L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Mid90s: l’esordio alla regia di Jonah Hill arriva toccante e sincero, la recensione

Mid90s: l’esordio alla regia di Jonah Hill arriva toccante e sincero, la recensione

Di Adriano Ercolani

L’esordio alla regia di Jonah Hill arriva, toccante e sincero, a confermaci qualcosa che da molto tempo avevamo intuito: dietro l’attore comico c’è una personalità ben più complessa, quasi enigmatica, che preferisce nascondersi dietro la maschera. Fin dai tempi di Superbad in qualche modo avevamo percepito che lo stile istrionico, sboccato e sbruffone di Hill celasse invece il tormento di chi si sente in realtà un outcast, tenuto ai margini. Ed è proprio questo che il suo film racconta. Quanto sia letteralmente autobiografico non possiamo saperlo con certezza, ma di certo si capisce che è molto, molto personale. La vicenda del giovanissimo Stevie, che nel tentativo di sfuggire una vita familiare complessa – madre spesso assente e fratello maggiore manesco – trova in un gruppo di skaters il nucleo perfetto per nascondersi, sentirsi al sicuro, imparando spesso a sue spese che crescere significa anche sbattere la testa sull’asfalto.

Come il titolo il titolo del film esplicita, l’ambientazione temporale è parte fondamentale della storia, poiché tratteggia un momento storico e culturale di transizione che determina il senso di spaesamento dei personaggi, non solo del giovane protagonista. Non ci sono veri e propri antagonisti in Mid90s, quanto piuttosto una serie di personalità frammentate, incerte, purtroppo corrose internamente dalla frustrazione, come il doloroso fratello di Stevie, Ian, interpretato da un Lucas Hedges sontuoso. Dietro momenti di delicatezza e di soltanto apparente evasione si celano invece storie di violenza fisica e psicologica, nei sobborghi di una Los Angeles alienante e dispersiva come non mai. Jonah Hill mette in scena questa storia di crescita con una lucidità narrativa ed estetica impressionante: come nella vita reale anche lo stato emotivo di Stevie scivola dalla felicità alla disperazione in pochi istanti, facendo di Mid90s un film che scalda gli animi e un minuto tempo li gela con scene di dolore e forza emotiva impossibili da ignorare.

Con il suo primo sforzo dietro la macchina da presa Jonah Hill ha raccontato qualcosa di più che la sua storia: ha raccontato se stesso. In maniera più profonda e lancinante di quanto un semplice racconto di formazione avrebbe probabilmente saputo fare. Hill ha messo in scena la speranza e insieme la disillusione, la gioia accompagnata dalla frustrazione. Mid90s è un grido di libertà e disperazione di sincerità quasi respingente, è cinema del cuore che osa aprirsi per mostrare anche di essere dilaniato. Un film piccolo, silenzioso, quasi timido nella sua confezione, ma gigantesco nel suo coraggio.

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 6 novembre 2018.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI

Vi invitiamo anche a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perderti tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ISCRIVITI ALLA NUOVA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Jonathan Glazer dirigerà un film sull’Olocausto 24 Ottobre 2019 - 1:10

Alla produzione la A24.

Zosia Mamer raggiunge Kaley Cuoco nella serie The Flight Attendant 24 Ottobre 2019 - 0:56

Il progetto andrà sul canale streaming HBO Max.

Antlers: un nuovo, terriricante trailer per l’horror prodotto da Guillermo del Toro 23 Ottobre 2019 - 21:30

Ecco un nuovo, inquietante trailer di Antlers, l'horror prodotto da Guillermo del Toro e diretto da Scott Cooper, in arrivo nelle nostre sale nel 2020.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – UFO 23 Ottobre 2019 - 12:00

UFO, la storia di come il papà dei Thunderbirds ha immaginato un futuro pieno di parrucche viola.

Galline in Fuga 2: il sequel del film Aardman sta per diventare realtà! 22 Ottobre 2019 - 15:30

Galline in Fuga 2, sequel del film animato in stop-motion del 2000, è entrato ufficialmente in fase di post-produzione! La Aardman riuscirà a riportare in auge il brand, oppure si tratta di un tentativo fuori tempo massimo?

7 cose che forse non sapevate su Hello Sandybell! 22 Ottobre 2019 - 10:00

La cugina giapposcozzese di Pippi Calzelunghe, Lost in Translation e gli schiaffi da censura. Sette curiosità su Hello Sandybell.