L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Ocean’s 8 guarda alle donne senza limitarsi a metterle in scena, la recensione

Ocean’s 8 guarda alle donne senza limitarsi a metterle in scena, la recensione

Di Adriano Ercolani

L’attesissimo spin-off/sequel della trilogia diretta da Steven Soderbergh che vedeva protagonisti George Clooney, Brad Pitt e Matt Damon con Ocean’s 8 propone una variante sul tema che solo in apparenza potrebbe sembrare una copia al femminile dei film originali: in profondità si tratta di un tipo di spettacolo ben diverso. Realizzare infatti una versione come detto “al femminile” di un genere come l’heist-movie non significa necessariamente farne un film “femminile”, mentre il regista Gary Ross fin dall’inizio tenta di mettere in pratica proprio tale concetto. L’operazione deve comunque muoversi dentro i binari consolidati degli stilemi che hanno fidelizzato gli spettatori alla saga di Danny Ocean, eppure in questo caso ci troviamo di fronte a un’idea di cinema che è coerentemente realizzata e orientata verso il pubblico femminile. Invece di eroine che compiono prodezze spericolate in scene d’azione mainstream, Ocean’s 8 preferisce mettere in scena un gruppo di professioniste che lavora in sintonia e soprattutto secondo le proprie altre doti come ingegno, classe, fascino, competenza nel proprio “lavoro”.

Gary Ross costruisce scena dopo scena un film che nell’evoluzione narrativa si dipana pacato ed elegante, gustoso, da assaporare senza dover per forza essere ingoiato con la fretta del cinema da fast-food, opzione che la Hollywood di oggi continua a proporre con eccessiva abbondanza. Invece dello spettacolo pirotecnico Ocean’s 8 si fa apprezzare in particolar modo per il calore di ambienti e personaggi. Alle varie protagoniste ci si affeziona appunto per il loro essere donne più che per la loro abilità di ladre. Il montaggio morbido sottolinea un ritmo scandito senza fretta, che vuole far entrare il pubblico nel film invece di assalirlo con la forza. Volendo proporre un paragone alcolico, Ocean’s 8 invece di essere un cocktail dai sapori forti è invece un vino bianco raffinato, che deve essere amato un sorso alla volta.

Alla riuscita dell’operazione messa in piedi da Ross contribuisce (poteva essere altrimenti?) un cast di attrici affiatate, variegato e glamour ma non stereotipato. Cate Blanchett e Anne Hathaway lavorano ad esempio su personaggi a cui solitamente non sono abituate, mentre Helena Bonham Carter ripropone al contrario il suo “tipo fisso” con una vitalità rinfrescante. Ogni interprete del gruppo funziona a dovere, ma se dovessimo per forza sceglierne una su tutte allora opteremmo per la dolcissima Sarah Paulson.

Nell’andare a vedere Ocean’s 8 meglio non aspettarsi lo stile magniloquente e stiloso della trilogia di Steven Soderbergh. Questo è un film molto più sommesso, pacato, ammantato di un’atmosfera soffusa e insieme calda. Una variazione sul tema che veramente guarda alle donne invece che limitarsi a metterle in scena.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Da Frozen 2 a Bombshell, scopri i migliori trailer della settimana! 20 Ottobre 2019 - 13:00

Vi presentiamo i trailer più belli e interessanti usciti nell'ultima settimana, tra cui quelli di Frozen 2, Cena con delitto e Peter Rabbit 2!

El Camino: il film Netflix è stato visto da 6.5 milioni di spettatori nei primi tre giorni 20 Ottobre 2019 - 12:00

El Camino, il film sequel di Breaking Bad, è stato visto da ben 6.5 milioni di spettatori nei primi tre giorni.

La Festa del Cinema di Roma si tinge di Downton Abbey, le foto 20 Ottobre 2019 - 11:30

Ieri alla Festa del Cinema di Roma è stato il giorno di Downton Abbey. Ecco le foto.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.