L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Streghe

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Streghe

Di DocManhattan

Tre ragazze bellissime, tre sorelle furbissime. Ma non erano le ladre di Occhi di Gatto, e poi sono diventate a un certo punto quattro. La storia di Streghe / Charmed, serie nata per occupare lo slot del sovrannaturale e cercare di bissare il successo di… una serie super-puritana su un prete e la sua famiglia?

Siamo nel 1998. Le prime due stagioni di Settimo cielo (7th Heaven), storia di un pastore protestante, sua moglie e i loro sette figli, vanno alla grande su The WB, il nuovo canale televisivo della Warner. La major chiede allora alla Spelling Television, la società di produzione di Aaron Spelling che aveva sfornato negli anni Love Boat, Beverly Hills 90210, Melrose Place e decine di altre serie, di inventarsi un nuovo show che sappia rivaleggiare in ascolti con Settimo cielo, per qualche ragione la serie più vista dalla nascita del canale. Spelling e i suoi decidono di puntare sulla magia e studiano vari film dallo spirito simile a quello che Aaron aveva in mente, in particolare Giovani streghe (The Craft), un film del ’96 con Neve Campbell, e un’altra pellicola a base di streghe, Amori & incantesimi (Practical Magic), con Sandra Bullock e Nicole Kidman.

A dar forma al progetto viene chiamata Constance M. Burge, in seguito sceneggiatrice di Giudice Amy e Ally McBeal, ai tempi sotto contratto con la banda di Spelling, per la quale aveva creato la soap Savannah nel ’96. La Burge non è convinta del tema e teme di incartarsi in una serie di stereotipi a base di gatti neri e scope volanti. Cambia idea solo dopo aver approfondito la faccenda del wiccanesimo: pensa allora a tre streghe ventenni coinquiline che vivono a Boston, adagiandosi sulla trama di fondo proprio di Giovani Streghe. Il produttore esecutivo E. Duke Vincent, a lungo collega e braccio destro di Spelling, vuole però una serie che punti maggiormente ai valori della famiglia e conia quello che sarebbe diventato il leitmotiv di Streghe: tre sorelle che sono anche delle streghe, e non il contrario.  Nascono così le Halliwell, sorelle streghe di San Francisco e non più di Boston, e l’idea piace ai vertici WB. C’è solo da cambiarle il titolo.

Quello proposto da Spelling, “House of Sisters”, viene infatti scartato e la serie è ribattezzata Charmed. Le tre sorelle che avrebbero interpretato la prima versione dell’episodio pilota, mai trasmesso, sono Shannen Doherty, quattro anni dopo l’abbandono della Beverly Hills di Spelling, nei panni della sorella maggiore Prue Halliwell, Holly Marie Combs de La famiglia Brock in quelli di Piper Halliwell e infine Lori Rom nei panni della piccola Phoebe. La Rom molla però la serie per motivi personali e si devono quindi rigirare tutte le scene in cui appariva il suo personaggio. Spelling ordina un nuovo episodio pilota con la nuova Phoebe, Alyssa Milano, reduce dalla sitcom Casalingo Superpiù (Who’s the Boss) e soprattutto da Melrose Place.

Il primo episodio di Charmed va in onda su The WB il 7 ottobre del 1998. Gli ascolti sono talmente alti (7,7 milioni di spettatori) da convincere il network a ordinare una stagione intera di 22 puntate dopo la messa in onda dei primi due episodi. La prima stagione si chiude con punte di oltre 5 milioni di spettatori: la macchina di quella vecchia volpe di Spelling è lanciata, pronta a sbarcare anche all’estero. In Italia arriva con il titolo di Streghe, su Rai 2, l’anno dopo, nel dicembre del 1999.

L’avventura televisiva di Streghe, accompagnata dalla sigla How Soon Is Now? – una cover dei Love Spit Love di un brano degli Smiths, già usata per la colonna sonora del film Giovani Streghe. E come ti sbagli – dura 8 stagioni e 176 episodi. Streghe resta a lungo uno dei programmi di punta di The WB (chiuso nel 2006 e soppiantato sostanzialmente da The CW) e quello con il pilot di maggior successo, almeno fino all’arrivo di Smallville. È stata anche a lungo la serie da un’ora con un cast al femminile più longeva della televisione USA… fino a quando Desperate Housewives non si è appropriata di quel record, nel 2012. Per sole due puntate in più.

Alla fine della terza stagione di programmazione arriva l’inevitabile casino piantato dalla Doherty. Shannen va via e il suo personaggio, Prue, viene ucciso dall’assassino demoniaco Shax (Michael Bailey Smith). Vengono sondati vari nomi per rimpiazzarla, e alla fine la scelta cade su Rose McGowan, che dall’inizio della quarta serie diventa la sorellastra a lungo perduta delle Halliwell, Paige Matthews. Al di là degli ascolti, comunque chiusi in crescendo con l’ottava stagione, Streghe diventa un fenomeno pop, omaggiato e copiato ovunque (The Secret Circle, Hex, Eastwick…), e apprezzato anche da chi alla wicca crede davvero.

Nel 2002, dopo il successo del doppio episodio che ha dato inizio alla quinta stagione, “Una sirena di nome Phoebe”, il produttore Brad Kern propone uno spin-off di Streghe dedicato alle sirene e intitolato appunto Mermaid. Una versione subacquea di Charmed di cui viene girato un pilota, interpretato dall’australiana Nathalie Kelley, non ancora alle prese con le sgommate di The Fast and the Furious: Tokyo Drift. Ma non se ne fa nulla. Nel 2013 la CBS mette in cantiere un reboot di Streghe, ma è troppo presto, come sottolineato anche dalle protagoniste dell’originale, che non tardano a riversare sui social il loro malcontento per la cosa. Rose McGowan scrive in un tweet che “a Hollywood stanno davvero raschiando il fondo del barile”, Alyssa Milano che la loro serie sembrava fosse finita giusto il giorno prima.

Il progetto reboot è stato riesumato e condotto in porto solo l’ottobre scorso, con lo Charmed di The CW: storia delle sorelle Mel (Melonie Diaz) e Maggie Vera (Sarah Jeffery), che dopo la scomparsa della madre scoprono di avere una sorellastra, Macy Vaughn (Madeleine Mantock). Alla prima stagione, che da noi verrà trasmessa su Rai 2 a partire da luglio, ne farà seguito una seconda. E il cast originale? Holly Marie Combs non l’ha presa bene, perché alla fine CW è di fatto lo stesso network che nel 2006 non ha rinnovato la serie, e perché nessuno ha chiesto il loro parere sulla vicenda. Ha inoltre accusato i produttori, tra le altre cose, di voler sfruttare il nome di Charmed, costruito grazie al lavoro delle interpreti originali. Nulla da dire, ma la faccenda dello sfruttare un vecchio marchio è quello di cui, in larga misura, campa oggi Hollywood, appunto.

Rose McGowan ha mandato invece su Twitter il suo in bocca al lupo alle nuove protagoniste e Shannen Doherty si è detta felice di aver ispirato una nuova generazione. Nessuno ha avuto il coraggio di farle presente che il nuovo Charmed parla di due sorelle e una sorellastra. Come il vecchio Charmed nelle cinque stagioni senza di lei.

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI THE  DOC(MANHATTAN) IS IN

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TVScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Amanda Seyfried e Lily Collins in Mank, il dramma in bianco e nero di David Fincher 15 Ottobre 2019 - 22:59

Charles Dance, Amanda Seyfried e Lily Collins nel cast di Mank, la pellicola biografica in bianco e nero diretta da David Fincher

Grease: la serie spin-off ordinata da HBO Max 15 Ottobre 2019 - 21:35

Il mondo di Grease tornerà in uno spin-off incentrato sugli studenti della Rydell High

Il principe Eric canterà in The Little Mermaid Live! 15 Ottobre 2019 - 21:26

Il nuovo dietro le quinte di The Little Mermaid Live!, che verrà trasmesso a novembre, rivela che anche il principe Eric canterà

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.

StreamWeek: le ultime miglia di Jesse Pinkman in El Camino 14 Ottobre 2019 - 13:07

El Camino, The Front Runner, Bohemian Rhapsody, Shazam e molto altro nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.

Mortal Kombat, il film (FantaDoc) 10 Ottobre 2019 - 13:45

Quella volta in cui Mortal Kombat ha stracciato Street Fighter grazie alla generosità di Christopher Lambert...