Condividi su

08 maggio 2018 • 20:00 • Scritto da Andrea Suatoni

Avengers: Infinity War – I viaggi nel tempo sono impossibili nel MCU?

Come si inserisce la possibilità dei viaggi nel tempo nel macrocosmo del Marvel Cinematic Universe?
1

LEGGI ANCHE: LA NOSTRA RECENSIONE DI AVENGERS: INFINITY WAR

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER RIGUARDO AVENGERS: INFINITY WAR

Il finale di Avengers: Infinity War ha spiazzato tutti i fan del Marvel Cinematic Universe: il film ha mostrato finalmente dopo 10 anni di particolareggiata preparazione lo scontro finale fra Thanos, in cerca delle Gemme del’Infinito, e gli Avengers (alleati ai Guardiani della Galassia).
Inaspettatamente, il titano ha vinto: il suo scopo era quello di dimezzare la vita nell’universo, e grazie al potere immenso delle Gemme è riuscito a realizzare il suo proposito semplicemente schioccando le dita, nell’epilogo del film.

Dopo aver assistito quindi alle struggenti morti di Heimdall, Loki, Gamora e Visione, abbiamo visto letteralmente sparire, disintegrandosi davanti ai nostri occhi, Mantis, Drax, Spider-Man, il Soldato d’Inverno Bucky Barnes, Falcon, Black Panther, il Doctor Strange, Scarlet Witch, Star-Lord, Groot e nella scena post-credit anche Maria Hill e Nick Fury (che all’ultimo momento sembrerebbe essere riuscito a spedire una messaggio a Captain Marvel: cliccate nel link sottostante per maggiori informazioni). Ma siamo davvero sicuri di non poter rivedere sullo schermo tutti questi personaggi, all’infuori di possibili flashback? La quasi totalità dei fan è convinta che un viaggio nel tempo potrebbe mettere le cose a posto… Ma è davvero così?

LEGGI ANCHE: LA SPIEGAZIONE DELLA SCENA POST-CREDIT DI AVENGERS: INFINITY WAR

AVENGERS 4 E IL FUTURO DEL MARVEL CINEMATIC UNIVERSE

I prossimi film in arrivo del MCU sono Ant-Man and the Wasp, sequel di Ant-Man che rivedrà in azione il supereroe in miniatura Scott Lang (Paul Rudd) affiancato stavolta da Hope “Wasp” van Dyne (Evangeline Lilly) in una rielaborazione del costume che fu di sua madre (che verrà interpretata da Michelle Pfeiffer), e Captain Marvel, con Brie Larson nel ruolo della protagonista Carol Danvers, pellicola che vanterà la presenza anche di Nick Fury e dell’agente dello SHIELD Phil Coulson (Clark Gregg).

Se non è ancora chiaro quando si svolgeranno le avventure di Ant-Man e Wasp (le teorie lo vorrebbero precedente ad Infinity War o addirittura parallelo, con i due supereroi impegnati in una missione accessoria a quella degli Avengers in vista dello scontro contro Thanos), è già stato invece confermato che Captain Marvel sarà ambientato negli anni ’90. Proprio a causa della scena post-credit di Avengers: Infinity War, le teorie sono impazzite attorno alla particolare datazione della pellicola, che potrebbe prendere le mosse proprio dal messaggio inviato da Fury, magari spedito a qualcuno – o addirittura a sé stesso – nel passato (all’interno di un progetto “siglato” con il simbolo di Captain Marvel). Da qui inizierebbe quindi un nuovo viaggio, destinato a cambiare per sempre il passato che già conosciamo del Marvel Cinematic Universe.

IL MULTIVERSO MARVEL

Forse non tutti sanno che il Marvel Cinematic Universe rappresenta una delle moltissime realtà alternative a quelle dei fumetti: ciò significa che gli eroi dei fumetti Marvel classici coesistono nello stesso multiverso (l’infinito universo composto di realtà parallele) di quelli dei film (nel senso che per assurdo, potrebbe essere possibile un crossover fra l’Iron Man di Robert Downey Jr. e quello delle storie da cui i film sono tratti).
Per gestire le varie innumerevoli realtà, è stato affidato ad ognuna di esse un numero seriale. Ad esempio:

  • Terra-616 rappresenta l’universo dei fumetti classici, dove X-Men, Inumani, Avengers, Guardiani della Galassia e così via convivono fin dalla nascita della Marvel Comics;
  • Terra-1610 rappresenta l’universo ultimate, reso celebre dalla presenza dello Spider-Man afroamericano Miles Morales;
  • Terra-8101 rappresenta l’universo Marvel Apes dove… Tutti gli eroi sono delle scimmie;
  • Terra-199999 rappresenta invece il Marvel Cinematic Universe.

I vari universi sono spesso diversissimi fra loro (nel MCU mancano totalmente i mutanti, ad esempio), ma una cosa è da sottolineare: essi sottostanno alle stesse regole multiversali.

I VIAGGI NEL TEMPO

I fumetti Marvel ci insegnano però una cosa: I viaggi nel tempo non sono MAI possibili. In realtà è possibile viaggiare indietro nel tempo, ed anche modificare gli eventi: ma una volta tornati “a casa”, scopriremmo che nulla è cambiato. Viaggiando nel tempo avremo invece creato un universo alternativo, dove magari ciò che volevamo evitare non si è effettivamente realizzato, ma in una dimensione che non è la nostra (che ha cioè un diverso numero seriale).

Si tratta di una delle regole principali dei fumetti Marvel: molti eroi hanno provato a tornare indietro nel tempo nel tentativo di scongiurare delle catastrofi globali, da Cable (protagonista di Deadpool 2, a brevissimo nei cinema) a Rachel Grey, figlia nata nel futuro di Ciclope e Jean Grey degli X-Men, da una Gertrude Yorkes (che abbiamo visto nella serie Hulu Runaways) proveniente da una realtà in cui era finita a capo degli Avengers fino al cosiddetto Spider-Man 2099, proveniente da Terra-928 ed attualmente “residente” della classica linea di fumetti ambientati su Terra-616: nessuno di essi è riuscito a modificare il proprio futuro, riuscendo però nella realtà alternativa ad impedire che gli stessi eventi accaduti nelle propria realtà si verificassero allo stesso modo.

Nel MCU abbiamo visto il Doctor Strange utilizzare la Gemma del Tempo, ma non propriamente per viaggiare nel tempo, bensì per “riavvolgerlo” su sé stesso (in una dinamica che ci hanno furbamente spiegato non poter essere usata per lunghi periodi) e poi per creare un loop temporale, mentre nella serie Agents of SHIELD, anch’essa ambientata nel MCU, il viaggio avviene nel futuro, adattandosi alle stesse regole fin qui elencate.

Questo significa che nel caso Tony Stark (avvistato in compagnia di Ant-Man) riuscisse davvero a viaggiare nel tempo – come testimoniano alcune foto rubate sul set di Avengers 4 – e a modificare gli eventi, questi non avrebbero ripercussioni su ciò che è già accaduto: ciò si lega alle affermazioni degli sceneggiatori Stephen McFeely e Christopher Markus, secondo i quali le morti viste on screen non sono reversibili. Continuando a pontificare, visto che come sappiamo molti film dei Marvel Studios in lavorazione sono incentrati su personaggi non sopravvissuti alla furia di Thanos (Spider-Man 2 e 3, Guardiani della Galassia 3, Black Panther 2 e così via), potremmo addirittura pensare che il futuro del Marvel Cinematic Universe sia rivolto verso l’approfondimento di una nuova linea narrativa su una realtà parallela: Kevin Feige ha più volte affermato che dopo Avengers 4 avremmo assistito ad un nuovo inizio, una vera e propria rivoluzione: che sia questo ciò di cui parlava?

LEGGI ANCHE:

La Recensione di Avengers: Infinity War di Roberto Recchioni

Avengers: Infinity War – Quanto tempo su schermo hanno avuto i personaggi?

Avengers: Infinity War: nuovi rumor sui viaggi nel tempo

Tutte le conferme su Avengers: Infinity War da parte di registi e sceneggiatori

-Tutti i “MA PERCHE’ NON…?” di Avengers: Infinity War

Tutti i morti in Avengers: Infinity War

Tutte le domande rimaste aperte dopo Avengers: Infinity War

Tutti i film Marvel in arrivo dopo Avengers: infinity War

-La spiegazione della scena post-credit di Avengers: Infinity War

QUI la nostra video intervista a Tom Holland, il mitico Spider-Man

QUI la nostra video intervista ai registi Anthony e Joe Russo

QUI la nostra video intervista al cast

Avengers: Infinity War e il suo sequel, Untitled Avengers chiuderanno la grande trilogia composta dalle Fasi 1, 2 e 3 del Marvel Cinematic Universe. Vi ricordo che i due cinecomic usciranno rispettivamente il 25 aprile 2018 e il 3 maggio 2019. Alla regia ci saranno Anthony e Joe Russo, mentre la sceneggiatura è stata affidata a Christopher Markus e Stephen McFeely; le musiche sono di Alan Silvestri.

Nei film ritroveremo Iron Man (Robert Downey Jr.), Vedova Nera (Scarlett Johansson), Thor (Chris Hemsworth), Falcon (Anthony Mackie), Capitan America (Chris Evans), Scarlet Witch (Elizabeth Olsen), Occhio di Falco (Jeremy Renner), War Machine (Don Cheadle), Visione (Paul Bettany), Wasp (Evangeline Lilly), Ant-Man (Paul Rudd), Pantera Nera (Chadwick Boseman), Shuri (Letitia Wright), Okoje (Danai Gurira), Hulk (Mark Ruffalo), Spider-Man (Tom Holland), Pepper Potts (Gwyneth Paltrow), Stephen Strange (Benedict Cumberbatch), Wong (Benedict Wong), il Soldato d’Inverno (Sebastian Stan), Star-Lord (Chris Pratt), Gamora (Zoe Saldana), Nebula (Karen Gillan), Mantis (Pom Klementieff), Rocket Raccoon (Bradley Cooper), Groot (Vin Diesel), Drax (Dave Bautista), Proxima Midnight (Carrie Coon), Cull Obsidian (Terry Notary), Ebony Maw (Tom Vaughan-Lawlor), Corvus Glaive (Michael James Shaw) e Thanos (Josh Brolin).

Condividi su

Un commento a “Avengers: Infinity War – I viaggi nel tempo sono impossibili nel MCU?

  1. Beh potrebbero sconfiggere Thanos, dare il guanto a Wong. Far tornare Dr. Strange, passare il guanto a lui e far tornare tutti in vita.
    Però anche la storia di unire una lina alternativa a quella che conosciamo, non sarebbe male. Così magari potrebbero far entrare in gioco i mutanti e gli F4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *