Condividi su

11 luglio 2018 • 14:30 • Scritto da DocManhattan

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Genitori in blue jeans, ieri e oggi

Che fine hanno fatto, ventisei anni dopo, i protagonisti di Genitori in Blue Jeans?
0

Nato sulla scia di Casa Keaton, Genitori in Blue Jeans (Growing Pains) ha rappresentato una delle sitcom di culto degli anni 80, sfociando nel decennio successivo e occupandolo militarmente, anche da noi, con una serie infinita di repliche. Ma che ne è stato di Mike e del resto della famiglia Seaver? Beh, scopriamolo!

Kirk Cameron (Mike Seaver) ha 47 anni e continua a recitare, anche se il suo film del 2014 Saving Christmas ha fatto incetta di Razzie Award e viene considerata una delle pellicole più brutte degli ultimi anni. Oh, succede. È un attivista evangelico e negli anni ha espresso più volte il proprio rammarico per come la sua conversione religiosa, avvenuta durante gli anni di Genitori in Blue Jeans, l’abbia allontanato dal resto del cast, portandolo a concentrarsi solo sulla sua nuova vita. Al punto da non volere gli altri alle sue nozze… nonostante stesse sposando una collega. È infatti legato dal ’91 a Chelsea Noble (che in Genitori in Blue Jeans era Kate), e i due hanno sei figli.

Alan Thicke (Jason Seaver) era famoso in patria non solo come attore, ma anche come conduttore TV e musicista. Sono sue le sigle de Il mio amico Arnold e di molti altri show. È morto nel dicembre del 2016, stroncato da un infarto mentre, da bravo canadese, giocava a hockey su ghiaccio con suo figlio. Un altro dei figli avuti dai suoi tre matrimoni è il celebre cantante e compositore Robin Thicke.

Joanna Kerns (Maggie Seaver), al secolo Joanne Crussie De Varona, di anni ne ha 65 e dopo Genitori in Blue Jeans si è dedicata soprattutto alla regia. Ha vissuto tutta la sua gioventù in competizione con la sorella maggiore, la nuotatrice olimpica Donna de Varona (due medaglie d’oro a Tokyo ’64), cercando di emularne il successo.

Tracey Gold (Carol Seaver) ha alle spalle una lunga lotta con l’anoressia, combattuta anche negli anni trascorsi sul set del telefilm. Ciò l’avrebbe portata a interpretare nel ’94 un film su questo tema molto delicato, For the Love of Nancy. Continua a recitare in piccoli ruoli, soprattutto in TV.

Jeremy Miller (Ben Seaver) il suo demone, invece, l’ha trovato nella bottiglia, diventando un alcolista praticamente da bambino. Ha dichiarato in alcune interviste di aver iniziato a bere a quattro anni… Ha doppiato molti cartoni animati, ad esempio prestando la voce a Linus in alcune trasposizioni animate dei Peanuts.

Anche la piccola Chrissy Seaver è cresciuta. Ashley Johnson va per i 35 ed è un’attrice e cantante. È famosa soprattutto per aver interpretato (voce e motion capture) la Ellie del videogioco The Last of Us.

E poi c’era il povero e problematico Luke Brower delle ultime stagioni,

interpretato da un certo Leonardo DiCaprio. Magari ne avete sentito parlare. Genitori in Blue Jeans ha generato una serie spin-off nell’88, Dieci sono pochi (Just the Ten of Us), incentrata sull’insegnante di ginnastica di Mike e Carol e durata tre stagioni, e due film reunion per la TV. In Genitori in Blue Jeans – Il film (The Growing Pains Movie, 2000), Mike è sposato con Kate e ha quattro figli (come nella realtà), Carol è un avvocato di successo e Maggie è alle prese con una campagna elettorale. In Genitori in blue jeans – Il ritorno dei Seaver (Growing Pains: Return of the Seavers, 2004), Carol è in attesa e buona parte della famiglia cerca di sabotare la vendita della loro vecchia casa. Anche distruggendola, se necessario. Dai dolori della crescita a quelli immobiliari è un attimo, senti.

LEGGI TUTTE LE RECENSIONI DI DOC MANHATTAN

Se le serie TV sono il tuo pane quotidiano e non puoi farne a meno, segui la pagina Facebook Noi fan delle Serie TV e iscriviti al nostro gruppo dedicato alle serie TV, costantemente aggiornato con tutte le novità legate al mondo del piccolo schermo!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *