Condividi su

16 febbraio 2019 • 09:00 • Scritto da Filippo Magnifico

Will Smith spiega perché ha rifiutato il ruolo di protagonista in Matrix

Will Smith ha spiegato in un video perché ha rifiutato il ruolo di Neo in Matrix, il cult fantascientifico del 1999.
0

Nel 1999 Matrix ha lanciato la carriera di Lana e Lilly Wachowski, segnando un’epoca e dettando nuove regole nel genere fantascientifico. Il film ha dato vita ad una saga, proseguita con due sequel, The Matrix Reloaded (2003) e The Matrix Revolutions (2003) decisamente sotto tono. Ma non siamo qui per parlare di questo.

Il protagonista

Keanu Reeves è stato praticamente perfetto nel ruolo di Neo. Difficilmente si potrebbe immaginare un altro attore in quel ruolo. Eppure…
Eppure Keanu Reeves non era stato la prima scelta. La produzione voleva Will Smith, all’epoca all’apice del suo successo grazie a titoli come Bad Boys (1995), Independence Day (1996) e Men in Black (1997).

Perché Will Smith ha rifiutato il ruolo?

L’attore ha recentemente pubblicato un video sul suo canale YouTube, in cui spiega i motivi che l’hanno spinto a rifiutare il ruolo:

Dopo aver fatto Men in Black, sono venuti da me i Wachowski. All’epoca avevano fatto un solo film, penso si chiamasse Bound. Mi hanno spiegato la loro idea di Matrix e come sappiamo sono stati dei geni. Ma c’è una linea sottile tra l’incontrare dei geni e quello che ho vissuto io.

L’attore ha poi proseguito illustrando, in maniera molto divertente, come gli era stato presentato il progetto:

Amico stiamo pensando a questo. Immagina una scena di combattimento. Tu salti. Immagina di poterti fermare proprio nel bel mezzo del salto. Lo spettatore può vedere attorno a te, a 360°, mentre tu sei bloccato in aria. Stiamo progettando queste telecamere. Lo spettatore potrà vedere l’intero salto mentre sei fermo nel bel mezzo dell’azione.

Decisamente non il miglior modo di presentare un film destinato a lasciare un solco indelebile nella storia del cinema. Scontata la perplessità di Smith e il conseguente NO. Ed è stato un bene, perché, per la “regola delle sliding doors”, ci saremo trovati di fronte ad un film molto diverso:

Keanu [Reeves] è stato perfetto. Laurence Fishburne è stato perfetto. Se lo avessi fatto io, Morpheus non sarebbe stato di colore. Pensavano a Val Kilmer. Io avrei interpretato Neo e Val Kilmer avrebbe interpretato Morpheus. Avrei incasinato il Matrix, lo avrei rovinato. Ho fatto un favore a tutti!

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *