L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
500 giorni insieme, di nuovo: ecco Zooey Deschanel e Joseph Gordon Levitt nelle foto della reunion

500 giorni insieme, di nuovo: ecco Zooey Deschanel e Joseph Gordon Levitt nelle foto della reunion

Di Lorenzo Pedrazzi

Sono trascorsi dieci anni dalla premiere di 500 giorni insieme al Sundance Film Festival, e da allora il film di Marc Webb si è imposto nell’immaginario collettivo come una delle poche commedie romantiche “di culto” degli anni Duemila. D’altra parte, se Hollywood ha praticamente rinunciato alle rom-com, il compito di nobilitare questo genere spetta al cinema indie, che spesso ha il merito di smontare gli schemi e disfare i codici. 500 giorni insieme ha fatto proprio questo: pur calandosi all’interno di un genere estremamente codificato, ha saputo ribaltarne i tópoi e la struttura narrativa.

La storia d’amore fra Tom (Joseph Gordon-Levitt) e Summer (Zooey Deschanel) viene raccontata attraverso una scomposizione temporale che spariglia i rapporti di causa-effetto, forzando il pubblico a orientarsi in una narrazione non lineare. Inoltre, la sceneggiatura di Scott Neustadter e Michael H. Weber sovverte i cliché di genere: Tom e Summer vivono la loro relazione con un coinvolgimento antitetico rispetto agli stereotipi del maschile e del femminile, valorizzando l’importanza della crescita individuale.

Di fronte alle frustrazioni d’amore – cioè, quando la persona amata vede in qualcun altro ciò che non ha visto in te – la soluzione è nella ricerca interiore, non nella caccia compulsiva a un partner. L’unico modo per superarle, insomma, è rimettersi in gioco nel mondo. Anche per queste ragioni, 500 giorni insieme è una delle storie d’amore più “contemporanee” del cinema recente, capace di filtrare il romanticismo attraverso il gioco, le aspettative disattese e la banalità del quotidiano: la sequenza dell’Ikea e il celebre split screen sono esemplari, in tal senso.

Ebbene, Entertainment Weekly ha invitato Zooey Deschanel e Joseph Gordon-Levitt a rivedere il film per il decimo anniversario, pubblicando le foto di questa reunion.

Il video

Il backstage

Le foto

500 giorni insieme riscosse un grande successo sia al Sundance sia al Festival di Locarno, dove fu selezionato come film d’apertura. Incassò più di 60 milioni di dollari in tutto il mondo, contro un budget di 7.5.

Fonte: Entertainment Weekly

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Brie Larson protagonista della serie Lessons in Chemistry per Apple TV+ 22 Gennaio 2021 - 20:45

La serie sarà scritta da Susannah Grant di Unbelievable e basata sul romanzo di Bonnie Garmus

WandaVision: Chi è in Realtà Geraldine? 22 Gennaio 2021 - 20:00

Teyonah Parris interpreta in WandaVision il personaggio di Geraldine, diversamente da come annunciato in precedenza: ma chi è davvero?

The King’s Man – Le Origini: l’uscita del film slitta ad agosto 22 Gennaio 2021 - 19:34

Sulla scia di MGM, Universal e Sony, anche i 20th Century Studios annunciano alcune variazioni sul loro calendario. L'uscita di The King’s Man – Le origini, ad esempio, slitta ad agosto.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.