Condividi su

16 maggio 2019 • 20:15 • Scritto da Marco Triolo

Il trailer di Clownado – Dimenticate gli squali, stavolta piovono clown!

Dopo Sharknado, arriva la tempesta di Clown assassini e indemoniati
Clownado
0

In questi giorni di maltempo imperante e mancata primavera, fa bene ricordarsi che ci può essere sempre qualcosa di peggio: ad esempio un Clownado. Esatto, se pensavate che non si potesse fare qualcosa di più bizzarro di Sharknado, beh… ripensateci. Perché stavolta non piovono squali, piovono clown!

Clownado non è prodotto da The Asylum, la casa di produzione low budget che, con Sharknado, ha creato la saga perfetta della cultura dei meme. Eppure siamo dalle stesse parti: lo scopo è sempre quello, per nulla nascosto, di progettare a tavolino il classico film “so bad it’s good”, talmente brutto da essere un successo. The Asylum ce l’ha fatta con Sharknado e i suoi sequel, ma dubitiamo che Extreme Entertainment ce la faccia con questo clone dalla premessa fin troppo bislacca. Per lo meno gli squali vivono nel mare e possono essere sollevati da una tempesta apocalittica. Perché mai dei clown assassini dovrebbero arrivare con un tornado? D’altro canto Greta ci ha avvertiti: con i cambiamenti climatici in arrivo, chi lo sa cosa dobbiamo aspettarci…

IL REGISTA E IL CAST

Clownado è diretto da Todd Sheets, veterano dei film direct to video che ci ha anche regalato perle come Zombie BloodbathZombie Rampage, Blood of the Undead e sequel di tutti questi. Il cast include Linnea Quigley, una dei protagonisti del classico Il ritorno dei morti viventi, oltre a Eileen Dietz, Rachel Lagen, John O’Hara e Joel D. Wynkoop.

LA SINOSSI DI CLOWNADO

Clown del circo maledetti e indemoniati si preparano a un massacro vendicativo utilizzando tornado. Una spogliarellista, un sosia di Elvis, un camionista, un teenager scappato di casa e un tizio si ritrovano nel mezzo di una battaglia sovrannaturale tra una femme fatale e il capo dei clown infernali.

Fonte: Slashfilm

Non perdere il nostro canale ScreenWeek TV su YouTube. ScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *