L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Venom, Sony fa centro grazie ad una inaspettata vena comica – La Recensione

Venom, Sony fa centro grazie ad una inaspettata vena comica – La Recensione

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: Chi è Venom? Scopriamolo nel nostro speciale

In arrivo stasera in tutti i cinema italiani, Venom si pone principalmente due traguardi fondamentali: introdurre un nuovo universo, il Sony’s Universe of Marvel Characters (nel quale vedremo arrivare relativamente a breve personaggi come Morbius il Vampiro Vivente, Kraven il Cacciatore, Silk e così via), e rendere finalmente omaggio al personaggio omonimo nato dai fumetti di Spider-Man, che già Sam Raimi in Spider-Man 3 aveva introdotto – se servisse ancora chiarirlo, in un universo narrativo completamente separato – con ben poco successo (di critica).

LO SPIDER-VERSE SENZA SPIDER-MAN

Venom diventa nella nuova cosmologia nata da Sony il nome proprio del simbionte che si legherà a Eddie Brock (Tom Hardy), con tutta una nuova serie di regole e sottotesti che si differenziano fortemente dai fumetti a causa della totale mancanza del personaggio di Spider-Man.
La scommessa di Sony è ambiziosa quanto semplice: all’indomani dell’accordo con i Marvel Studios riguardo lo sfruttamento di Peter Parker e di alcuni dei suoi più importanti villain e comprimari (dallo Scorpione all’Avvoltoio fino a zia May o Flash Thompson, come visto in Spider-Man: Homecoming), nasceva l’idea del SUMC, un nuovo universo Marvel che va ad affiancarsi al Marvel Cinematic Universe e all’Universo Mutante dedgli X-Men di 20th Century Fox, nel quale far confluire tutti i personaggi già da tempo appannaggio di Sony ma esclusi da suddetto accordo.

Ne risulta quindi uno Spider-verse senza Spider-Man, un universo (il SUMC appunto) popolato di personaggi strettamente legati alle avventure di Peter Parker in cui Peter (assieme a tutti i personaggi già comparsi – o destinati a comparire – nel MCU) non esiste affatto. In riferimento al film in questione, ne risulta un Venom differente, con diverse origini e caratteristiche biologiche, background e poteri molto diversi da quelli che il simbionte possiede nei fumetti; l’universo Sony prende il via solo nominalmente, prendendo la strada più lunga ma probabilmente più sicura per introdurre i propri personaggi in pellicole completamente monografiche (in contrapposizione ad esempio ai film del DC Extended Universe di Wonder Woman e compagni che in una rincorsa impossibile al MCU si sono rivelati quasi fallimentari).

LA VENA COMICA

Fin dal principio la promozione del film ha intavolato dei toni oscuri e dark, al punto che i fan hanno inizialmente creduto e sperato che il rating della pellicola sarebbe potuto essere un “R” (ovvero, vietato ai minori di 17 anni non accompagnati), mentre la produzione si è poi assestata su un più rassicurante PG-13 (visione sconsigliata ai minori di 13 anni non accompagnati): nessuno si aspettava però che Venom sarebbe arrivato nelle sale come un puro e semplice (quanto efficace) film comico.

Sulla scia di Deadpool e Guardiani della Galassia, il film sul “protettore letale” interpretato da Tom Hardy scopre ben presto le sue carte con una serie di situazioni divertenti e di battute incalzanti che trovano il culmine nel momento dell’avvenuta simbiosi fra simbionte ed umano: dopo l’incipit che ci porta all’incontro fra i due, gli spassosi dialoghi fra l’ospite ed il suo parassita accompagnano lo spettatore fino alla fine della pellicola, alleggerendo il tono dei timidi momenti horror che il regista Ruben Fleischer inserisce a più riprese.
Indubbiamente la forte impostazione comica del film spiazzerà la maggior parte dei fan, ma una volta entrati nell’ottica giusta è facile considerare Venom un ottimo prodotto di intrattenimento, pur se ben (curiosamente) lontano dalle premesse con le quali si è rivolto al pubblico.

VENOM LIGHT

Si tratta indubbiamente di un film molto leggero, leggerezza che si riflette anche sull’impostazione narrativa della trama e sulla caratterizzazione dei personaggi: all’infuori di Eddie, che Tom Hardy costruisce alla perfezione regalandoci l’ennesima prova magistrale della sua carriera, i comprimari come Anne Weying (una sempre brillante Michelle Williams, curiosamente a suo agio all’interno di un cinecomic) o ancor più Carlton Drake (Riz Ahmed, forse il meno carismatico membro del cast) appaiono sfocati e puramente funzionali alla storia: soprattutto nel caso di Drake, un villain le cui motivazioni stanno in piedi solo in virtù di una innata quanto poco interessante crudeltà.

Come già accennato, i toni leggeri e comici del film potrebbero essere visti negativamente all’inizio, in contrasto con l’aspettativa dei fan che sicuramente si auguravano un film decisamente diverso; è necessario – proprio come succede fra Venom ed Eddie – entrare in simbiosi con le realistiche intenzioni e la reale portata del film per goderne appieno ed evitare un rigetto tanto inutile quanto sterile: Venom presta il fianco a delle ovvie critiche da parte di uno spettatore superficiale, per assurdo proprio da parte di chi potrebbe non riuscire ad apprezzarne gli squisiti lati – nel senso buono del temine – superficiali. Il film di Ruben Fleischer diverte e lo fa con misurata intelligenza, facendo ricorso a tratti demenziali solo in minima parte e sfruttando il solitamente sottovalutato potenziale comico di Tom Hardy.
L’errore più grande di Sony (le cui ragioni verranno forse svelate nei prossimi giorni?) è stato quello commesso in sede di promozione pubblicitaria, avendo presentato e promesso una pellicola sostanzialmente diversa dal prodotto finale: se si perdona a Venom questa “sbavatura” esterna al film stesso, ne risulta a fronte di alcuni difetti un prodotto totalmente godibile, un intrattenimento leggero e divertente arricchito da interpretazioni perfette e da effetti speciali molto sopra la media.
Cosa volere di più da un cinecomic?

LEGGI ANCHE:

Eddie flirta con Annie nella nuova clip di Venom

Eddie scopre i poteri del simbionte in questa clip di Venom

Eddie scatena il simbionte in una clip di Venom

La prima clip di Venom

Spot e featurette con scene inedite per Venom

Tom Hardy dà vita al simbionte in una featurette di Venom

Il poster finale di Venom

Il simbionte ritratto sul poster IMAX di Venom

Eddie Brock impara a convivere col simbionte in un video di Venom

Venom sarà PG-13, ecco una nuova immagine

È guerra tra simbionti nel full trailer di Venom

Eddie e il simbionte nelle nuove immagini di Venom

Woody Harrelson conferma i rumor sul suo ruolo in Venom

Il secondo trailer e il poster di Venom

Il primo trailer di Venom

Il primo poster di Venom

L’uscita di Venom è prevista per oggi 4 ottobre 2018, mentre il copione è stato affidato a Scott Rosenberg (Con Air, Fuori in 60 secondi, Jumanji) e Jeff Pinkner (The Amazing Spider-Man 2, La Torre Nera, Jumanji), dopo la prima stesura di Dante Harper (incaricato un anno fa). Anche Rhett Reese e Paul Wernick scrissero una sceneggiatura, in passato. Il protagonista Eddie Brock è interpretato da Tom Hardy, mentre Michelle Williams interpreta Anne Weying, procuratrice distrettuale nonché interesse romantico di Eddie; nel cast anche Woody Harrelson (Cletus Kasady), Riz Ahmed (Dr. Carlton Drake), Jenny Slate (Dora Skirth), Reid Scott, Scott Haze (Roland Treece), Sope Aluko, Scott Deckert e Ron Cephas Jones. Alla regia c’è Ruben Fleischer.

La produzione è curata da Avi Arad e Matt Tolmach (già alle spalle degli ultimi film di Spider-Man).

[AMAZONPRODUCTS asin=”8832880202″ partner_id=”screenweek-21″]

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 6 novembre 2018.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!
Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

ScreenWeek sta seguendo l'edizione 2019 del Toronto International Film Festival. Segui QUESTO LINK per non perderti tutte le nostre recensioni in anteprima!
Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Le Mans ’66 – Si va in guerra nel nuovo trailer italiano 15 Settembre 2019 - 20:00

Le provocazioni di Ferrari e la realizzazione di un auto in grado di competere contro la casa automobilistica italiana nel nuovo trailer italiano di Le Mans '66

Black Narcissus – Nel cast Alessandro Nivola e Gemma Arterton 15 Settembre 2019 - 19:00

Alessandro Nivola e Gemma Arterton interpreteranno i protagonisti della miniserie di tre episodi Black Narcissus basata sul romanzo Narciso nero

El Gato Negro – Robert Rodriguez e Diego Boneta insieme per lo show di Apple TV+ 15 Settembre 2019 - 18:00

Robert Rodriguez e Diego Boneta insieme per lo show di Apple TV+ El Gato Negro, basato sul fumetto messicano creato da Richard Dominguez

La storia di Dune (FantaDoc) 12 Settembre 2019 - 16:28

Il lungo e tortuoso percorso che ha portato il Dune di David Lynch, con il suo cast pieno di stelle, a diventare un grandissimo successNO.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Lancillotto 008 11 Settembre 2019 - 12:15

Dare tutto un altro significato all'espressione "monkey business": gli scimpanzé agenti segreti di Lancillotto 008.

7 cose che forse non sapevate su George della Giungla, Superpollo e Tom Slick 10 Settembre 2019 - 16:58

"Tu parti con la liana ma poi non arrivi mai"... Ma le curiosità su George della giungla e i suoi sodali Superpollo e Tom Slick arrivano invece subito, eccole!