L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Ant-Man and The Wasp: ScreenWeek incontra Paul Rudd ed Evangeline Lilly!

Ant-Man and The Wasp: ScreenWeek incontra Paul Rudd ed Evangeline Lilly!

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: LA NOSTRA RECENSIONE IN ANTEPRIMA DI ANT-MAN AND THE WASP

Abbiamo incontrato oggi a Roma Paul Rudd ed Evangeline Lilly, protagonisti di Ant-Man and the Wasp, primo film del Marvel Cinematic Universe dopo i terribili eventi di Avengers: Infinity War. Gli attori hanno risposto alle domande della stampa riguardo la loro esperienza ed il loro rapporto con il MCU; in attesa dell’uscita del film il 14 Agosto, ecco cosa ci hanno raccontato!

Cos’è per voi il Marvel Cinematic Universe?

Evangeline: Per me il MCU è qualcosa che con un pizzico di divertimento e complicità ci porta a sentirci bene e trovare un senso di speranza anche in un momento storico come quello attuale, che spesso in effetti non lo permette. E’ una sorta di fuga dalla realtà che ci ricorda di essere coraggiosi di fronte alle tante sfide della vita; nel particolare, mi ha permesso anche di esplorare ciò che ho in me di eroico, di scoprire alcune mie potenzialità nascoste.

Paul: Il MCU è diventato un’importantissima parte della mia vita. Si tratta di una realtà conosciuta e amata in tutto il mondo, qualcosa di enorme, anche se l’aspetto che preferisco è quello che posso condividere con i miei figli, ovviamente appassionatissimi di tutti i film dei Marvel Studios.

Paul, sei il secondo Ant-Man, “quello simpatico”: cosa ha significato per te interpretare i panni di questo supereroe e forse riabilitarlo agli occhi degli appassionati?

Paul: Michael Douglas non sarebbe molto d’accordo con questa affermazione… Il nostro compito è quello di portare sul grande schermo l’essenza di questo mondo fantastico tramite i suoi personaggi; sono stato onorato di interpretare Ant-Man ed in questo caso di condividere l’esperienza insieme a Michael.

Dopo questo film, vedete gli insetti in modo diverso?

Paul: In realtà il mio rapporto con le formiche è cambiato radicalmente: sto molto più attento a dove metto i piedi ora!

Evangeline: Fin da piccola sono sempre stata molto affascinata dagli insetti: addirittura da bambina mi ricoprivo le braccia di insetti e poi correvo per il vicinato a spaventare le altre ragazzine.

Evangeline, quando sei stata scelta per il ruolo, sapevi già come sarebbe evoluto il tuo personaggio?

Evangeline: Non del tutto. Ma quando ho letta la sceneggiatura del primo Ant-Man, ho dato molto importanza alla scena post-credit, in cui si lascia intuire il futuro di Hope e viene mostrato il suo costume: ho capito che se fossimo stati davvero bravi, se avessimo avuto successo e se Ant-man fosse piaciuto allora ci sarebbe stata una grande probabilità di poter interpretare il ruolo di Wasp. Mi sono impegnata molto a fondo per far fare bella figura a Paul, in modo che poi anch’io potessi avere il mio momento in seguito, così come è poi avvenuto!

Ant-Man è uno dei primi film in cui un attore è stato ringiovanito tramite la CGI: come considerate questa tecnologia?

Paul: Vi racconto una storia con protagonista Michael Douglas: non aveva mai lavorato prima con Michelle Pfeiffer, e quando l’ha saputo era davvero contentissimo. Quando ha saputo che avrebbe lavorato co Michelle Pfeiffer ringiovanita di 30 anni, era ancora più entusiasta.

Evangeline: La prima esperienza che ho avuto risale all’epoca de Lo Hobbit: avevo fatto tutte le sedute necessarie per la realizzazione di un “doppio digitale”, ma l’idea non mi piaceva per nulla. Inizialmente mi ero opposta, non volevo partecipare a questa tendenza; poi mi sono rassicurata e mi sono anche io piegata a questa nuova dinamica, nella speranza che non se ne abusi in futuro.

Quale personaggio immaginavate di interpretare da bambini?

Paul: Hulk. Ma non sono riuscito ad ottenere la parte…

Evangeline: Avevo due fantasie: interpretare un elfo nella Terra di Mezzo… E quella fantasia l’ho realizzata. La seconda era interpretare Catwoman, come Michelle Pfeiffer… Nel MCU sono la figlia di Michelle Pfeiffer, direi che posso accontentarmi!

Il tema della famiglia è molto importante nel film: a quale famiglia siete più legati, quella cinematografica o quella televisiva?

Paul: Quando si gira un film si trascorrono un sacco di mesi con il cast artistico e tecnico; ho conosciuto tutta la famiglia Marvel ed è una famiglia straordinaria, sono fiero di farne parte.

Evageline: Anch’io mi sono trovata benissimo nella famiglia Marvel, ma credo che nessuna esperienza potrà mai paragonarsi a quella avuta con Lost: 6 anni su un’isola deserta, assieme a delle persone eccezionali. Ogni volta che finiva una stagione mi veniva da piangere e ancora adesso mi commuovo e mi emoziono ripensando a quel periodo in cui se non avessi avuto loro sarei stata completamente sola.

Secondo voi il mito della giovinezza ad Hollywood sta scemando?

Paul: In effetti il Marvel Cinematic Universe si differenzia un po’ dallo standard di Hollywood: io sono uno dei più giovani, ci sono molti supereroi che sono più in là con gli anni… Chissà che con le tecnologie di ringiovanimento non possa interpretare Ant-Man per altri 50 anni!

Evangeline: E’ bello vedere un franchise contrario alla penalizzazione dell’età: Robert Downey Jr. e Gwyneth altrow hanno dimostrato che è possibile pur non essendo più giovanissimi essere attraenti, affascinanti e “super”. Io non uso prodotti anti-invecchiamento, voglio abbracciare la mia età e voglio far capire di essere pronta fin da ora a ciò che accadrà al mio corpo: invecchierò, diventerò più in gamba, avrò più esperienza ed avrò più da offrire al mondo. In una donna c’é molto di più che un bel volto giovane.

LEGGI ANCHE:

Uno spot esteso di Ant-Man and the Wasp dedicato al Regno Quantico

La descrizione e la spiegazione della scena mid-credits di Ant-Man and the Wasp

Umorismo e superpoteri nella nuova featurette di Ant-Man and the Wasp

Hope affronta Wasp nella clip di Ant-Man and the Wasp

Nuovo trailer italiano e poster per Ant-Man and the Wasp

Tutto si può miniaturizzare nella nuova featurette di Ant-Man and the Wasp

La banda si perde in chiacchiere nella terza clip di Ant-Man and the Wasp

Ant-Man and the Wasp avrà due scene post-credits, ecco i primi commenti della stampa

La seconda clip di Ant-Man and the Wasp; inoltre, l’elenco del cast svela un altro villain

La prima clip di Ant-Man and the Wasp

Il terzo trailer di Ant-Man and the Wasp

Ecco quanto durerà Ant-Man and the Wasp

I character poster di Ant-Man and the Wasp

Un easter egg di Iron Man 2 anticipò l’introduzione di Bill Foster in Ant-Man and the Wasp

Il secondo trailer di Ant-Man and the Wasp

Il primo trailer di Ant-Man and the Wasp

Nel cast di Ant-Man and the Wasp figurano molti attori del primo film, ovvero Evangeline Lilly (Hope Van Dyne / Wasp), Paul Rudd (Scott Lang / Ant-Man), Michael Douglas (Hank Pym), Michael Peña (Luis), Tip “T.I.” Harris (Dave), David Dastmalchian (Kurt) e Judy Greer (Maggie), cui si aggiungono Hannah John-Kamen (Ghost), Randall Park (Jimmy Woo), Walton Goggins (Sonny Birch), Michelle Pfeiffer (Janet Van Dyne, la prima Wasp), Laurence Fishburne (Bill Foster) e Sean Kleier.

La regia è nuovamente di Peyton Reed, mentre la sceneggiatura è stata affidata a Andrew Barrer e Gabriel Ferrari, a partire da una storia di Paul Rudd e Adam McKay.

Ant-Man and the Wasp uscirà il 14 agosto.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cassian Andor – Tony Gilroy tornerà come sceneggiatore e regista della serie 16 Ottobre 2019 - 13:45

Dopo l'esperienza con Rogue One, Tony Gilroy scriverà il pilot e dirigerà alcuni episodi di Cassian Andor, la serie interpretata da Diego Luna.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

Will & Grace: arriva il promo della stagione 11, con un grandissimo colpo di scena! 16 Ottobre 2019 - 12:46

È arrivato il primo trailer dell’undicesima stagione di Will & Grace e contiene un grandissimo colpo di scena: Grace è incinta!

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.

StreamWeek: le ultime miglia di Jesse Pinkman in El Camino 14 Ottobre 2019 - 13:07

El Camino, The Front Runner, Bohemian Rhapsody, Shazam e molto altro nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.