L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Cold War è il film più romantico mai passato al festival di Cannes negli ultimi anni #SWCannes

Cold War è il film più romantico mai passato al festival di Cannes negli ultimi anni #SWCannes

Di Andrea D'Addio

Polonia 1949: in una vecchia e semidistrutta villa di provincia una coppia di artisti vuole dare vita ad un’accademia per giovani talenti con l’obiettivo di creare una compagnia di spettacoli folk. Tra i provinanti c’è una ragazza bionda che sembra avere “qualcosa di più”. A definirla così è proprio uno dei due selezionatori, un musicista che poco dopo si innamorerà di lei dando vita ad una storia d’amore lunga decenni e destinata a superare ogni tipo di difficoltà. Sullo sfondo, infatti, c’è la Guerra Fredda del titolo, con tutto ciò che questo può significare in termini di spostamenti e libertà per i due spiriti liberi rappresentati dai protagonisti.

A Cannes dove Cold War è stato presentato in concorso, Pawel Pawlikowski ha affermato che aveva in mente questa storia da 14 anni e che solo il successo di Ida (premio Oscar nel 2013) gli ha dato il coraggio, e probabilmente i fondi, per realizzarla. Del resto il film è ambientato tra Polonia, Germania, Francia e un’imprecisata località dell’ex Jugoslavia. Che si sia andati in loco o meno a girare, certo è che la pellicola ha richiesto uno sforzo produttivo non indifferente. E dire che il cinema di Pawlikowski è più che mai minimale, dal formato (4:3 in bianco e nero) alla durata: 85 minuti composti da scene più che mai rapide. Si va subito al dunque, ovvero alla passione che lega i due protagonisti, letteralmente incapaci di rimanere lontani l’uno dall’altro. La loro relazione è tanto  narrativamente trascinante quanto è interessante vedere il contesto storico e sociale polacco di quegli anni e l’evoluzione della musica che fa da sfondo ai propri incontri, un mix che parte dalla tradizione polacca e arriva al jazz passando per le “canzonette italiane” e il mambo anni ‘50.

Cold War è senza dubbio un film romantico, di quelli che, senza calcare oltremodo la mano sul dramma (anche quando la sceneggiatura glielo consentirebbe), riesce a fare pensare che l’uomo/donna della vita siano una figura imprescindibile nella vita di tutti noi. Lo fa però senza sporcarsi le mani: non c’è evoluzione nei caratteri dei protagonisti, rimangono identici dall’inizio alla fine. Chi gli sta intorno, che siano le compagne di lui (la socia prima, la francese dopo) o i mariti di lei, tutti sono pronti a farsi da parte senza lottare. Persino il contesto “socialista” normalmente opprimente qui viene rappresentato come un ostacolo in qualche modo sempre aggirabile. E’ una scelta sicuramente voluta da Pawlikowski, ma ciò non toglie che parte del pubblico potrà percepire la storia raccontata in maniera un po’ superficiale. Sta davvero alla sensibilità del pubblico. Ciò non toglie che il film sia godibile e trainato dalle ottime interpretazioni di  Joanna Kulig (che aveva una particina anche in Ida) e Tomasz Kot. I nomi dei due protagonisti sono gli stessi dei genitori del regista e forse anche un po’ la storia visto che Pawlikowski ha vissuto dai 14 anni in poi con la madre ballerina nel Regno Unito.

Cold War verrà distribuito in Italia da Lucky Red in data da definirsi.

LEGGI TUTTE LE ULTIME NEWS DAL FESTIVAL DI CANNES 2018 e cerca l’hashtag #SWCannes su FacebookTwitter e Instagram per rimanere aggiornato!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ragnarok – Il teaser della stagione 2, dal 27 maggio su Netflix 10 Maggio 2021 - 9:45

Ragnarok tornerà il prossimo 27 maggio su Netflix: ecco il teaser ufficiale della seconda stagione della serie fantasy norvegese.

Box Office Italia: Nomadland si aggiudica il secondo weekend delle riaperture 10 Maggio 2021 - 9:44

Nomadland, il lungometraggio Searchlight Pictures vincitore di tre Premi Oscar come Miglior film, si aggiudica il secondo weekend delle riaperture.

Flash – Riprese in corso alla Wayne Manor, ecco le nuove foto 10 Maggio 2021 - 8:45

Le riprese di Flash continuano a Petersborough, in Inghilterra, dove la Burghley House fa da controfigura per la Wayne Manor di Michael Keaton.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.