Condividi su

13 giugno 2018 • 15:11 • Scritto da DocManhattan

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – La Tata

La Tata Francesca, Donald Trump e il più clamoroso caso di ciociar-washing della storia della TV mondiale.
0

La TV degli anni 90 non sarebbe stata la stessa cosa, probabilmente, senza La Tata. In particolare senza le scenette tra Francesca Cacace e il maggiordomo Niles, lì a confabulare per far capire al padrone di casa che era essenzialmente un idiota. Sagace battuta sulla Ciociaria e l’italian pride, risate registrate. Fu l’avvento di Internet, quando la serie era ancora in corso, nella seconda metà del decennio, a svelare la verità delle cose. Francesca Cacace non si chiamava così e non aveva niente a che fare con l’Italia, i suoi dialetti e i suoi proverbi. Per tutti quelli che erano già stati sconvolti dallo scoprire che I Robinson, in realtà, di cognome facevano Huxtable, fu un colpo durissimo. La TV stava mentendo loro, realizzarono, abbracciati in lacrime al telecomando come Homer Simpson.

È il 1995. Deve debuttare su Canale 5 questa sitcom che negli USA è partita due anni prima. Il titolo è facile: The Nanny > La Tata, ok, ché ai tempi sull’etere non ci sono neanche quelle signore con il grembiule e gli occhialini che domano bambini selvaggi, a far confusione. Solo che la protagonista del telefilm, nonché sua co-creatrice, autrice e produttrice, Fran Drescher, è di origini ebraiche e interpreta un’ebrea proveniente da una famiglia polacca, Fran Fine. Tutta la sitcom è piena di gag legate ai proverbi ebraici e alle usanze della sua bislacca famiglia. Un Il mio grosso grasso matrimonio greco con una decina d’anni d’anticipo. Qualcuno ha allora la pensata del ciocar-washing. La tata diventa Francesca Cacace, i suoi parenti vengono da Frosinone, interi dialoghi vengono riscritti da zero per eliminare l’umorismo yiddish e soppiantarlo con scampoli di saggezza regionale, proverbi in dialetto, nomi italiani. Praticamente una via di mezzo tra l’originale e i remake locali che ne sono stati girati in Argentina, Ecuador, Grecia, Indonesia, Russia… Nel La Tata russo, la protagonista è ucraina e si chiama Viktoria Prutkovskaya. Con Francesca Cacace siamo lì.

Tra un aneddoto di zia Assunta e una rosicata di C.C. (Chiara Castità), La Tata va avanti per sei anni, concludendosi nel 1999. Con il parto di Francesca, il matrimonio tra C.C. e Niles… e il cast che esce dai personaggi e saluta e ringrazia il pubblico. 146 episodi in tutto, un risultato che nessuno avrebbe potuto pronosticare alla fine della prima stagione, quando gli ascolti erano bassissimi e il network aveva in mente di cancellare lo show. Decine le celebrity guest-star in singoli episodi, da Dan Aykroyd a Ray Charles, da Jay Leno a Celine Dion e Whoopi Goldberg. E sì, in una puntata è apparso anche l’attuale presidente degli Stati Uniti.

Sul serio. Fran Dresher ha oggi sessant’anni e ha celebrato i quaranta di carriera, visto che il suo primo ruolo fu una particina ne La febbre del sabato sera con John Travolta, nel ’77. Sopravvissuta a un brutto cancro e attivista dei diritti LGBT, ha divorziato nel ’99 dallo sceneggiatore e produttore Peter Marc Jacobson, con cui aveva creato La Tata. Si è risposata nel 2014 con l’imprenditore indiano Shiva Ayyadurai, ma non è durata. Ha ricoperto degli incarichi ufficiali per il governo di George W. Bush (pur essendo democratica e, in seguito, grande sostenitrice della candidatura di Hillary Clinton) e celebra matrimoni, visto che è ministro di culto dell’Universal Life Church Monastery, come Conan O’Brien e Kevin Smith. Ma volete sentirvi tutti un po’ più anziani?

Lauren Lane (C.C.) ha cinquantasette anni e non porta più i capelli biondi da tempo. Nicholle Thom (Maggie, la figlia più grande di casa Sheffield) ne ha invece quaranta. Ed è apparsa nuda in due episodi di Masters of Sex. Qualcuno ha avvisato Francesca? Abbiamo battute ciociare al riguardo?

LEGGI TUTTE LE RECENSIONI DI DOC MANHATTAN
Se le serie TV sono il tuo pane quotidiano e non puoi farne a meno, segui la pagina Facebook Noi fan delle Serie TV e iscriviti al nostro gruppo dedicato alle serie TV, costantemente aggiornato con tutte le novità legate al mondo del piccolo schermo!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *