L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Dogman, la recensione del film di Matteo Garrone dal Festival di Cannes #SWCannes

Dogman, la recensione del film di Matteo Garrone dal Festival di Cannes #SWCannes

Di Andrea D'Addio

Marcello per lavoro fa il “Dogman“, l’uomo dei cani. Toletta, dogsitting e, all’occorrenza, anche un po’ di veterinaria. Vive ad Ostia all’interno di una micro-comunità di altri esercenti suoi vicini continuamente vessati da un ex pugile cocainomane che vandalizza, estorce e ruba senza soluzione di continuità. Marcello, così mingherlino e buono nonostante qualche ombra, è quello che ne soffre di più. Viene costretto a fare colpi a cui non vorrebbe partecipare anche se, nel profondo, una volta coinvolto non se ne dispiace troppo. Il contesto è quello che è e i soldi servono sempre. La situazione però è destinata a peggiorare. Anche i cani più fedeli, a forza di provocarli, mordono…

Matteo Garrone torna alle origini e dopo aver coraggiosamente tentato, senza particolare successo, la strada del fantasy con Il racconto dei racconti, ambienta nuovamente una sua storia in quelle aree di criminalità urbana già toccate da L’imbalsamatore e Gomorra. Anche qui, come ne L’imbalsamatore, il suo protagonista è un outsider, uno di quelli che gli altri sono abituati ad “usare”. Altra analogia: la professione del personaggio definisce anche il suo carattere. Marcello segue ciò che gli viene detto di fare, è generoso, ma quando sbaglia viene portato con il muso vicino all’errore per ascoltare il più perentorio dei “non si fa”. È un cane di piccola taglia: se abbaia (vedasi la scena davanti al campetto di calcio) nessuno lo ascolta davvero e quando riporta l’osso non riceve gli applausi che pensa di meritare. La storia ha chiari contatti con il celebre delitto del Canaro del 1988, ma è un’ispirazione che non ambisce a ricostruire, da una prospettiva diversa, il caso di cronaca che portò all’arresto di Pietro De Negri. Non viene rispettata l’epoca della vicenda e tanti altri, fondamentali dettagli narrativi.

Matteo Garrone racconta tutto con un film ricco di suspense, 100 minuti che si seguono senza uno sbadiglio. Dietro c’è un ottimo lavoro di scrittura, con personaggi e relazioni sempre credibili e con cui, volta a volta, è facile, empatizzare e un crescente desiderio di catarsi che trova (parziale) soddisfazione nel finale. Il perfetto utilizzo delle luci (anche la rappresentazione degli interni è molto simile a quella de L’imbalsamatore), del suono (il mare sullo sfondo, i gabbiani, il rombo di una moto come avvertimento di pericolo in arrivo) e, soprattutto, dei volti dei suoi attori, tutti o quasi sconosciuti, ma bravissimi, fanno di Dogman una delle migliori pellicole italiane degli ultimi anni e la speranza è che il Festival di Cannes, dove è stato presentato in concorso, possa riconoscerglielo.

>Dogman arriva nelle nostre sale oggi, giovedì 17 maggio. Fanno parte del cast Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Nunzia Schiano, Gianluca Gobbi e Adamo Dionisi

LEGGI TUTTE LE ULTIME NEWS DAL FESTIVAL DI CANNES 2018 e cerca l’hashtag #SWCannes su FacebookTwitter e Instagram per rimanere aggiornato!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Watchmen – Un nuovo spot con gli elogi della critica 20 Ottobre 2019 - 18:00

Il nuovo spot di Watchmen comprende gli elogi della stampa americana. Il debutto italiano della serie è atteso per questa notte in contemporanea con gli USA.

Terminator: Destino oscuro – I nuovi poster internazionali sono i migliori finora 20 Ottobre 2019 - 17:00

Le locandine di Terminator: Destino oscuro per il formato IMAX e per il mercato internazionale sono le più suggestive tra quelle viste finora.

Anche Francis Ford Coppola contro i cinecomic: “Scorsese è stato buono, per me sono spregevoli!” 20 Ottobre 2019 - 16:14

Francis Ford Coppola si unisce al suo collega Martin Scorsese e rincara la dose: per lui i cinecomic sono "spregevoli"...

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.