Condividi su

07 novembre 2018 • 19:00 • Scritto da Marlen Vazzoler

SimulWeek – Carole & Tuesday su Netflix nel 2019, Shinichirô Watanabe parla del progetto

Shinichirô Watanabe parla del nuovo anime originale dello studio Bones Carole & Tuesday, di cui è supervisore, in arrivo su Netflix nella primavera del 2019
0

GUARDA ANCHE: Carole & Tuesday – Open call per l’anime di Shinichirou Watanabe per lo studio Bones

Il sito ufficiale della serie animata Carole & Tuesday, una storia originale supervisionata da Shinichirô Watanabe (Cowboy Bebop, Zankyō no terror, Space Dandy, Sakamichi no Apollon) prodotta dallo studio BONES, ha svelato la sinossi della serie, nuovi membri dello staff e l’esclusiva collaborazione con le compagnie di sintetizzatori e keyboard (Nord) e di chitarre (Gibson).

Sotto possiamo vedere un nuovo spot:

Il testo dice:

“Non dimenticheremo mai. Quel momento mi è sembrato un’eternità. Quel miracolo quotidiano”.

La sinossi:

Sono passati cinquant’anni da quando l’umanità ha iniziato a migrare verso la nuova frontiera: Marte.
È un’epoca in cui la maggior parte della cultura è prodotta dall’AI (intelligenza artificiale) e le persone si accontentano di essere dei consumatori passivi.
C’è una ragazza
Sbarcando il lunario nella metropoli di Alba City, sta lavorando part-time mentre cerca di diventare una musicista. Si è sempre sentita come se le mancasse qualcosa.
Il suo nome è Carole.

C’è una ragazza.
Nata da una famiglia benestante nella città provinciale di Herschel City, sogna di diventare una musicista, ma nessuno attorno a lei la capisce. Si sente la persona più sola al mondo.
Il suo nome è Tuesday.

Un incontro casuale le unisce.
Vogliono cantare.
Vogliono fare musica.
Insieme, sentono che potrebbero avere una possibilità.

Loro due potrebbero solo creare una piccola onda.
Ma quell’onda finirà per diventare qualcosa di più grande…

Da quanto ho capito Carole & Tuesday è un’opera originale. Come è iniziato questo progetto?

Invece di usare la musica come soggetto, ho voluto creare un anime con la musica come tema centrale. Questo deriva dai miei puri sentimenti nei confronti della musica, che spero sia un impulso incontaminato. Ho pensato che il modo migliore per esprimerlo sarebbe attraverso delle ragazze di 17 anni audaci ma inesperte che non conoscono la paura.
Ho discusso questa idea con Masahiko Minami di Bones e con Shiro Sasaki dei FlyingDog, e abbiamo deciso di creare questo lavoro.

Di seguito la traduzione della breve intervista a Watanabe, presente sul sito ufficiale:

Cosa l’ha portata a scegliere Eisaku Kubonouchi come character designer originale?

Quando ho scritto la proposta, non sapevo quale tipo di disegno dei personaggi avessimo bisogno per questo lavoro. Quindi, ho chiesto al team di produzione di mostrarmi molti campioni di diversi artisti. Tra questi, l’unico che pensavo potesse funzionare era quello di Kubonouchi-san. Non c’era un secondo candidato, quindi non so cosa avremmo fatto se avesse rifiutato. Fortunatamente, ha accettato.

In quale scena si sta concentrando maggiormente su questo lavoro?

Tutto riguarda il modo in cui possiamo unire animazione e musica. Ovviamente per le scene delle performance, ma anche per altre scene, stiamo lavorando molto duramente per vedere come possiamo rendere musicale l’animazione… no, per vedere se possiamo fare l’animazione come la musica!

Alla regia Motonobu Hori, il characer design è di Tsunenori Saito (Blast of Tempest, Sword of the Stranger), le musiche sono del canadese Mocky.

La serie andrà in onda su Fuji TV nella slot +Ultra nell’aprile del 2019 e in tutto il mondo su Netflix.

ISCRIVITI ALLA NUOVA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!
ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *