L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Hotel Transylvania 3: tempo di vacanze per il Conte Dracula e la sua strampalata famiglia, la recensione

Hotel Transylvania 3: tempo di vacanze per il Conte Dracula e la sua strampalata famiglia, la recensione

Di Adriano Ercolani

Il terzo capitolo delle avventure del Conte Dracula, della sua strampalata famiglia e degli ancor più assurdi e divertenti ospiti del suo macabro albergo propone delle varianti narrative e contenutistiche piuttosto evidenti rispetto ai precedenti due episodi. Prima di tutto l’ambientazione: i personaggi principali escono dal castello per immergersi (è il caso di scriverlo….) in una crociera per soli mostri del tutto particolare, che si rivelerà ben più emozionante e faticosa del previsto. In seconda battuta l’antagonista, che in questo caso si rivela il nemico giurato di Dracula, l’altrettanto leggendario Van Helsing.

Genndy Tartakovsky, genio dell’animazione russo che da anni lavora negli Stati Uniti, ha infatti realizzato un film che mantiene le coordinate estetiche dei precedenti – che sono del resto il suo marchio di fabbrica – ma rafforza storia e soprattutto tematiche intrinseche ad essa. Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa è un film basato su un’animazione semplice, la cui stilizzazione rende i personaggi non in linea con il sempre più marcato “realismo” a cui ad esempio la Pixar ci sta spesso abituando (vedi ad esempio Coco). Tartakovsky punta principalmente a intrattenere il pubblico di più piccini facendoli divertire con trovate narrativamente non elaborate, ma non per questo superficiali, tutt’altro. Il suo è un film esplicitamente per bambini, che però vuole regalare loro anche la possibilità di riflettere su tematiche molto importanti. Il lungometraggio infatti, oltre a rinforzare ancora una volta l’importanza del concetto di famiglia “allargata”, dove i membri si prendono cura l’uno dell’altro a prescindere da qualsiasi tipo di differenza – in questi tempi è un’idea fondamentale da far arrivare al pubblico più giovane… – Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa parla ad esempio anche della possibilità di rimettersi in gioco, di trovare l’amore in età più avanzata, oppure del fatto che razze, religioni, culture diverse possono convivere tra loro in armonia e progredire verso un benessere comune.

Sarebbe un esercizio sterile e soprattutto fuorviante paragonare la serie di Hotel Transylvania e attraverso essa il lavoro di Genndy Tartakovsky alle altre produzioni che le Major continuano a sfornare in fatto di animazione. In questo caso si tratta di un lavoro specifico, coerente, intenzionato a percorrere la strada dell’intrattenimento rivolto principalmente ai bambini, senza curarsi troppo di conquistare anche gli adulti. Una vota accettate le regole, non si può non apprezzare la spigliatezza e il sano divertimento che Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa regala al pubblico più giovane. Così come avevano fatto i due precedenti capitoli.

ISCRIVITI ALLA NUOVA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Mission Impossible 7: Henry Czerny è Kittridge in una nuova foto 5 Marzo 2021 - 21:45

In Mission: Impossible 7 vedremo Henry Czerny di nuovo nel ruolo di Kittridge. Possiamo avere un’anteprima grazie a questa foto, pubblicata dal regista Christopher McQuarrie.

In with the Devil: Ray Liotta affianca Taron Egerton e Paul Walter Hauser nella serie Apple 5 Marzo 2021 - 21:00

L'attore sarà il padre del personaggio di Egerton, un ex poliziotto con amicizie altolocate

The Serpent dal 2 aprile su Netflix, il trailer della serie sul serial killer Charles Sobhraj 5 Marzo 2021 - 20:30

Ispirata a eventi reali, The Serpent narra la storia del truffatore seriale Charles Sobhraj e degli straordinari tentativi di assicurarlo alla giustizia.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.