L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La reazione di Spike Lee alla vittoria di Green Book

La reazione di Spike Lee alla vittoria di Green Book

Di Marlen Vazzoler

LEGGI ANCHE: Oscar 2019: Lady Gaga e Bradley Cooper cantano “Shallow” e rubano la scena

La vittoria di Green Book come miglior film non è stata ben accolta da Spike Lee. Andrew Dalton giornalista dell’Associated Press e altre persone presenti al Dolby Theatre hanno osservato il regista, chiaramente furioso, agitare in collera le braccia. Il filmaker si è alzato e incamminato verso la parte posteriore dell’auditorium, ma prima di uscire è stato fermato.

Sappiamo che ha parlato con Jordan Peele, probabilmente è stato lui a convincerlo a tornare a sedersi, mentre sul palco i produttori di Green Book facevano il loro discorso di accettazione. Lee ha dato la schiena al palco fino alla fine del discorso. Inoltre sia Peele che altre persone sedute vicino, non hanno applaudito la vittoria del film di Peter Farrelly.

LEGGI ANCHE: Oscar 2019 – Da Alfonso Cuarón a Spike Lee, ecco i discorsi di accettazione

Quando Lee è stato chiamato nel dietro le quinte per parlare con la stampa in merito alla sua prima vittoria agli Oscar con la sceneggiatura non originale di BlacKkKlansman, i giornalisti non si sono risparmiati.

Gli è stato chiesto se questa vittoria è una compensazione della perdita di Fa’ la cosa giusta nel 1990:

“Sono un serpente che morde. Ogni volta che qualcuno si fa un giro qualcun altro, perdo. Ma hanno cambiato la disposizione dei posti!
Ma nell’89 non sono stato nominato, con questo si. Per il miglior film”.

Naturalmente gli è stato chiesto della sua reazione alla vittoria di Green Book:

“Oh aspetta un attimo, che reazione hai visto? Che cosa ho fatto?… No, pensavo di essere al bordo campo al [Madison Square] Garden. L’arbitro ha preso la decisione sbagliata”.

Infine quando gli è stato chiesto dei progressi dell’Academy negli ultimi anni, Lee ha concluso:

“Senza April Reign, #OscarsSoWhite, e l’ex presidente dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, Cheryl Boone Isaacs, non sarei qui stasera. Hanno aperto l’Accademy per rendere l’Accademy più simile all’America, più diversificata. Questo è il motivo per cui tre donne di colore, se ho contato correttamente, hanno vinto un Oscar. Questo non sarebbe accaduto senza #OscarsSoWhite e Cheryl Boone Isaacs. Fatti. Come dice il mio fratello Jay Z, fatti”.

Infine parlando dell’eredità del film, Lee ha concluso:

“Questa pellicola, indipendentemente dal fatto che abbia vinto come miglior film o meno, resisterà alla prova del tempo per essere stato dalla parte giusta della storia”.

Fonte Variety

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

One Day at Disney: il trailer della serie di documentari Disney+ 23 Agosto 2019 - 19:00

Uno sguardo dietro le quinte della Disney, agli uomini e alle donne che lavorano nei film e nei parchi della compagnia

Rupert Friend (Homeland) raggiunge Mel Gibson in Waldo 23 Agosto 2019 - 18:15

L'ex Peter Quinn entra nel cast del poliziesco interpretato anche da Charlie Hunnam e Morena Baccarin

Star Wars: Galactic Starcruiser – Presentato al D23 Expo l’hotel di Star Wars 23 Agosto 2019 - 18:08

Immaginate di poter passare un weekend a bordo di un’astronave. Totalmente immersi nelle atmosfere di Star Wars. È proprio questo che offre Star Wars: Galactic Starcruiser.

Yado – Red Sonja (FantaDoc) 22 Agosto 2019 - 14:49

La storia di Yado (Red Sonja) con Brigitte Nielsen e Arnold Schwarzenegger: come una certa modella danese si è ritrovata a portare sulle spalle l'eredità di Conan il barbaro. Morendo di freddo in Abruzzo.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Kronos, sfida al passato 21 Agosto 2019 - 16:20

La storia della serie TV Kronos - Sfida al passato (The Time Tunnel) e dei suoi viaggi nel tempo all'insegna del riciclo totale e delle sfighe cosmiche. Con un pizzico di John Williams.

7 cose che forse non sapevate su Nino il mio amico ninja 20 Agosto 2019 - 14:38

Dall'inquietante versione live action al remake e al treno dedicato, sette curiosità su Nino il mio amico ninja.