L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La Belle Époque: la recensione del più romantico e divertente film del Festival di Cannes

La Belle Époque: la recensione del più romantico e divertente film del Festival di Cannes

Di Andrea D'Addio

Victor è un sessantenne annoiato dalla vita. Era un illustratore di successo, ma da quando il suo giornale lo ha licenziato, ha perso il desiderio di disegnare. Non ama la tecnologia, ritiene che il digitale stia levando spazio agli incontri personali e per questo si trova in continuo dissenso con la moglie Marianne, al contrario curiosa e sempre pronta a lanciarsi in nuove avventure. Sono una coppia più che benestante con un figlio addirittura ricco. Proprio quest’ultimo decide di regalare al padre un’esperienza eccezionale e tirarlo così fuori da un limbo emotivo che sta compromettendo anche il matrimonio: ricreare, attraverso un set e degli attori, un momento a sua scelta del passato e viverlo come se fosse il presente. Si può scegliere qualsiasi tempo, dall’Impero romano all’anno scorso. A produrre lo show sarà un suo vecchio amico d’infanzia. Victor accetta. Vuole rivivere il giorno del 1974 in cui incontrò l’amore della sua vita:  sua moglie. La produzione si mette all’opera. Colleziona ricordi, disegni e informazioni di vario tipo affinché questa sorta di film per un solo spettatore possa sembrare credibile. Ciò che non si aspettano è che Victor si abbandoni così facilmente al gioco, finendo con il confondere realtà e finzione…

Diretto da Nicolas Bedos (al suo secondo film) e interpretato da Daniel Auteuil, Doria Tillier, Fanny Ardant e Guillaume Canet, La Belle Époque rappresenta tutto ciò di bello che potremmo aspettarci da una commedia. Si ride, ci si commuove, si pensa ai propri ricordi mettendoli in paragone con quelli del protagonista, insomma, ci si lascia andare per 110 minuti senza pensare ad altro se non a ciò che si sta vedendo. La bravura di Bedos, anche sceneggiatore, è di non accontentarsi solo di un originale espediente narrativo, ma creare ben quattro personaggi (Victor, sua moglie, il produttore e la sua compagna) e un simpaticissimo gioco di specchi capace di mettere al centro di tutto l’amore. Per brillantezza dei dialoghi, leggerezza nello sguardo sull’esistenza e i suoi problemi (ok, sbagliamo, ma “basta che funzioni” sembra il messaggio), sembra uno dei migliori Woody Allen. Tutto riesce bene: dalle interpretazioni (Auteuil è magnifico, la Ardant fa sé stessa e la fa benissimo, la Tillier è semplicemente irresistibile) ai costumi, passando per la scelta del finale, “Il conto, grazie”.

Presentato fuori concorso al Festival di Cannes, La Belle Époque è un eccezionale esempio di cinema per tutti, uno di quelli che ti viene voglia di consigliare a chiunque affinché esca dalla sala con gli occhi inumiditi e la voglia di vivere senza rimpianti.

La Belle Époque uscirà in Italia in data da definire grazie a I Wonder Pictures.

Il trailer

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TVScreenWEEK è anche su FacebookTwitterInstagram.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Priyanka Chopra Jonas sarà protagonista di We Can Be Heroes di Robert Rodriguez 21 Agosto 2019 - 23:51

Il film sarà prodotto da Netflix. La trama è assolutamente segreta.

Sharon Horgan realizzerà il pilot di Shining Vale, commedia horror per Starz 21 Agosto 2019 - 23:30

La creator di Catastrohe e Divorce sarà anche protagonista dello show.

La bambina che amava Tom Gordon di Stephen King diventa un film 21 Agosto 2019 - 21:45

L'ennesimo romanzo di Stephen King ad approdare al cinema. Produce la vedova di George Romero

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Kronos, sfida al passato 21 Agosto 2019 - 16:20

La storia della serie TV Kronos - Sfida al passato (The Time Tunnel) e dei suoi viaggi nel tempo all'insegna del riciclo totale e delle sfighe cosmiche. Con un pizzico di John Williams.

7 cose che forse non sapevate su Nino il mio amico ninja 20 Agosto 2019 - 14:38

Dall'inquietante versione live action al remake e al treno dedicato, sette curiosità su Nino il mio amico ninja.

StreamWeek: l’ombra del male si allunga con The Terror e Mindhunter 19 Agosto 2019 - 12:05

Mindhunter, The Terror e molto altro nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.