L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Da Ouija a Obbligo o verità, l’orrore si nasconde dietro un gioco

Da Ouija a Obbligo o verità, l’orrore si nasconde dietro un gioco

Di Filippo Magnifico

Se qualcuno vi dice “È solo un gioco!” non fidatevi, soprattutto se il contesto in cui vi trovate è quello del cinema dell’orrore, un universo dove niente è quello che sembra e dove i giochi più innocenti possono rivelarsi delle vere e proprie trappole mortali.
Del resto se si vuole nascondere qualcosa è sempre meglio farlo dove nessuno andrebbe mai a cercare, lo sanno bene demoni e spiritelli che non di rado hanno scelto di passare un po’ di tempo all’interno di innocenti bambole.

Chi sospetterebbe mai, in fondo, del più fidato compagno dell’infanzia? È proprio per questo che pupazzi infernali come Annabelle e Chucky sono riusciti ad agire indisturbati in più di un film, mietendo vittime a destra e a sinistra. Per non parlare poi delle bambole infernali portate sul grande schermo da Stuart Gordon negli anni ’80 con il suo Dolls, ambientato durante la notte più lunga dell’anno e pieno di “semplici” giocattoli in grado di fare molto, molto male. E la lista non si ferma certo qui, anche Poltergeist, per esempio ha il suo bambolotto/clown maledetto, che in un solo colpo è in grado di coprire due fobie ben consolidate: terrore per le bambole e per i pagliacci.

Dalle bambole, ai giochi da tavolo, il risultato non cambia. E se da un lato abbiamo Jumanji che, è vero, non è un horror ma è un gioco decisamente mortale, dall’altro abbiamo il board game da brivido per eccellenza: la tavola Ouija, tutt’oggi uno dei principali strumenti usati dai medium o da chiunque voglia, anche solo per “divertimento”, mettersi in contatto con il mondo dell’aldilà. Messa ufficialmente in commercio verso la fine dell’800, la tavola Ouija è comparsa ciclicamente nel mondo del cinema ed è diventata recentemente lo spunto per una saga horror.
Se poi vogliamo guardare al passato, la più famosa partita con la Morte cinematografica si gioca a scacchi e vede il “Tristo Mietitore” contro Antonius Block, il cavaliere interpretato da Max von Sydow ne Il settimo sigillo, il capolavoro diretto da Ingmar Bergman nel 1957.

Spulciando poi tra le cosiddette “Creepypasta” ecco che troviamo il “Gioco di Mezzanotte”, un rituale grazie al quale è possibile evocare un essere in grado di rendere concrete le nostre più grandi paure, recentemente arrivato sul grande schermo con The Midnight Man, l’horror con Robert Englund e Lin Shaye, due vere e proprie icone del cinema horror, comparse in saghe famosissime come Nightmare e Insidious.

E se pensate di rifugiarvi in un bel videogame per evitare ogni pericolo, vi sbagliate! Perché anche l’universo videoludico presenta le sue insidie. Ed ecco che torna Jumanji, in questo caso il recente sequel, basato su un videogioco mortale proprio come il gioco da tavolo. Ma noi siamo qui per parlare di orrore, mettiamo da parte Dwayne “The Rock” Johnson, quindi, e soffermiamoci su un altro film, diretto e scritto da William Brent Bell nel 2006: Stay Alive. La storia parla, appunto, di un videogioco maledetto, dove la perdita di una vita non corrisponde solo allo scalare di un numerino sullo schermo di gioco ma ha conseguenze concrete nella realtà.

Mettiamo da parte bambole, giochi da tavolo, videogame e dedichiamoci ai semplici passatempi tra amici. Quelli decisamente non possono fare male a nessuno, siete d’accordo anche voi? Sbagliato! Anche un semplice gioco come Obbligo o Verità può nascondere dei lati oscuri ed è sempre un film a dimostrarlo. Nella pellicola diretta dal regista di Kick-Ass 2 Jeff Wadlow, in arrivo nelle nostre sale il 21 giugno, un’innocente sfida ad obbligo o verità tra amici si rivela mortale quando qualcuno (o qualcosa) comincia a punire coloro che mentono o che rifiutano l’obbligo.

Solo l’ultimo di una lunga lista di giochi mortali cinematografici, che cercano di rispettare alla perfezione uno dei principali compiti del cinema horror: giocare con lo spettatore, terrorizzarlo, offrirgli l’illusione di un pericolo pronto a scomparire una volta giunti i titoli di coda a riaccese le luci della sala.

Se i film Horror sono il tuo pane quotidiano e non puoi farne a meno segui la pagina Facebook Noi fan dell’Horror, costantemente aggiornato con tutte le novità legate all’universo dei brividi, e iscriviti al nostro gruppo dedicato a tutti fan dell’Horror!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Asterix: Alain Chabat dirigerà una serie animata in 3D per Netflix 2 Marzo 2021 - 22:17

Alain Chabat, il regista del film Asterix e Obelix - Missione Cleopatra, dirigerà una serie animata in 3D per Netflix dedicata al piccolo Gallo, basata su Asterix e il duello dei capi

Soul: il film Pixar dal 31 marzo in Blu-Ray e DVD 2 Marzo 2021 - 21:45

Soul sarà disponibile in Blu-Ray, DVD e sulle piattaforme digitali a partire dal 31 marzo. Ecco tutti i dettagli sui contenuti extra.

Roar: Nicole Kidman, Cynthia Erivo e Alison Brie nella serie Apple delle creatrici di GLOW 2 Marzo 2021 - 21:00

Creata da Liz Flahive e Carly Mensch, la serie è basata su una raccolta di racconti di Cecelia Ahern

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.