L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Sibel Kekilli a Lucca parla della sua esperienza sul set di Game of Thrones nel ruolo di Shae!

Sibel Kekilli a Lucca parla della sua esperienza sul set di Game of Thrones nel ruolo di Shae!

Di Andrea Suatoni

Un personaggio capace di tener testa a Tyrion Lannister in Game of Thrones non poteva passare inosservato: la prostituta Shae ha prima guadagnato l’amore dei fan e poi il loro odio una volta arrivati agli episodi del processo del Folletto. Sibel Kekilli ha dipinto sulle linee di George R. R. Martin prima e su quelle di Weiss e Benioff dopo una donna forte, orgogliosa e altera, destinata a cambiare per sempre Tyrion e ad essere ricordata a lungo dai fan di Game of Thrones, che a Lucca Comics & Games 2018 l’hanno accolta molto calorosamente. Noi eravamo ovviamente presenti all’incontro: ecco come l’attrice ha risposto alle domande della stampa e del pubblico!

Sei una delle molte donne “forti” sul set di Game of Thrones, donne che è difficile trovare altrove nell’attuale panorama televisivo…

Mi dicono spesso in effetti che in Game of Thrones ultimamente ci sono molte figure femminili forti. Io rispondo che invece è fin dalla primissima stagione che assistiamo a dei ritratti femminili potenti e fortemente caratterizzati: da Shae a Catelyn Stark, la donna ha molto spesso avuto una posizione predominante in Game of Thrones.

Il personaggio di Shae in Game of Thrones è leggermente diverso da quello descritto da Martin ne Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco: avete discusso insieme queste differenze?

George mi ha detto che la “mia” Shae era migliore della sua, riempiendomi di complimenti. Poi si è anche scusato per avermi uccisa, ma io gli ho risposto che ormai era troppo tardi per le scuse… Scherzi a parte, credo sia una delle persone conosciute in questa avventura a cui mi sento più legata.

Come sei arrivata a recitare in Game of Thrones?

I produttori della serie mi hanno notata nel film La Sposa Turca e mi hanno contattata per un provino, che mi avevano chiesto in self-tape ma io ho voluto fare dal vivo. Non credevo che sarei stata scelta in verità, e quando mi hanno comunicato la decisione avevo pensato di non accettare. Ma Weiss e Benioff hanno insistito, ed eccomi qui.

In che modo credi che il tuo personaggio sia stato determinante per la crescita di Tyrion, oltre ad aver svelato al pubblico alcuni lati nascosti e teneri di lui?

Il rapporto di Tyrion con Shae lo cambia profondamente. Non solo assiste a quello che (dal suo punto di vista…) sembra un tradimento, ma in seguito si trova anche ad essere la causa della sua morte. Tutte le azioni che vengono da quel momento in poi sono state dettate da uno spirito completamente diverso.

Come bacia Peter Dinlage?

Devo dire che bacia bene… D’altronde ha avuto un’ottima insegnante, cioè me.

Un altro personaggio con cui Shae ha un forte rapporto è quello di Sansa…

Sansa è il motivo alla base della rabbia di Shae. Tyrion la sposa al suo posto, ma Shae non arriva mai ad odiarla; anzi, nel corso della serie si mostra disinteressatamente legata a lei più di una volta. E’ vero, Sansa si è presa il “suo” uomo, ma il senso di responsabilità che il mio personaggio sentiva verso di lei superava di gran lunga la gelosia.

Cosa hai provato quando hai letto il copione della puntata del processo?

Non avrei voluto girarla. Non riuscivo a capire all’inizio perché Shae avesse deciso di reagire in quel modo. Ma in realtà, era solamente un pedina in un gioco più grande: non poteva rifiutarsi di testimoniare al processo dei Lannister, e quel che ha fatto è stato semplicemente cercare di sopravvivere. La rabbia verso Tyrion e gli insulti che lui le aveva rivolto hanno fatto il resto.

Come ci si prepara ad uscire da una serie così importante, sapendo praticamente dal principio che il proprio personaggio morirà?

Ero molto dispiaciuta. Ero convinta che Shae sarebbe morta nella terza stagione, ma poi è arrivata alla quarta e ho visto un po’ di speranza, ho provato a chiedere di arrivare fino alla quinta… Ma la risposta è stato un categorico no. Ma potrei tornare, chissà… Magari unendomi agli Estranei!
In ogni caso sento ancora molti membri del cast, mi fa piacere vederli quando è possibile. Sento anche George abbastanza spesso.

Martin ti ha forse rivelato come finirà Game of Thrones?

Assolutamente no. Lui odia che gli venga posta questa domanda, anche se io sono la prima a farlo, ogni volta! Sapeva che sarei venuta a Lucca e mi ha detto di salutarvi tutti… Di dirvi che secondo lui sarebbe stato Hodor a sedere sul Trono di Spade, ma ora che è morto il candidato è… Frittella!

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 6 novembre 2018.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!
Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Alice in Borderland – Trailer ufficiale per la serie Netflix tratta dal manga di Haro Aso 29 Ottobre 2020 - 8:45

È disponibile il trailer ufficiale di Alice in Borderland, serie fantascientifica tratta dal manga di Haro Aso, in uscita il 10 dicembre su Netflix.

Borat 2: una raccolta fondi per la Baby Sitter “tradita” da Sacha Baron Cohen 28 Ottobre 2020 - 21:45

È stata lanciata una raccolta fondi per Jeanise Jones, scelta dal protagonista Sacha Baron Cohen come baby sitter per la figlia di Borat Tutar.

Creepshow: ecco il cast della stagione 2, c’è anche Marilyn Manson 28 Ottobre 2020 - 21:00

La serie di Greg Nicotero tornerà l'anno prossimo con sei nuovi episodi

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).