Condividi su

13 marzo 2018 • 11:45 • Scritto da Filippo Magnifico

Arnold Schwarzenegger contro i big del petrolio: «Uccidono come il fumo!»

«Uccidono come il fumo!» Arnold Schwarzenegger è pronto a lanciare un’offensiva senza precedenti contro i big del petrolio. Ecco le sue dichiarazioni.
0

Arnold Schwarzenegger è pronto a lanciare un’offensiva senza precedenti contro i big del petrolio. Ospite del festival South by Southwest, l’attore, che prossimamente tornerà sul set per le riprese di Terminator 6, ha promesso una causa che si preannuncia epocale.

L’industria del tabacco sapeva da moltissimo tempo che il fumo uccideva ed era causa di cancro. Ma ha continuato a nascondere i fatti e a negarlo. Grazie ai loro studi [i giganti del petrolio] sapevano dal 1959 che i combustibili fossili stavano comportando il surriscaldamento climatico e che rappresentavano un enorme pericolo per le persone. È da irresponsabili sapere tutto questo e non avvertire il pubblico, anche solo tramite un’etichetta adeguata. Ogni distributore di benzina, ogni vettura dovrebbe essere etichettata e così anche i prodotti legati ai combustibili fossili. Per quanto mi riguarda non esistono dubbi: quando entri in una stanza e sei consapevole che ucciderai qualcuno, si tratta di omicidio volontario. E questo principio vale anche per le compagnie petrolifere.

Dichiarazioni che mettono in chiaro la sua posizione e la volontà di voler proseguire una personale battaglia contro il cambiamento climatico. Arnold Schwarzenegger sta lavorando con un team di legali, seguendo l’esempio di altre città americane che hanno fatto causa a grandi compagnie come Chevron, Exxon, ConocoPhillips, Bp e Shell per gli effetti che le loro attività hanno causato sul clima.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Fonte: Nydailynews

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *