L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Hellboy – Neil Marshall promette che sarà “più sanguinoso”; ecco una nuova foto ufficiale

Hellboy – Neil Marshall promette che sarà “più sanguinoso”; ecco una nuova foto ufficiale

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: Commenti poco entusiasti dai primi test screening di Hellboy

Empire ha pubblicato una nuova foto ufficiale di Hellboy, reboot cinematografico diretto da Neil Marshall (The Descent, Game of Thrones) e interpretato da David Harbour (Stranger Things), ovviamente basato sui fumetti di Mike Mignola.

La foto ritrae proprio Big Red in persona mentre corre in un corridoio, visibilmente ferito sul petto, l’addome e il volto. Il regista inglese ha confermato che possiamo aspettarci un film ben più crudo e brutale rispetto ai due capitoli di Guillermo del Toro, segno che questo reboot punta a risalire alle origini del personaggio:

È sempre stato un caso di “Quando sei nel dubbio, torna al materiale originale”. Alcune cose sono piuttosto ripugnanti. Più violente e più sanguinose. Non volevamo farlo con i polsi ammanettati.

Insomma, pare proprio che il suo Hellboy non viaggerà col freno a mano tirato. Potrete vedere la foto qui di seguito, ma prima vi ricordo che l’uscita americana è fissata al 12 aprile 2019.

Come sappiamo, il budget di questo Hellboy è decisamente inferiore rispetto a quello richiesto da Guillermo del Toro per realizzare Hellboy III – Dark Worlds, e il film si preannuncia “più oscuro e raccapricciante” rispetto alle precedenti trasposizioni: non a caso, punta senza problemi alla classificazione restricted (vietato l’ingresso in sala ai minori di 17 anni non accompagnati). Ian McShane presta il volto al Professor Trevor Bruttenholm (alias Professor Broom), padre adottivo di Hellboy, mentre Milla Jovovich è la Regina di Sangue. Daniel Dae Kim interpreta Ben Daimio. Sophie Okonedo presta il volto a Lady Hatton, veggente dell’Osiris Club, antico club inglese che indaga sui misteri sovrannaturali; Alistair Petrie interpreta Lord Adam Glaren, membro d’alto rango del club; mentre Brian Gleeson è Merlino, il celebre mago. Nel cast anche Sasha Lane (Alice Monaghan) e Penelope Mitchell (Ganeida).

La produzione è curata da Larry Gordon, Lloyd Levin e Mike Richardson, quest’ultimo per conto di Dark Horse Entertainment. La trama dovrebbe essere basata sull’arco narrativo La caccia selvaggia, dove compare proprio Nimue alias Regina di Sangue, potentissima strega che fu amata da Merlino: il mago le trasmise la sua conoscenza, ma lei usò questo potere per imprigionarlo in una tomba per l’eternità. Senza la sua guida, Nimue impazzì e cominciò a venerare l’Ogdru Jahad, antica divinità destinata a causare la fine del mondo. Hellboy fu costretto a risvegliare un’armata di cavalieri deceduti per affrontarla, ma Nimue, seppur sconfitta, riuscì a trascinarlo all’inferno con lei.

LEGGI ANCHE:

Un banner infernale e ricco di personaggi per Hellboy

Hellboy avvolto dalle fiamme nel poster

La Regina di Sangue nel nuovo poster di Hellboy

Sophie Okonedo, Brian Gleeson e Alistair Petrie nel cast di Hellboy

David Harbour è Hellboy nella prima foto del reboot

Daniel Dai Kim sarà Ben Daimio in Hellboy

Ed Skrein lascia Hellboy in seguito alle polemiche sul whitewashing

Milla Jovovich sarà la Regina di Sangue in Hellboy

Ian McShane sarà il Professor Broom in Hellboy

David Harbour e la mano destra del destino nella foto dal backstage di Hellboy: Rise of the Blood Queen

Un promo art di Mike Mignola per Hellboy: Rise of the Blood Queen

Neil Marshall dirigerà Hellboy: Rise of the Blood Queen con David Harbour

Il copione è opera di Mike Mignola (creatore del personaggio) insieme a Andrew Cosby e Christopher Golden, mentre Millennium è in trattative con Larry Gordon e Lloyd Levin per la produzione. Vi terremo aggiornati.

Fonte: Empire

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

David Duchovny entra nel cast del reboot di Giovani streghe – The Craft 17 Ottobre 2019 - 9:15

Anche David Duchovny, il mitico Fox Mulder, è entrato nel cast di The Craft il reboot del fim degli anni novanta Giovani Streghe

Bojack Horseman – Il trailer italiano della stagione 6 17 Ottobre 2019 - 8:34

Il trailer della sesta (e ultima) stagione di Bojack Horseman è disponibile anche in versione italiana. La prima parte uscirà il prossimo 25 ottobre.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.