L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Escape at Dannemora: Ben Stiller regista dell’evento televisivo dell’anno, la recensione

Escape at Dannemora: Ben Stiller regista dell’evento televisivo dell’anno, la recensione

Di Adriano Ercolani

Ispirata dalla storia vera dei due carcerati Richard Matt e David Sweat che nel 2015 sono evasi dal penitenziario di Clinton, New York, la miniserie interamente diretta da Ben StillerBen Stiller deve essere considerata con pieno diritto uno degli eventi televisivi dell’anno.

Ci sono echi dei migliori prison-movie in questo show, ma anche qualcosa in più: uno studio di caratteri, una ricerca di verità che rendono il prodotto capace di trascendere il genere stesso. L’uso del paesaggio circostante ad esempio, spesso scrutato da Matt (Benicio Del Toro) che anela la libertà perduta, in qualche modo propone un’eco lontana di Qualcuno volò sul nido del cuculo. Perché in fondo sia i prigionieri che la loro complice Tilly Mitchell (Patricia Arquette), un’impiegata dell’istituto correzionale che li aiutò ad evadere, sognano di scappare da una realtà deprimente, disillusa. Escape at Dannemora è una storia di reclusione e sogni perduti per strada, giorno dopo giorno, a prescindere da quale lato delle sbarre i personaggi si trovino.

Sia Ben StillerBen Stiller che gli sceneggiatori Michael Tolkin e Brett Johnson si prendono tutto il tempo necessario per sviluppare la verità insita in caratteri, situazioni e ambienti. Lo show riproduce con enorme efficacia la vita lenta, sempre uguale a sé stessa del carcere. Una quieta disperazione che si propaga nelle anime di chi vive tale situazione. Eppure in nessun caso i personaggi principali vengono tratteggiati con retorica o alcun tentativo nemmeno accennato di glorificazione: Richard, David, Tilly e tutti gli altri sono persone piene di mancanze, lati oscuri, soprattutto debolezze. Attraverso il racconto minuzioso delle loro giornate Stiller e gli altri creatori di Escape at Dannemora riescono nel renderli reali, tangibili. L’uso di un montaggio mai affrettato, dei panorami naturali malinconici e di una colonna sonora vagamente retro ma perfetta per il tono della narrazione, contribuiscono a poi innalzare la qualità della miniserie.

E infine ci sono gli attori, a dir poco encomiabili. In un ruolo che sembra aver recitato già cento volte Benicio del Toro trova invece altre piccole variazioni, dettagli quotidiani in grado di spiegare la calma ma potente determinazione di Matt. Le vere sorprese sono però Paul Dano e Patricia Arquette, entrambi ammirevoli nel dar volto e corpo a figure molto distanti da ciò che hanno interpretato in precedenza: soprattutto l’attrice premio Oscar per Boyhood fornisce una prova superlativa costruendo una figura femminile sfaccettata, che mai riesce a farsi amare ma al tempo stesso impossibile da condannare. È Tilly in fondo il cuore di Escape at Dannemora poiché lei più dei due prigionieri protagonisti è la vera vittima della storia. Una donna che si è arresa alla routine, e trova momentaneo ma effimero conforto nelle meschinità quotidiane.

In conclusione Escape at Dannemora è una miniserie preziosa, sommessamente disperata, magnificamente costruita per essere vera. Un prodotto televisivo che nulla ha da invidiare ai migliori prodotti per il grande schermo. Da vedere sicuramente. Possibilmente da amare.

ISCRIVITI ALLA NUOVA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Echo: ecco Vincent D’Onofrio nel ruolo di Kingpin sul set della serie Marvel 9 Agosto 2022 - 21:30

Ecco Vincent D’Onofrio sul set di Echo, serie dei Marvel Studios con protagonista Maya Lopez.

The Strangers: tre sequel entreranno in produzione il mese prossimo, uno sarà diretto da Renny Harlin 9 Agosto 2022 - 20:45

La saga horror The Strangers, inaugurata nel 2008, proseguirà con tre nuovi capitoli, Renny Harlin alla regia?

The Pope’s Exorcist: Franco Nero sarà il Papa nel film su Padre Amorth 9 Agosto 2022 - 20:20

L'attore italiano affiancherà Russell Crowe, che interpreterà il celebre esorcista Padre Gabriele Amorth

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.