Condividi su

08 ottobre 2018 • 20:50 • Scritto da Marlen Vazzoler

La pirateria globale è in crescita, i servizi SVOD la stanno favorendo?

La crescente offerta dei servizi streaming sembra essere la causa del recente aumento della pirateria secondo lo studio 'Global Internet Phenomena'
0

La relazione dei ricercatori di Sandvine sul Global Internet Phenomena offre degli spunti interessanti, in particolare la teoria secondo la quale Netflix e gli altri servizi streaming che lanciano contenuti esclusivi, ‘forzino’ i potenziali clienti a sottoscriversi a molteplici piattaforme per ottenere tutto il contenuto a cui sono interessati, un costo proibitivo per i propri portafogli. Portandoci così all’ipotesi secondo la quale questa maggiora offerta stia favorendo la crescita della pirateria.

Sono poche le applicazioni che dominano la scena mondiale: le più grandi fonti storiche di traffico erano: Netflix, YouTube, Facebook e BitTorrent, oggi sono ancora dei pezzi grossi ma il panorama di internet si è diversificato significativamente, mostrando dei sostanziali cambiamenti negli anni precedenti.

Netflix e YouTube sono ancora i nomi più importanti per lo streaming, ma c’è un numero sempre più crescente di altri fornitori di streaming. Questa tendenza alla diversità ha portato direttamente alla costante pertinenza della condivisione dei file, che è ancora una delle principali fonti di traffico Internet. I consumatori che non possono permettersi di sottoscriversi a tutti i diversi servizi si rivolgono alla condivisione dei file per ottenere i contenuti più recenti, anche quando i governi tentano di chiudere i siti di condivisione.

Il traffico downstream è per il 58% video, nonostante ci sia un numero maggiore di operatori che regolano questo tipo di traffico. Inoltre più del 50% del traffico internet è crittografato, sempre più applicazioni offrono connessioni sicure end-to-end, e questo dato continuerà a crescere.

Il gioco sta diventando un contribuente significativo per quanto riguarda il traffico, grazie ai prodotti mobile.
La condivisione dei file non è morta. Sebbene sia presente un numero maggiore di scelte e di canali, i consumatori non hanno delle buone opzioni nell’accedere a tutto il contenuto che potrebbe interessargli, e continuano a servirsi della pirateria.

Infine gli eventi dal vivo stanno cominciando ad avere un effetto più evidente sui network, la Coppa del mondo e il Super Bowl generano delle punte nei network di tutto il mondo, superando YouTube e le altre applicazioni video.

Alcune applicazioni non sono sempre crittografate e Sandvine non le ha contate come parte di quel 50%. Anche con una posizione conservatrice, il traffico TLS è cresciuto (mostrando un passaggio a un protocollo più sicuro di SSL). Per i consumatori, questo è ottimo: il loro traffico ha una privacy migliore che mai. Questo non li protegge da pirati informatici o da violazioni dei dati, ma almeno assicura che il loro traffico non possa essere “letto” da chiunque abbia accesso al traffico di rete, in particolare con l’uso crescente della connettività WiFi pubblica.

Per gli operatori di rete, questa tendenza crea una grande sfida. Gli operatori di rete – fissi, mobili, WiFi e persino satellitari – hanno bisogno di comprendere la composizione del traffico (non il contenuto) in modo da poter costruire una rete in grado di soddisfare le aspettative di qualità di un consumatore. Con una percentuale più alta di traffico crittografato ogni giorno, gli operatori stanno lottando per ottenere una visione olistica delle loro reti.

In un mondo in cui le piattaforme e i servizi streaming continuano ad aumentare, e i consumatori tendono a selezionare l’offerta, sarà interessante vedere se e come reagiranno i servizi di streaming per arginare il problema della pirateria.

Fonte Global Internet Phenomena

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 6 novembre 2018.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ISCRIVITI ALLA NUOVA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!
ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *