dicembre, in simuldub dal 19 27 Novembre 2020 - 0:07

Attack on Titan The Final Season dall'8 dicembre in simulcast e dal 19 in simuldub (doppiata in italiano) su Prime Video e VVVVID. I produttori spiegano perché hanno cambiato lo studio, le foto delle statue erette nella città natale dell'autore del manga Hajime Isayama. Prime immagini del MAPPA Showcase exhibition. Goblin Slayer, Made in Abyss, Sword Art Online: Alicization - War of Underworld doppiate in italiano da gennaio su Prime Video e VVVVID.

Warner Bros. porterà Wonder Woman, The Suicide Squad e Tom & Jerry al CCXP 26 Novembre 2020 - 21:30

Anche la Comic Con Experience di San Paolo (Brasile) quest’anno si terrà in maniera virtuale a causa della pandemia di Covid-19. Warner Bros. porterà Wonder Woman 1984, The Suicide Squad e Tom & Jerry.

Virgin River torna su Netflix con la Stagione 2 26 Novembre 2020 - 20:45

Virgin River, la serie televisiva statunitense creata da Sue Tenney e ispirata all’omonima serie di romanzi rosa della scrittrice Robyn Carr, torna su Netflix con la seconda stagione.

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?