L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Da Erin Brockovich a Ben is Back, Julia Roberts è il volto delle donne coraggiose

Da Erin Brockovich a Ben is Back, Julia Roberts è il volto delle donne coraggiose

Di Filippo Magnifico

Cinquantuno anni. Un traguardo importante, che per Julia Roberts si è concretizzato in una nuova giovinezza. Fisica, perché a quanto pare il tempo sembra essersi fermato per lei, ma soprattutto professionale.

Icona di moda e di stile, l’ex Pretty Woman sembra aver messo da parte quei ruoli che, negli anni ’90, l’hanno fatto diventare una delle dive più desiderate e acclamate del mondo. Senza rinnegarli, sia chiaro, perché personaggi come Vivian Ward hanno fatto sognare intere generazioni di spettatrici, che continuano a premiare il film ad ogni passaggio televisivo.
Un sogno iniziato con Pretty Woman e proseguito con titoli come Notting Hill, che hanno scandito il battito del nostro cuore grazie a frasi come “Sono una semplice ragazza che sta di fronte a un ragazzo e gli sta chiedendo di amarla”. Film dopo film, un successo dopo l’altro.

Ma si tratta di figure che ormai non rispecchiano la Julia Roberts odierna. Una donna consapevole che il tempo delle commedie romantiche è finito e che è arrivato il momento di cimentarsi con ruoli in grado di mettere in risalto tutta la sua forza e la sua determinazione. Non che non lo abbia fatto in passato, sia chiaro. Nel 2000, diretta da Steven Soderberg, Julia Roberts si era trasformata nel volto cinematografico di Erin Brockovich, l’emblema del coraggio femminile nella terra delle “opportunità”. Un’interpretazione a dir poco intensa, che si era concretizzata in diversi riconoscimenti tra cui un meritatissimo Oscar.
Solo il primo di molti ruoli che hanno portato alta la bandiera delle donne coraggiose.

Julia Roberts è stata anche la protagonista di Mangia prega ama, trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo autobiografico di Elizabeth Gilbert. Al di là del film, mettendo da parte ogni giudizio critico, resta il fatto che quel ruolo ha trasformato la Roberts nel volto della consapevolezza e dell’affermazione femminile, cittadina di un mondo che troppo spesso considera il viaggio interiore una cosa solo ed esclusivamente per uomini.
Lo stesso mondo pronto a crocifiggerti se solo “ti azzardi” a pubblicare su Instagram una foto che non rispecchia quel ritratto di perfezione che ogni donna dovrebbe rispettare.

A cinquantuno anni Julia Roberts è diventata anche (forse soprattutto) il volto delle mamme coraggiose. Lei, che è madre di tre splendidi figli, ci ha regalato nell’ultimo periodo interpretazioni particolarmente intense, destinate a lasciare il segno all’interno di un percorso professionale già ricco di soddisfazioni. L’abbiamo vista in Wonder, nel ruolo di una madre sempre pronta a incoraggiare un figlio che, a causa della sua diversità, è costantemente vittima di bullismo.

La vedremo il 20 dicembre in Ben is Back, madre coraggiosa alle prese con una storia forse più delicata. Nel film di Peter Hedges l’attrice interpreta una donna che cerca in tutti i modi di proteggere la propria famiglia, costretta a dover fare i conti con un figlio tossicodipendente e con una vita fatta di certezze che, come i tasselli di un domino, potrebbero crollare definitivamente da un momento all’altro. Un ruolo che la Roberts ha affrontato con incredibile professionalità, consapevole dell’importante messaggio che porta al suo interno.
Prendendo ispirazione dal suo passato professionale ma soprattutto dal suo presente privato, quest’attrice ci ha regalato una delle sue interpretazioni più intense, frutto di un’inevitabile (e sofferta) immedesimazione.

Messa da parte la diva, Julia Roberts è soprattutto una donna semplice e allo stesso tempo anticonformista. Famosa la sua sfida lanciata al rigido dress code del Festival di Cannes nel 2016, combattuto presentandosi sul red carpet a piedi nudi. Ma stiamo anche parlando della donna che, nel 2002, il giorno del suo matrimonio con il cameraman Daniel Moder, ha servito un buffet a base di hamburger e hot-dog.

Sfide, momenti di tranquillità passati sul set e lontano dai riflettori, che la Roberts ha sempre affrontato con quel sorriso che, a partire dagli anni ’80 ha incanto il pubblico di tutto il mondo. E continuerà a farlo per molto tempo ancora.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Kung Fu Panda 4 uscirà nelle sale nel 2024 13 Agosto 2022 - 2:16

Universal Pictures ha annunciato la data del quarto capitolo cinematografico di Kung Fu Panda prodotto da DreamWorks Animation

Anne Heche è morta, aveva 53 anni 12 Agosto 2022 - 23:42

L'attrice, la cui morte cerebrale era già stata dichiarata poche ore fa, è purtroppo scomparsa in seguito a un grave incidente d'auto

The Fall Guy: Emily Blunt con Ryan Gosling nel film di Professione pericolo 12 Agosto 2022 - 21:30

Ryan Gosling prenderà il posto di Lee Majors nell'adattamento cinematografico della classica serie anni '80

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.