Condividi su

02 ottobre 2018 • 13:30 • Scritto da Adriano Ercolani

Il mistero della casa del tempo: la recensione del fantasy con Jack Black e Cate Blanchett

Il mistero della casa del tempo sfrutta la professionalità di due interpreti consumati come Jack Black e soprattutto Cate Blanchett regalando loro la possibilità di divertirsi e divertire.
0

L’adattamento cinematografico del libro per giovanissimi scritto da John Bellairs possiede uno dei cast più eterogenei e originalmente assortiti degli ultimi anni. Prima di tutto la Universal ha chiamato dietro la macchina da presa Eli Roth, cineasta che negli anni passati si è costruito una reputazione attraverso l’horror di stampo più cruento, dirigendo cult-movie come i due episodi di Hostel e Green Inferno. In secondo luogo poi i due protagonisti adulti del film compongono una coppia che difficilmente avremmo pensato di veder recitare insieme: il giullare di Hollywood Jack Black – il quale dopo il successo del primo Piccoli Brividi sta evidentemente cercando di imporsi nel filone di fantasy per bambini – e probabilmente la miglior attrice oggi in circolazione, Cate Blanchett, che ogni tanto ama concedersi alcuni “divertimenti” nel cinema più leggero e di evasione. A confermarlo titoli come il recentissimo Ocean’s 8 e il precedente Thor: Ragnarok.

Ebbene, nonostante Il mistero della casa del tempo sia stato assemblato in maniera decisamente peculiare, il prodotto possiede una sua singolare coerenza interna e soprattutto ottiene l’effetto primario per cui era stato concepito: quello di divertire. E non solo gli spettatori più piccini. Senza problematizzare eccessivamente alcune tematiche sotterranee che la storia o il background dei personaggi possiedono la sceneggiatura scritta da Erik Kripke mescola con discreta scioltezza azione e commedia, lasciando che siano gli attori a caratterizzare i propri ruoli al fine di renderli appetibili per il pubblico di ogni fascia d’età. E man mano che la trama si dipana l’alchimia tra Jack Black e la Blanchett si rivela sorprendentemente efficace: anche senza essere necessariamente emotivamente troppo coinvolti nella drammaticità degli eventi ci si diverte comunque a vedere le due star duettare a colpi di gigioneria (l’attore) ed elegante istrionismo (l’attrice due volte premio Oscar). Sono loro a garantire a Il mistero della casa del tempo il necessario appeal per coinvolgere gli spettatori adulti in uno spettacolo comunque indirizzato primariamente ai più giovani. Al resto pensa un Eli Roth che dimostra di saper padroneggiare la messa in scena garantendo al prodotto una qualità visiva più che decente, con alcune trovare anche originali.

Senza voler essere un lungometraggio che vola troppo alto Il mistero della casa del tempo si rivela intrattenimento sufficientemente ben organizzato e girato, che sfrutta la professionalità di due interpreti consumati come Jack Black e soprattutto Cate Blanchett regalando loro la possibilità di divertirsi e divertire. Nulla di trascendentale per il genere, ma il prezzo del biglietto non verrà di certo rimpianto.

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 6 novembre 2018.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI

Vi invitiamo anche a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perderti tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ISCRIVITI ALLA NUOVA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *