L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Doctor Sleep punterà alla classificazione “Restricted”

Doctor Sleep punterà alla classificazione “Restricted”

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: Jocelin Donahue entra nel cast di Doctor Sleep

Mike Flanagan è attualmente impegnato con la promozione di Hill House, la splendida serie horror che uscirà domani su Netflix, ma nel suo immediato futuro c’è un altro progetto molto atteso: si tratta di Doctor Sleep, basato sull’omonimo romanzo di Stephen King (sequel del celebre Shining).

Ebbene, Christina Radish di Collider gli ha posto alcune domande in proposito, e il regista ha dichiarato che il film punterà quasi sicuramente alla classificazione “Restricted”, ovvero vietato ai minori di 17 anni non accompagnati; in fondo, dopo i successi commerciali di Deadpool, Logan, Deadpool 2 e IT – Parte 1, gli studios hanno meno paura del rating R, quindi non c’è da stupirsi che un horror come Doctor Sleep (prodotto sempre dalla Warner, la stessa di IT) proceda nella medesima direzione. Le riprese sono appena iniziate, e Flanagan ha spiegato che non intende emulare Stanley Kubrick:

Volevo fare Doctor Sleep per amore della famiglia Kubrick e del romanzo originale. Quando ho letto Doctor Sleep, alla sua prima pubblicazione, sono stato subito attratto dalla possibilità di trascorrere ancora del tempo con Danny Torrance. Tocca dei temi che considero molto interessanti, ovvero i traumi infantili che portano all’età adulta, la dipendenza, il crollo di una famiglia e i suoi effetti, decenni dopo. Include molte delle cose che preferisco, quindi sono stato molto, molto affascinato dalla possibilità di giocare in quel mondo. Al contempo, però, è un progetto che mette in soggezione, semplicemente perché ci troviamo all’ombra di Stanley Kubrick, un po’ come se fosse Gesù. Questo è ciò che intimorisce. Ma l’unico modo di farlo è dire “Non sono Kubrick, non lo sarò mai e non ci proverò neanche”. Farò il mio film e verificherò le reazioni della gente. Spegnerò internet per due settimane, quando uscirà il film, e tutto andrà bene.

Come sappiamo, Ewan McGregor interpreterà la versione adulta di Danny, mentre Rebecca Ferguson sarà Rose the Hat, leader del Vero Nodo. Alex Essoe e Carl Lumbly interpreteranno rispettivamente Wendy Torrance e Dick Halloran; Zahn McClarnon presterà il volto a Crow Daddy, braccio destro di Rose the Hat; Kyliegh Curran interpreterà Abra Stone; Bruce Greenwood presterà il volto al Dr. John Dalton; e Emily Alyn Lind sarà Snakebite Andi, altro membro del Vero Nodo. Il cast include anche Jocelin Donahue.

In Doctor Sleep, Danny è ancora perseguitato dalle visioni della “luccicanza”, ma riesce a mettere a buon uso i suoi poteri quando comincia a lavorare in un ospizio, dove il suo dono gli permette di regalare agli anziani pazienti il conforto finale. Qui di seguito potrete leggere la sinossi ufficiale del romanzo, pubblicato in Italia da Sperling & Kupfer:

Perseguitato dalle visioni provocate dallo shining, la luccicanza, il dono maledetto con il quale è nato, e dai fantasmi dei vecchi ospiti dell’Overlook Hotel dove ha trascorso un terribile inverno da bambino, Dan ha continuato a vagabondare per decenni. Una disperata vita on the road per liberarsi da un’eredità paterna fatta di alcolismo, violenza e depressione. Oggi, finalmente, è riuscito a mettere radici in una piccola città del New Hampshire, dove ha trovato un gruppo di amici in grado di aiutarlo e un lavoro nell’ospizio in cui quel che resta della sua luccicanza regala agli anziani pazienti l’indispensabile conforto finale. Aiutato da un gatto capace di prevedere il futuro, Torrance diventa Doctor Sleep, il Dottor Sonno. Poi Dan incontra l’evanescente Abra Stone, il cui incredibile dono, la luccicanza più abbagliante di tutti i tempi, riporta in vita i demoni di Dan e lo spinge a ingaggiare una poderosa battaglia per salvare l’esistenza e l’anima della ragazzina. Sulle superstrade d’America, infatti, i membri del Vero Nodo viaggiano in cerca di cibo. Hanno un aspetto inoffensivo: non più giovani, indossano abiti dimessi e sono perennemente in viaggio sui loro camper scassati. Ma come intuisce Dan Torrance, e come imparerà presto a sue spese la piccola Abra, si tratta in realtà di esseri quasi immortali che si nutrono proprio del calore dello shining. Uno scontro epico tra il bene e il male, una storia agghiacciante e meravigliosa, un ritorno al fantastico e all’horror dei primi lavori di King. Doctor Sleep inquieta e fa paura, ma soprattutto commuove ed emoziona.

Doctor Sleep sarà la seconda trasposizione di Stephen King firmata da Mike Flanagan, dopo Il gioco di Gerald. Il regista ha scritto anche la sceneggiatura, mentre l’uscita è prevista per il 24 gennaio 2020.

LEGGI ANCHE:

Emily Alyn Lind entra nel cast di Doctor Sleep

Anche Bruce Greenwood entra nel cast di Doctor Sleep

Kyliegh Curran nel cast di Doctor Sleep

Alex Escoe e Carl Lumbly nel cast di Doctor Sleep

Anche Rebecca Ferguson nel cast di Doctor Sleep

Ewan McGregor sarà Danny Torrance in Doctor Sleep

Mike Flanagan porterà Doctor Sleep sul grande schermo

La recensione de Il gioco di Gerald

Fonte: WScreenRant

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 6 novembre 2018.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Lucca C&G 2019 – Dal pilot di Batwoman all’anteprima di Summer of ’84 20 Ottobre 2019 - 20:00

Ormai manca pochissimo a Lucca C&G, ecco tutte le ultime novità dell'Area Movie, da Shinko e la magia millenaria a Summer of '84 al pilot di Batwoman

Secondo The Rock le riprese di Black Adam cominceranno nel luglio del 2020 20 Ottobre 2019 - 19:00

Le riprese di Black Adam cominceranno nell'estate del 2020, lo ha rivelato il suo interprete Dwayne Johnson su Twitter

Watchmen – Un nuovo spot con gli elogi della critica 20 Ottobre 2019 - 18:00

Il nuovo spot di Watchmen comprende gli elogi della stampa americana. Il debutto italiano della serie è atteso per questa notte in contemporanea con gli USA.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.