L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Serie TV: Le 10 morti più significative del 2018

Serie TV: Le 10 morti più significative del 2018

Di Andrea Suatoni

—–ATTENZIONE: L’ARTICOLO POTREBBE CONTENERE SPOILER—–

Anche quest’anno i fan di alcune delle serie più seguite degli ultimi tempi sono stati costretti a dare l’estremo saluto a molti dei loro personaggi preferiti: la morte rimane sempre uno dei colpi di scena più tragici e potenti nelle mani degli sceneggiatori, che durante il 2018 ne hanno fatto un uso smodato. Dalle morti più inaspettate a quelle “dovute” a livello politico fino a quelle di cui non conoscevamo i particolari ma sapevamo da tempo sarebbero arrivate su schermo, ecco quali sono state secondo noi le 10 morti televisive più significative del 2018!

DEDE PRITCHETT – MODERN FAMILY

Nella sit-com più acclamata degli ultimi tempi (nonostante l’inevitabile calo delle ultime stagioni) non era ancora stato adeguatamente affrontato il tema della morte: nessuno dei personaggi principali ha lasciato la scena, ma invece ad abbandonare lo show è stata DeDe Pritchett, forse il più importante fra i personaggi ricorrenti che durante gli anni hanno affollato gli episodi di Modern Family.

CARL GRIMES – THE WALKING DEAD

Uno dei personaggi meno amati di The Walking Dead, ma anche uno di quelli che nessuno si aspettava di veder morire: Carl Grimes, a causa del morso di uno zombie, ha lasciato il set di The Walking Dead (suicidandosi con un colpo di pistola alla testa per evitare di risvegliarsi), per la disperazione di suo padre e degli altri sopravvissuti.

LEO FITZ – AGENTS OF S.H.I.E.L.D.

La morte di Leopold Fitz durante l’ultima stagione di Agents of S.H.I.E.L.D. ha spezzato una continuity temporale che avrebbe portato in futuro alla distruzione della Terra: i protagonisti hanno prima viaggiato nel futuro e poi dovuto affrontare il tradimento di un ex-alleato. Nella battaglia finale, il Fitz tornato dal futuro ha perso la vita, ma quello del presente dovrebbe ancora essere vivo e vegeto in stasi nello spazio (ad aspettare di risvegliarsi nel futuro): il paradosso temporale riuscirà a salvare la vita del personaggio nella prossima stagione?

NELL CRAIN – THE HAUNTING OF HILL HOUSE

La morte di Nell viene annunciata già nel primo episodio della serie, quando suo fratello Steven ha un incontro ravvicinato con il suo fantasma. Nel momento in cui veniamo a conoscenza dei retroscena della sua morte, scopriamo anche una sconvolgente verità: la donna con il collo spezzato, che sembrava tormentare la bambina fin dalla sua infanzia, non era altro che una versione futura della stessa Nell, che per anni aveva cercato di avvertire sé stessa del triste destino cui sarebbe andata incontro.

ALISA JONES – JESSICA JONES

Nella seconda stagione di Jessica Jones, scopriamo che sua madre, Alisa, non è morta nell’incidente in cui suo padre e suo fratello hanno perso la vita: proprio come Jessica, Alisa è stata sottoposta ad un trattamento che le ha donato dei superpoteri. Il prezzo per il potere di Alisa è stato però ripagato dalla sua sanità mentale: a causa di improvvisi scatti d’ira, la donna si è rivelata talmente pericolosa da spingere Trish, la migliore amica (prima del fatto) di Jessica, ad ucciderla.

TEDDY FLOOD – WESTWORLD

Il risveglio di Dolores nella seconda stagione di Westworld ha portato anche Teddy sulla strada dell’autocoscienza: la consapevolezza della modifica dei suoi parametri da parte di Dolores, che lo aveva reso fin troppo simile agli umani che i due volevano combattere, lo ha spinto a puntarsi una pistola alla testa, realizzando forse il suo primo gesto da “androide libero” all’interno della serie.

MADISON CLARK – FEAR THE WALKING DEAD

Fin dai primisssimi episodi di Fear The Walking Dead, Madison Clark è stata la protagonista assoluta della serie, che si concentrava sulle vicende della famiglia Clark; i Clark sono stati via via decimati, ed attualmente solamente Alicia si conta fra i sopravvissuti. La morte di Madison è avvenuta in un’ultima impresa eroica da parte della donna, sacrificatasi per salvare i suoi figli da un’orda di zombie.

FRANK UNDERWOOD – HOUSE OF CARDS

Dopo le rivelazioni riguardo uno scandalo sessuale che riguardavano Kevin Spacey, la serie House of Cards ha deciso di continuare la sua corsa senza il suo protagonista (da lui interpretato), che è stato lasciato morire off-panel. Nel finale però, la verità sulla morte di Frank Underwood è stata svelata: non si è trattato di una semplice overdose accidentale (dovuta alle medicine per il fegato che il personaggio assumeva), ma è stata Doug Stamper, il suo fedele braccio destro, a causare la sua dipartita.

ROSEANNE CONNER – THE CONNERS

Un’altra morte “politica” è stata quella di Roseanne Conner, che ha dovuto abbandonare il revival del suo Roseanne (decretandone la fine) dopo alcune dichiarazioni razziste espresse nella rete dalla sua interprete, Roseanne Barr. L’intero cast di Roseanne è stato scritturato in uno spin-off, The Conners, che nel primo episodio ha affrontato la morte della ex protagonista, avvenuta per overdose da oppiacei.

JACK PEARSON – THIS IS US

La morte più struggente del 2018, quella che i fan aspettavano di vedere su schermo da due anni (fin dall’inizio di This Is Us gli spettatori ne hanno notizia, senza però conoscerne i retroscena), è arrivata nell’episodio 14 della seconda stagione. Dopo l’incendio che aveva distrutto la casa dei Pearson, Jack sembrava essersela cavata solamente con qualche problema respiratorio, ma il dramma si consuma in ospedale, proprio quando tutto sembrava risolto: lo stress per il cuore ed i polmoni di Jack è stato troppo grande, ed il suo corpo non ha retto.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Attack on Titan – La stagione 4 su Prime Video e VVVVID dall’8 dicembre, in simuldub dal 19 27 Novembre 2020 - 0:07

Attack on Titan The Final Season dall'8 dicembre in simulcast e dal 19 in simuldub (doppiata in italiano) su Prime Video e VVVVID. I produttori spiegano perché hanno cambiato lo studio, le foto delle statue erette nella città natale dell'autore del manga Hajime Isayama. Prime immagini del MAPPA Showcase exhibition. Goblin Slayer, Made in Abyss, Sword Art Online: Alicization - War of Underworld doppiate in italiano da gennaio su Prime Video e VVVVID.

Warner Bros. porterà Wonder Woman, The Suicide Squad e Tom & Jerry al CCXP 26 Novembre 2020 - 21:30

Anche la Comic Con Experience di San Paolo (Brasile) quest’anno si terrà in maniera virtuale a causa della pandemia di Covid-19. Warner Bros. porterà Wonder Woman 1984, The Suicide Squad e Tom & Jerry.

Virgin River torna su Netflix con la Stagione 2 26 Novembre 2020 - 20:45

Virgin River, la serie televisiva statunitense creata da Sue Tenney e ispirata all’omonima serie di romanzi rosa della scrittrice Robyn Carr, torna su Netflix con la seconda stagione.

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?