Condividi su

03 gennaio 2019 • 17:05 • Scritto da Marlen Vazzoler

Pirati dei Caraibi – Senza Johnny Deep la Disney risparmierà circa 90 milioni di $

Senza Johnny Depp in Pirati dei Caraibi, la Disney risparmierà ben 90 milioni di dollari per pagare il cachet dell'attore
0

LEGGI ANCHE: Pirati dei Caraibi: la saga rinuncia a Johnny Depp, è ufficiale!

La franchise di Pirati dei Caraibi ha accumulato al botteghino mondiale, con cinque film all’attivo, 4524.4 milioni di $, il 32,1% (1451.8 milioni) proviene dal box office americano e il restante 67.9% (3072.7 milioni) da quello internazionale.

Nonostante il pesante calo degli incassi con l’ultimo capitolo, solo 172.6 milioni in America, Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar si è piazzata al quarto posto (794.9 milioni), prima di La maledizione della prima luna (654.3 milioni), grazie al successo sui mercati internazionali (622.3 milioni).

Lo studio, come ben sappiamo ha deciso di ravvivare la franchise con un reboot firmato da Rhett Reese e Paul Wernick (Deadpool) senza il Jack Sparrow di Johnny Depp.

Forbes ha rivelato che uno dei motivi dietro questa scelta, è il considerevole cachet percepito dall’attore: 90 milioni di dollari, ovvero più della metà di quanto ha incassato La vendetta di Salazar in USA, il costo di quasi 2 Bohemian Rhapsody (52 milioni), quasi l’intero budget di Deadpool 2 (110 milioni) e l’equivalente di 9 Halloween (10 milioni).

A questo punto la scelta dello studio è comprensibile. Ma Reese e Wernick riusciranno a creare uno script che riesca a reinventare la franchise? E riuscirà la franchise a continuare senza Jack Sparrow?

Fonte Forbes

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *