L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Front Runner racconta il passato per mostrarci le contraddizioni del presente, la recensione

The Front Runner racconta il passato per mostrarci le contraddizioni del presente, la recensione

Di Adriano Ercolani

Quando un lungometraggio preferisce porre interrogativi piuttosto che fornire risposte, quello ė un lungometraggio che vale la pena vedere. Perché ti rimarrà nella memoria, ti costringerà in un modo o nell’altro a confrontarti con le tue idee, magari alla fine anche a prendere una posizione.

È questo che The Front Runner fa. Ed è per questo che è un film profondamente importante.
La storia è quella vera del senatore democratico Gary Hart, grande favorito per diventare il contendente di George Bush Sr. per la presidenza degli Stati Uniti. La scoperta della stampa delle sue infedeltà coniugali ne seppellì la carriera, costringendolo nel giro di pochi giorni a ritirarsi per la corsa alla Casa Bianca. Si trattò a conti fatti del promo grande scandalo sessuale legato alla politica che diventò un gigantesco evento mediatico, ridefinendo totalmente i rapporti tra informazione e organi di potere.

La sceneggiatura del film di Jason Reitman mette le due parti in causa con una distanza oggettiva di lucidità impressionante e sinceramente ammirevole. Il dilemma fondamentale che la storia propone è probabilmente il più importante dei nostri tempi: dove finisce il diritto alla privacy e dove comincia quello all’informazione quando entrambi vengono applicati a persone che devono governare un Paese? Per tutta la durata di The Front Runner Reitman non perora nessuna delle cause ma ne mette in scena motivazioni, vizi di forma, ambiguità etiche così come la loro validità. Alla fine del film starà veramente al senso morale dello spettatore scegliere chi ha ragione, senza che per questo la sua decisione sia necessariamente giusta o sbagliata. Quello che il film intende fare, riferendosi in molti momenti in maniera esplicita anche ai dilemmi del nostro presente, è proporre un dibattito che sviluppi la volontà di andare a fondo a tali questioni, senza fermarsi a giudizi sommari o convinzioni preconcette.

Passando a un’analisi più propriamente filmica, The Front Runner è improntato su un’idea di regia che basa la propria forza sulle interpretazioni degli attori e sulla loro capacità di sviluppare in profondità caratteri, psicologie, situazioni drammatiche. Dal protagonista Hugh Jackman passando per i comprimari di lusso Vera Farmiga, J.K. Simmons o Kevin Pollack, fino a tutti gli attori meno conosciuti inseriti in ruoli comunque importanti: tutti contribuiscono al loro meglio a rendere il film vero, tangibile, denso di significato.

Scritto con enorme competenza, diretto e interpretato con un’idea molto precisa su cosa raccontare al pubblico, The Front Runner è uno dei migliori film che raccontano una storia passata per mostrarci in realtà le contraddizioni della nostra società. Probabilmente non realizzato un atto d’accusa, quanto piuttosto un monito.

ISCRIVITI ALLA NUOVA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Jeffrey Dean Morgan sarà il protagonista dell’horror Shrine 19 Settembre 2019 - 1:53

Alla produzione la specializzata Screen Gems.

Michael B. Jordan e la Warner realizzeranno Kingdom Of Souls 19 Settembre 2019 - 1:39

L'attore e la major hanno acquistato i diritti della trilogia letteraria di Rena Barron.

The Boondocks, via libera al revival su HBO Max 18 Settembre 2019 - 21:30

La serie animata creata da Aaron McGruder tornerà con due nuove stagioni

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Batman, il telefilm 18 Settembre 2019 - 15:47

Nanananananananana...

7 cose che forse non sapevate sulla Famiglia Mezil 17 Settembre 2019 - 16:32

Lo storico cartoon della Famiglia Mezil, che veniva da oltre cortina e... ha ispirato i Simpson?!?

StreamWeek: giù, nella tana del bianconiglio, con Undone 16 Settembre 2019 - 11:32

A qualcuno piace Caldo, City on a Hill e Undone nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.