L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Tolkien – La recensione del film ispirato alla vita del creatore del Signore degli Anelli

Tolkien – La recensione del film ispirato alla vita del creatore del Signore degli Anelli

Di Adriano Ercolani

Portare al cinema la vita di John Ronald Reuel Tolkien, autore de Lo Hobbit e de Il Signore degli anelli, è stata un’impresa per decenni preclusa a numerosi cineasti. La sfida che probabilmente è sembrata proibitiva a coloro che hanno pensato di tentare è stata quella di raccontare come gli eventi della vita provata dello scrittore hanno dato forma all’universo fantastico, ai personaggi e agli eventi raccontati nei suoi capolavori letterari.

La drammatica giovinezza di Tolkien

Dome Karukoski è finalmente riuscito nell’impresa, mettendo in immagini la drammatica giovinezza del personaggio fino al giorno in cui ha iniziato a scrivere appunto Lo Hobbit. Il suo film risente soprattutto nella prima parte di uno squilibrio che a conti fatti era impossibile evitare: l’impatto sull’immaginario che l’opera di Tolkien possiede sul pubblico è enormemente più potente delle vicende personali dell’uomo stesso. Ecco così che la prima parte del film, pur mettendo in scena la vita di certo non fortunata di Tolkien – rimasto orfano in giovanissima età – tutto sommato risulta accademica. Il lungometraggio all’inizio non si discosta più di tanto dalla ricostruzione calligrafica di molti period-movie di produzione britannica, ricercatissimi nella messa in scena (impeccabili scenografie e costumi) ma tutto sommato “freddi” nella loro eleganza estetica. La prima parte di Tolkien è infatti sorretta maggiormente da un montaggio intelligente che da vero pathos per le sorti del protagonista.

Un turbine emozionale a tratti sinceramente coinvolgente

Poi però arriva l’orrore della Prima Guerra Mondiale, che Toklien visse sulla propria pelle e su quella di amici carissimi purtroppo più sfortunati di lui. Ed ecco allora che immerso nella follia e nel dolore del conflitto l’uomo inizia a scorgere le ombre terrificanti che abbiamo imparato ad amare nei suoi scritti. E dove ci sono entità malefiche ci sono allora anche eroi proni a sfidarle. È in questo momento che il biopic di Karukoski esplode in tutta la sua potenza evocativa, anche perché il regista si dimostra molto accurato nel suggerire invece di esplicitare, lasciando che sia l’emozione a riempire lo spazio lasciato sapientemente a disposizione dall’immagine. La seconda parte di Tolkien in questo modo prende vita, immergendo lo spettatore in un turbine emozionale a tratti sinceramente coinvolgente. Alla riuscita del film contribuisce anche lo stile di recitazione pacato di un Nicholas Hoult piuttosto in parte, mentre non si può dire lo stesso di una Lily Collins quasi mai capace di rivelarsi efficace.

Bisogna avere pazienza con Tolkien, aspettare fiduciosi che il legame tra la biografia e la sua trasposizione nella straordinaria opera letteraria si saldi dentro lo sviluppo della storia del film. Quando questo succede il lavoro di Karukoski garantisce al pubblico spettacolo e sentimenti al calor bianco. E John Ronald Reuel Tolkien si trasforma nel mito alla base di quel mondo mitico che lui stesso ha creato.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Disney+: La Top 10 dei Migliori Contenuti Originali 29 Novembre 2020 - 20:00

Siete utenti Disney+ o state pensando di diventarlo? Ecco alcuni dei migliori contenuti originali presenti sulla piattaforma!

Box Office: I Croods 2 primo negli USA e in Cina 29 Novembre 2020 - 19:51

I Croods 2 – Una Nuova Era al primo posto al box office cinese e americano, con un totale di $35 milioni. Tenet supera i $300 milioni al box office internazionale, Demon Slayer ottiene il secondo incasso di sempre in Giappone

A Johnny Depp è stato negato l’appello contro il Sun 29 Novembre 2020 - 18:00

A Johnny Depp è stato negato l'appello in merito alla sentenza della causa di diffamazione contro il Sun. In UK il suo spot di Dior riceve critiche dal pubblico e sostegno dai fan, mentre la petizione contro la Heard riceve firme dopo il casting di Mikkelsen in Animali Fantastici 3

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.