Condividi su

13 dicembre 2018 • 15:23 • Scritto da Marlen Vazzoler

Berlinale 2019 – I nuovi film di Francois Ozon e Fatih Akin tra i primi titoli in concorso

Annunciati i primi sei titoli in concorso e le prime tre pellicole della sezione Berlinale special del 69° Festival di Berlino
0

Le prime nove pellicole in concorso e della sezione Berlinale Special della 69ma edizione della Festival di Berlino (7-17 febbraio) sono stata annunciate questa mattina. Der Goldene Handschuh (The Golden Glove) di Fatih Akin, Orso d’oro nel 2004, e Grâce à dieu (By the Grace of God) di François Ozon fanno parte dei sei titoli in concorso.

Troviamo inoltre Der Boden unter den Fuessen (The Ground Beneath My Feet) dell’austriaca Marie Kreutzer; Répertoire des villes disparues (Ghost Town Anthology) del canadese Cote; Ich war zuhause, aber (I Was at Home, But) della tedesca Angela Schanelec e Kız Kardeşler (A Tale of Three Sisters) del turco Emin Alper.

I tre titoli della Berlinale Special sono il documentario americano Watergate, con interviste ai giornalisti Dan Rather e Lesley Stahl; la miniserie tedesca-austriaca Brecht, i cui diritti sono quasi completamente nelle mani di Netflix e l’indiano Gully Boy.

In competizione:
Der Boden unter den Füßen (The Ground Beneath My Feet)
Austria
diretto da Marie Kreutzer (The Fatherless, We Used to be Cool)
con Valerie Pachner, Pia Hierzegger, Mavie Hörbiger, Michelle Barthel, Marc Benjamin, Axel Sichrovsky, Dominic Marcus Singer, Meo Wulf
Premiere mondiale

Der Goldene Handschuh (The Golden Glove)
Germania / Francia
diretto da Fatih Akin (Head On, In the Fade)
con Jonas Dassler, Margarethe Tiesel, Hark Bohm
Premiere mondiale

Grâce à dieu (By the Grace of God)
Francia
diretto da François Ozon (8 Women, In the House)
con Melvil Poupaud, Denis Ménochet, Swann Arlaud, Éric Caravaca, François Marthouret, Bernard Verley, Martine Erhel, Josiane Balasko, Hélène Vincent, François Chattot, Frédéric Pierrot
Premiere internazionale

Ich war zuhause, aber (I Was at Home, but)
Germania / Serbia
diretto da Angela Schanelec (The Dreamed Path, Marseille)
con Maren Eggert, Franz Rogowski, Lilith Stangenberg, Jakob Lassalle, Clara Möller
Premiere mondiale

Kız Kardeşler (A Tale of Three Sisters)
Turchia / Germania / Paesi Bassi / Grecia
diretto da Emin Alper (Beyond the Hill, Frenzy)
con Cemre Ebüzziya, Ece Yüksel, Helin Kandemir, Kayhan Açikgöz, Müfit Kayacan, Kubilay Tunçer
Premiere mondiale

Répertoire des villes disparues (Ghost Town Anthology)
Canada
diretto da Denis Côté (Vic + Flo Saw a Bear, Bestiaire)
con Robert Naylor, Josée Deschênes, Jean-Michel Anctil, Larissa Corriveau, Rémi Goulet, Diane Lavallée, Hubert Proulx, Rachel Graton, Normand Carrière, Jocelyne Zucco
Premiere mondiale

Berlinale Special Gala al Friedrichstadt-Palast
Gully Boy
India
diretto da Zoya Akhtar (You Won’t Get This Life Again, Lust Stories)
con Ranveer Singh, Alia Bhatt, Kalki Koechlin, Siddhant Chaturvedi, Vijay Raaz, Amruta Subhash, Vijay Verma
Premiere mondiale

Berlinale Special al Haus der Berliner Festspiele
Brecht
Germania / Austria
diretto da Heinrich Breloer (The Manns – Novel of a Century, Buddenbrooks – The Decline of a Family)
con Burghart Klaußner, Tom Schilling, Adele Neuhauser, Trine Dyrholm, Mala Emde, Franz Hartwig, Friederike Becht, Ernst Stötzner, Lou Strenger
Premiere mondiale

Watergate – Documentario
USA
diretto da Charles Ferguson (No End in Sight, Inside Job)
con Douglas Hodge, Jill Wine-Banks, Dan Rather, Lesley Stahl, Richard Ben-Veniste
Premiere europea

Juliette Binoche, sarà la presidentessa della giuria.

Il film di apertura è The Kindness of Strangers, del danese Lone Scherfig, la proiezione si terrà il 7 febbraio. Questa sarà l’ultima edizione curata da Dieter Kosslick, che per quasi 2 decenni ha diretto il festival.

Fonte Berlinale

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *