L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Chris Evans lascerà l’Universo Marvel dopo Avengers 4

Chris Evans lascerà l’Universo Marvel dopo Avengers 4

Di Filippo Magnifico

GUARDA il nuovo trailer di Avengers: Infinity War

I rumor che si sono rincorsi nel web negli ultimi mesi si sono rivelati veri: Chris “Captain America” Evans lascerà il Marvel Cinematic Universe dopo Avengers 4, la cui uscita è stata fissata negli Stati Uniti per maggio 2019.
Sappiamo che le cose cambieranno drasticamente dopo gli eventi raccontati nei prossimi due film sui Vendicatori e questo comporterà anche l’uscita di scena di alcuni volti a cui il pubblico è particolarmente affezionato. Il contratto di Chris Evans con i Marvel Studios è ormai giunto alla sua scadenza e, come dichiarato dallo stesso attore, al New York Times:

Devi scendere dal treno prima che siano altri a buttarti giù.

Una notizia più o meno attesa e bisogna sottolineare che questo molto probabilmente non sarà l’unico addio. Girano voci insistenti anche su Robert Downey Jr., anche lui molto probabilmente metterà da parte l’armatura di Iron Man dopo Avengers 4.

Avengers: Infinity War e il suo sequel, Untitled Avengers chiuderanno la grande trilogia composta dalle Fasi 1, 2 e 3 del Marvel Cinematic Universe. Vi ricordo che i due cinecomic usciranno rispettivamente il 26 aprile 2018 e il 3 maggio 2019. Alla regia ci saranno Anthony e Joe Russo, mentre la sceneggiatura è stata affidata a Christopher Markus e Stephen McFeely; le musiche sono di Alan Silvestri.

Nei film ritroveremo Iron Man (Robert Downey Jr.), Vedova Nera (Scarlett Johansson), Thor (Chris Hemsworth), Falcon (Anthony Mackie), Capitan America (Chris Evans), Occhio di Falco (Jeremy Renner), War Machine (Don Cheadle), Visione (Paul Bettany), Wasp (Evangeline Lilly), Scarlet (Elizabeth Olsen), Ant-Man (Paul Rudd), Pantera Nera (Chadwick Boseman), Okoje (Danai Gurira), Hulk (Mark Ruffalo), Spider-Man (Tom Holland), Pepper Potts (Gwyneth Paltrow), Stephen Strange (Benedict Cumberbatch), Wong (Benedict Wong), il Soldato d’Inverno (Sebastian Stan), Valchiria (Tessa Thompson), Capitan Marvel (Brie Larson), Star-Lord (Chris Pratt), Gamora (Zoe Saldana), Nebula (Karen Gillan), Mantis (Pom Klementieff), Rocket Raccoon (Bradley Cooper), Groot (Vin Diesel) e Drax (Dave Bautista).

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

L’Esorcista: David Gordon Green conferma che il suo sarà un sequel diretto dell’originale 23 Luglio 2021 - 18:00

Come sappiamo, David Gordon Green è pronto per proseguire il suo percorso nel cinema horror con L'Esorcista.

Ciné 2021: i listini Adler e Warner Bros. nella giornata di chiusura 23 Luglio 2021 - 17:52

Si chiude la manifestazione per addetti ai lavori del settore cinema, con importanti anticipazioni per la nuova stagione

Doodle Champion Island Games: i mini-giochi dedicati alle Olimpiadi animati da Studio 4°C 23 Luglio 2021 - 17:46

Il nuovo doodle di Google è dedicato alle Olimpiadi! Studio 4°C ha creato le animazioni e i design dei personaggi per Doodle Champion Island Games

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.