L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Equalizer 2: un sequel che funziona meglio dell’originale, la recensione

The Equalizer 2: un sequel che funziona meglio dell’originale, la recensione

Di Adriano Ercolani

Visto il successo forse anche inaspettato nelle proporzioni del primo episodio, era quasi impossibile che Antoine Fuqua e Denzel Washington non tornassero a collaborare al sequel, visto che la coppia è più che affiatata avendo realizzato anche altri due film di successo: il remake de I Magnifici Sette e soprattutto Training Day, per cui l’attore ha vinto il suo secondo premio Oscar.

Ebbene, una volta tanto possiamo scrivere che il secondo episodio funziona decisamente meglio dell’originale. Con The Equalizer 2 – Senza Perdono infatti sia il regista che il protagonista dimostrano di saper padroneggiare con maggiore lucidità storia, tono del racconto, arco narrativo del personaggio, estetica della produzione. Dove infatti nell’originale la trama molto spesso sembrava un semplice pretesto per annodare insieme scene d’azione ben realizzate ma tutto sommato unicamente volte allo spettacolo, in questo nuovo episodio la sceneggiatura procede scandita in maniera coerente, con Robert McCall (Washington) che stavolta ha un motivo personale per scatenare la sua furia vendicativa. Ed ecco che da una premessa semplicemente credibile Fuqua costruisce un action che sfrutta con pienezza anche i dilemmi interiori dei personaggi, trovando un equilibrio molto più efficace tra intrattenimento e approfondimento psicologico.

Anche Denzel Washington si ritrova a dover riempire un carattere meglio strutturato, attraverso cui sciorinare le sue consumate doti di istrione. Lavorando su una sceneggiatura sviluppata con logica e funzionalità, The Equalizer 2 – Senza Perdono si fa notare per una messa in scena che non cerca di emulare le acrobazie pirotecniche del precedente ma al contrario focalizza l’azione nei punti necessari, risultando un thriller teso ma mai sovraccarico di eccessivo spettacolo pirotecnico, problema che ormai questo tipo di produzioni sembra non riuscire più a contenere. Fuqua invece si concede anche piccole ma saporitissime escursioni in altri generi, soprattutto il western (rivisitato ovviamente in chiave contemporanea). Lo showdown finale tra McCall e il gruppo di criminali venuti per eliminarlo definitivamente è un omaggio esplicito a classici western come Mezzogiorno di fuoco ma soprattutto Il cavaliere pallido, capolavoro di Clint Eastwood troppo spesso dimenticato quando si citano le sue opere migliori.

The Equalizer 2 – Senza Perdono si presenta dunque come un film autunnale, malinconico, con un protagonista in chiaroscuro dotato di un codice morale d’altri tempi, che lo costringe ad essere quasi suo malgrado un outcast in un mondo che sembra aver perso ogni tipo di regole. Più che lo spettacolo, comunque organizzato con convincente coerenza estetica, alla fine ciò che rimane impresso nella memoria del pubblico sono i momenti di dramma interiore, è la figura solitaria di McCall seduto nella sua poltrona, mentre finisce di leggere il suo libro e torna col pensiero alla moglie ormai perduta. Così quando scatta l’azione capiamo meglio da cosa è mossa, qual è lo spirito che arde dentro l’eroe dilaniato. E tutto questo rende The Equalizer 2 – Senza Perdono un prodotto mainstream decisamente migliore di quanto oggi Hollywood mediamente ci propone.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Wars: nella serie su Cassian Andor ci saranno anche Obi-Wan Kenobi e Ahsoka Tano? 6 Marzo 2021 - 20:00

Alcuni interessanti rumor sulla serie live-action di Star Wars dedicata a Cassian Andor, le cui riprese sono attualmente in corso, hanno cominciato a circolare nel web.

Il cast di Chucky: ecco chi sfiderà in TV la Bambola Assassina 6 Marzo 2021 - 19:00

La serie sequel de La bambola assassina, creata da Don Mancini, ha scelto i teenager protagonisti

Prank Encounters: tornano gli scherzi da brivido di Gaten Matarazzo, il trailer della Stagione 2 6 Marzo 2021 - 18:00

Netflix ha diffuso il trailer della seconda stagione di Prank Encounters – Scherzi da brivido, la serie candid camera che vede la partecipazione di Gaten Matarazzo, aka il Dustin di Stranger Things.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.