Condividi su

19 aprile 2019 • 12:15 • Scritto da Lorenzo Pedrazzi

C’era una volta…a Hollywood – Nuova foto con DiCaprio e Brad Pitt; Tarantino parla dei protagonisti

Quentin Tarantino parla di Rick Dalton e Cliff Booth a USA Today, che inoltre pubblica una nuova foto ufficiale con Leonardo DiCaprio e Brad Pitt in C'era una volta...a Hollywood.
C'era una volta...a Hollywood
0

GUARDA ANCHE: Il primo trailer di C’era una volta a…Hollywood

Nel suo speciale dedicato ai blockbuster estivi, USA Today dedica spazio anche al nuovo film di Quentin Tarantino, l’attesissimo C’era una volta…a Hollywood, che uscirà il prossimo 19 settembre nelle sale italiane.

Tarantino dichiara che il personaggio di Rick Dalton (Leonardo DiCaprio) è “un uomo pieno di conflitti interiori e autocommiserazione per il fatto di non trovarsi in una posizione migliore, a livello di carriera. Ma, nel suo modo di vedere, Rick dà la colpa a chiunque tranne che a se stesso”. Siamo nella Los Angeles del 1969, e la sua controfigura è “l’indistruttibile” Cliff Booth (Brad Pitt), eroe della Seconda Guerra Mondiale nonché una delle persone più mortali del pianeta. “Potrebbe ucciderti con un cucchiaio, un pezzo di carta o un biglietto da visita” dice il regista. “Di conseguenza, è un tizio piuttosto Zen che non si lascia turbare facilmente”.

È inoltre disponibile una nuova foto ufficiale che ritrae proprio i due protagonisti: la troverete qui di seguito.

La foto

C'era una volta...a Hollywood

La trama

Le informazioni sulla trama giungono dallo stesso Tarantino:

[Once Upon a Time in Hollywood è] una storia che si svolge a Los Angeles nel 1969, all’apice della Hollywood hippy. I due protagonisti sono Rick Dalton (Leonardo DiCaprio), ex star di una serie tv western, e la sua controfigura di lunga data, Cliff Booth (Brad Pitt). Entrambi stanno faticando per affermarsi in una Hollywood che non riconoscono più. Ma Rick ha una vicina di casa molto famosa… Sharon Tate.

Il cast

Nel cast figurano inoltre Margot Robbie (Sharon Tate), Kurt Russell, Tim Roth, Michael Madsen, Timothy Olyphant, Damian Lewis (Steve McQueen), Dakota Fanning (Squeaky Fromme, la discepola di Charles Manson che in seguito cercò di uccidere il presidente Gerald Ford), Luke Perry (Scotty Lancer), Emile Hirsch (Jay Sebring, parrucchiere di Hollywood che fu ucciso insieme a Sharon Tate e alle altre vittime), Clifton Collins Jr. (Ernesto The Mexican Vaquero), Keith Jefferson (Land Pirate Keith) e Nicholas Hammond (il regista Sam Wanamaker), Al Pacino (Marvin Shwarz, agente di Rick Dalton), James Marsden, Scoot McNairy (Business Bob Gilbert), Lena Dunham (Gypsy) e Maya Thurman-Hawke (Flower Child). e Rafal Zawierucha (Roman Polanski). Al posto del defunto Burt Reynolds è stato scritturato Bruce Dern: interpreterà George Spahn, proprietario del ranch che ospitò Charles Manson e la sua family negli anni Sessanta.

L’uscita di Once Upon a Time in Hollywood precederà il 50° anniversario dagli omicidi di Sharon Tate e di quattro suoi amici, assassinati dalla family di Charles Manson nella villa del produttore discografico Terry Melcher. Il budget sarà vicino a quello di Django Unchained, attorno ai 100 milioni di dollari.

LEGGI ANCHE:

Margot Robbie nel secondo poster di C’era una volta…a Hollywood

Il primo poster di C’era una volta…a Hollywood

Nuove foto di Once Upon a Time in Hollywood

La prima foto ufficiale di Once Upon a Time in Hollywood

Prime foto dal set di Once Upon a Time in Hollywood

Manson e la sua family

Charles Manson cominciò a radunare seguaci nel 1967, atteggiandosi a leader carismatico e musicista hippy: lui e la sua family (questo il soprannome del gruppo) vissero di furti e altre attività criminali, fondando un culto delirante, razzista e satanista che sfociò nelle stragi dell’agosto 1969, quando Manson inviò alcuni suoi “discepoli” nella villa di un produttore discografico – Terry Melcher – che aveva rifiutato le sue canzoni. La villa era occupata da Sharon Tate, incinta di otto mesi, e da alcuni amici, mentre Polanski si trovava a Londra perché aveva appena finito di girare Rosemary’s Baby. Tutti i presenti furono massacrati dai seguaci di Manson, e gli omicidi continuarono anche nelle settimane successive.

Fonte: USA Today

Non perdete il nostro canale ScreenWeek TV su Youtube. Inoltre, ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *