L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Rocketman presentato a Cannes 72, la nostra recensione

Rocketman presentato a Cannes 72, la nostra recensione

Di Andrea D'Addio

Un film su una persona ancora in vita è sempre rischioso. Soprattutto se è anche tra i produttori della pellicola. Rocketman, da questo punto di vista, è un film quanto mai ambizioso: come raccontare in maniera (almeno apparentemente) onesta cadute, contraddizioni e il presente di un artista facendo in modo che a fine film si abbia ancora più voglia di sentire le sue canzoni? La scelta di Lee Hall, sceneggiatore, Dexter Fletcher, regista e probabilmente dello stesso John, è di soffermarsi soprattutto sulla prima fase della carriera di “Rocketman” (Uomo razzo), quella che lo ha messo davanti alle difficoltà di gestire il successo, l’omosessualità e le dipendenze da droghe e alcol, lasciando ad una serie di didascalie sui titoli di coda il riassunto di ciò di significativo è accaduto dagli anni ‘80 in poi.

una grandiosa messa in scena, degna dei migliori musical

Il film supplisce a questa assenza di informazioni forse attese con una grandiosa messa in scena fatta di costumi, coreografie e raccordi narrativi musicali degni dei migliori musical. Seppur a volte si abbia la sensazione che alcune canzoni entrino in maniera innaturale nella narrazione (come nel caso di Tiny Dancer), come se ci si trovasse ad un concerto con la playlist scelta del pubblico, in altre occasioni il testo dei capolavori di John sembra essere nato per raccontare un pezzo della sua vita. Se il termine di paragone naturale è Bohemian Rhapsody, visti temi, protagonisti, regista (Fletcher che ha raccolto il testimone di Synger nella pellicola su Mercury) e vicinanza delle date di uscita, si può dire che se il film su Mercury racconta in crescendo il rapporto tra sofferenza, dedizione e talento, qui il talento ci viene subito sbattuto in faccia e ci si aspetta solo la caduta e la già conosciuta ripresa. Se per Fletcher è un’ottima scusa per dare libero sfogo alla sua fantasia: soprattutto la prima parte del film è un vero tripudio di immagini e creatività, per Edgerton è l’occasione per dimostrare la sua eccezionale bravura: al di là del canto, gli bastano poche scene di veri dialoghi per dare spessore al suo personaggio e lasciare che ci accompagni fino alla fine facendo il tifo per lui. Il risultato è una pellicola che forse non poteva essere realizzata meglio di così, ma nonostante questo lascia un pochino di amaro in bocca.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office: Il Giorno Sbagliato si aggiudica il weekend in Italia, Tenet primo in USA 28 Settembre 2020 - 9:58

Il giorno sbagliato, il film di Derrick Borte con protagonista Russell Crowe, si aggiudica il weekend, mentre Tenet continua a dimostrarsi il favorito del pubblico americano.

The Falcon and the Winter Soldier – Batroc ed Erin Kellyman nella nuova foto 28 Settembre 2020 - 8:45

Una foto dal set di The Falcon and the Winter Soldier mostra per la prima volta il misterioso personaggio di Erin Kellyman, che alcuni sostengono essere Mimi Spaventia/Songbird...

Dalla console al cinema: Tutti i film in arrivo tratti da videogiochi 27 Settembre 2020 - 20:02

Da Super Mario ad Uncharted, ecco tutti i film in arrivo nei prossimi anni basati su videogiochi!

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.