L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Da Trappola di Cristallo a Skyscraper: storie di eroi e di grattacieli

Da Trappola di Cristallo a Skyscraper: storie di eroi e di grattacieli

Di Filippo Magnifico

Prendi un eroe, mettilo tra quattro mura e cerca di fargli risolvere una situazione particolarmente disperata. E ricordati di fare in modo che quelle mura siano altissime, come quelle di un grattacielo.

No, non è il testo di una canzone anche se potrebbe benissimo funzionare come ‘Teorema #2‘ (ricordate la canzone di Marco Ferrandini? “Prendi una donna, trattala male. Lascia che ti aspetti per ore, non farti vivo e quando la chiami fallo come fosse un favore…”).
Di teorema si tratta, per certi versi, perché riassume alcune regole base di un certo cinema che fa della tensione il suo leitmotiv e che è pronto per tornare nelle sale italiane con Skyscraper, l’adrenalinico action movie con protagonista il mitico Dwayne “The Rock” Johnson, che interpreta appunto un eroe alle prese con una situazione disperata, intrappolato nel più alto edificio del mondo.

Una formula che ha sempre regalato parecchie soddisfazioni e che si è consolidata nei primi anni ’70 con L’inferno di cristallo (The Towering Inferno), pellicola diretta da John Guillermin e Irwin Allen.
Un cast di superstar, con nomi del calibro di Paul Newman, Steve McQueen e Don Gordon, per una storia ambientata sempre nel grattacielo più alto del mondo, trasformato per l’occasione in un gigantesco fiammifero pronto a consumarsi e soprattutto a consumare tutti i suoi abitanti.
Otto candidature agli Oscar e tre premi vinti per un film che, nonostante la trama dica il contrario, ha retto la prova del tempo grazie alle sue solide fondamenta.

Inferno di Cristallo, dicevamo, ma c’è ovviamente anche la Trappola di Cristallo in cui si ritrova Bruce Willis, aka John McClane, protagonista di quella che, con Arma Letale, è la saga action/poliziesca per eccellenza: Die Hard. Un vero e proprio capolavoro del cinema di genere, perfetto sotto ogni punto di vista e in grado di reggere benissimo la prova del tempo. Sono passati trent’anni e “l’uomo sbagliato, nel posto sbagliato, al momento sbagliato” rimane uno degli eroi più cazzuti del grande schermo.
Il grattacielo in questo caso è il Nakatomi, non sappiamo se si tratta del più alto del mondo ma di certo non stiamo parlando di un condominio di quattro piani. La minaccia? Alcuni terroristi animati dalle peggiori intenzioni, che hanno preso in ostaggio un gruppo di trenta persone. Per loro sfortuna (ma per nostra gioia) in quell’edifico si trova anche il già citato John McClane, intenzionato a dare del filo da torcere ai malvagi e a salvare la moglie, che si trova tra gli ostaggi.

Perché, si sa, un famigliare in pericolo è sempre un efficace espediente narrativo, succede anche in Skyscraper e succederà in moltissime altre avventure, ambientate nel presente o nel futuro, reali o più vicine a generi come l’horror e la fantascienza.
Perché i grattacieli, gli edifici imponenti, non fanno distinzione di genere, possono essere invasi da zombie famelici, come nel caso di The Horde, o essere presi di mira da alieni particolarmente letali come nel caso di Attack The Block, l’esordio sul grande schermo di John Boyega, diventato famoso per il ruolo di Finn nella saga di Star Wars.

Un gigantesco edificio può anche diventare il perfetto emblema della società moderna. È quello che succede in High Rise, trasposizione cinematografica del romanzo “Il condominio” di J. G. Ballard. Protagonista Tom Hiddlestone, il Loki dell’universo cinematografico Marvel, trasformato per l’occasione nell’abitante di un complesso residenziale futuristico caratterizzato da una forte dose di follia (moderna).
Nel caso di Skyscraper, però, il genere di riferimento è l’action, quindi perché non citare quello che, senza ombra di dubbio, è il miglior film d’azione degli ultimi anni: The Raid, ambientato in un edificio dal quale è sul serio difficile uscire. Trama che per coincidenza coincide anche quella di un altro grande film, purtroppo inedito in Italia: Dredd, trasposizione cinematografica delle avventure del famoso personaggio dei fumetti con protagonista Karl Urban.

Perché il mondo del cinema si è sempre trovato a suo agio all’interno di imponenti grattacieli. Molti di loro sono crollati per offrire al pubblico spettacoli particolarmente maestosi, ma su quelle macerie nuovi edifici sono pronti a rinascere, più imponenti e (all’apparenza) indistruttibili.
L’ultimo prodigio di quella che possiamo definire “architettura cinematografica” è The Pearl, la perla, una megastruttura nata per diventare una società autosostenibile. Un vero e proprio paradiso, pronto per diventare inferno per Dwayne Johnson.

La lotta tra l’uomo e il cemento prosegue inarrestabile sul grande schermo e il titolo del momento è senza ombra di dubbio Skyscraper, in arrivo nelle nostre sale il 19 luglio.
E pensare che un tempo il cinema era tutta campagna. Ora si vedono solo grattacieli, ognuno ha la sua storia, ognuno ha il suo eroe.

ISCRIVITI ALLA NUOVA NEWSLETTER DI SCREENWEEK
Tutte le ultime notizie dal mondo del cinema e della tv direttamente nella tua casella mail, a portata di un solo click!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

La regina degli scacchi – Magnus Carlsen commenta la finale in un video 24 Gennaio 2021 - 21:00

Netflix ha pubblicato un video in cui il gran maestro norvegese Magnus Carlsen commenta la finale tra Beth e Borgov ne La regina degli scacchi.

Tilda Swinton in The Eternal Daughter della Hogg e Immunodeficiency di Christopher Doyle 24 Gennaio 2021 - 20:07

I prossimi progetti di Tilda Swinton sono The Eternal Daughter, già girato da Joanna Hogg e Immunodeficiency di Christopher Doyle

WandaVision – Paul Bettany dice che l’episodio 4 ci “sbalordirà” 24 Gennaio 2021 - 20:00

Rispondendo agli elogi di Chris Hewitt su Twitter, Paul Bettany assicura che il quarto episodio di WandaVision sarà sbalorditivo. Inoltre, un nuovo spot con le reazioni della critica.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.