L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Netflix e gli Oscar: ora il colosso dello streaming punta su Scorsese

Netflix e gli Oscar: ora il colosso dello streaming punta su Scorsese

Di Filippo Magnifico

Netflix ha superato la Notte degli Oscar con un bel risultato, non ci sono dubbi. Roma, il bellissimo film diretto da Alfonso Cuarón, si è aggiudicato ben tre statuette, nello specifico Miglior Film Straniero, Miglior Regia e Miglior Fotografia. Ma non è abbastanza, perlomeno non per il colosso dello streaming, che aveva puntato tutto su questo film, investendo la cifra record di 60 milioni di dollari per la campagna Oscar.

Inutile nasconderlo: fra tutti i premi per cui era in gara, Netflix puntava ad uno in particolare, quello per il Miglior Film. Non ce l’ha fatta, lo sappiamo, e alla base di questo potrebbe esserci la diffidenza con cui parte dell’Academy guarda realtà che si affiancano alle sale cinematografiche.

Roma ha avuto una breve release nelle sale americane, è vero. Questo gli ha permesso di poter entrare in gara ma sembra proprio che non sia stato abbastanza per trionfare, per diventare il Miglior Film.

Ora si pensa al prossimo titolo da Oscar

Ma questo, ormai, appartiene al passato. Netflix è in ogni caso riuscita a fare dei passi da gigante quest’anno, raggiungendo vette che prima erano considerate impossibili. E ha altri film su cui può decisamente puntare. Un titolo tra tutti: The Irishman.
Martin Scorsese dietro la macchina da presa, Robert De Niro, Joe Pesci e Al Pacino nel cast. I presupposti per una pioggia di Oscar ci sono tutti. Non a caso il primo teaser del film è stato diffuso proprio in concomitanza con la cerimonia di premiazione dell’Academy.

Ma per vincere sono necessari altri cambiamenti e sembra che Netflix sia disposta a farli. Come riportato dall’Hollywood Reporter, per il lancio di questo film la grande N rossa sarebbe disposta a ricorrere ad una distribuzione più ampia. Questo permetterebbe al film di accedere a grandi catene di cinema come AMC e Regal, che avevano deciso di boicottare il film di Cuarón proprio per la sua release troppo breve.

Il metodo Amazon

In un periodo in cui gli Amazon Studios hanno deciso di ricorrere al “metodo Netflix“, Netflix ha invece deciso di ricorrere al “metodo Amazon”. Garantire ad alcuni film un ampio passaggio nelle sale prima del debutto sulla piattaforma, in modo tale da accontentare tutti e addolcire l’Academy.

E questo non solo per The Irishman, sembra che l’intenzione sia di riservare un trattamento simile anche ad altri titoli come The Laundromat di Steven Soderbergh, The King di David Michôd, The Last Thing he Wanted di Dee Rees, The Pope di Fernando Meirelles. Basterà per raggiungere l’obiettivo? Lo scopriremo tra un anno, durante la prossima Notte degli Oscar.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Wonder Woman 1984 nelle sale italiane il 28 gennaio 2021 24 Novembre 2020 - 22:48

Wonder Woman 1984 arriverà nelle sale italiane il 28 gennaio 2021, ecco le date di uscita della pellicola nei territori internazionali

GRAMMYs 2021 – No Time to Die di Billie Eilish ottiene una nomination 24 Novembre 2020 - 21:32

Le nomination della 63ma edizione dei Grammy riservono poche sorprese, tra i candidati anche il brano di 'No time to die' di Billie Eilish

Shameless: il trailer della stagione finale, in USA dal 6 dicembre 24 Novembre 2020 - 20:45

La famiglia Gallagher tornerà per un ultimo giro, tra gentrificazione, invecchiamento e Covid

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?