L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Sword Art Online – Kirito a Asuna saranno asiatici nello show live action di Netflix

Sword Art Online – Kirito a Asuna saranno asiatici nello show live action di Netflix

Di Marlen Vazzoler

Lo show live action di Sword Art Online, i cui diritti mondiali sono stati comprati nell’estate del 2016 dalla Skydance Media, sono stati venduti negli ultimi mesi a Netflix, dallo sceneggiatore e produttore esecutivo Laeta Kalogridis (Avatar, Altered Carbon). Il mesi scorso durante un’intervista con Philippine Daily Inquirer ha parlato del potenziale casting:

“Recentemente ho venduto “SAO” (Sword Art Online) a Netflix, e parte dell’accordo era che Kitty Cat (molto probabilmente ha detto il nome di Kirito) Asuna sarebbe rimasta asiatica. Quindi, spero che il nostro settore sia all’altezza della situazione e non assumi mai come Wonder Woman, ad esempio, un uomo bianco molto basso, perché ci sono delle cose che non si possono manomettere con dei personaggi popolari”.

Su questo punto è tornato a parlare in un’intervista con il sito Collider:

“Bene, togliamo subito di mezzo la parte ovvia. SAO è una proprietà essenzialmente giapponese, nella quale Kirito e Asuna, che sono i due protagonisti, sono giapponesi. Nello show televisivo, Kirito e Asuna saranno interpretati da attori asiatici. Indipendentemente dal fatto che fosse o meno la domanda sottintesa nella tua domanda, non si tratta di una conversazione sul whitewashing. Quando l’ho venduto a Netflix, eravamo tutti sulla stessa pagina. Non sono interessati al whitewashing e non mi interessa scriverlo.
Per quel che riguarda i personaggi secondari, perché il gioco è pensato in modo globale ed è il modo in cui è stato rappresentato negli anime e nelle light novel, ci sono dei personaggi secondari che provengono chiaramente da altre parti del mondo, come Klein e Agil. Per me, è molto ovvio quando lo guardi che devi tener conto che il gioco è diffuso nel mondo ma Kirito e Asuna sono chiaramente dei ragazzi in Giappone, di Tokyo se non mi sbaglio. Questo è quello che faremo perché questa è la storia. Sono, almeno nella mia mente, molto simili al maggiore Motoko Kusanagi in Ghost in the Shell, definiti in parte dall’essere dei personaggi seminali in un’opera d’arte asiatica. Questa è cosa primaria e più importante”.

In SAO la storia è incentrata su un ragazzo di nome Kazuto ‘Kirito’ Kirigaya che entra in un gioco sulla realtà virtuale, il massiccio mondo di un multi-player online (MMO) chiamato ‘Sword Art Online’. Non si può uscire da questo mondo a meno che il giocatore non lo finisce, ma la parola ‘game over’ implica la morte del giocatore.

Per quanto riguarda la narrazione, Kalogridis vorrebbe vedere una storia che aspiri alla speranza e non all’oscurità come Altered Carbon

“Asuna è una sorta di salvatrice del mondo, nella mia mente e in quella degli showrunner [Patrick] Massett e [John] Zinman, che stanno facendo lo show. C’è la reale possibilità di poter esplorare un mondo di base fantasy come Il signore degli anelli / Game of Thrones attraverso le lenti di queste persone che sono intrappolate e che non necessariamente vogliono trovarsi lì, ma devono trovare un modo per poter sopravvivere. Quello di cui sono maggiormente interessato in tutto questo sono le storie umane, quando tutto il resto svanisce ed è una questione di vita e morte, in un posto dove non ti aspetteresti mai di rimanere intrappolato. Questo è quello che amo dell’anime originale e questo è quello che amo dell’adattamento live action, come lo abbiamo attualmente immaginato”.

Fonti Collider, Philippine Daily Inquirer

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Yellowjackets: Juliette Lewis e Christina Ricci nella serie Showtime 20 Novembre 2019 - 20:45

Al centro, una squadra di calcio femminile in lotta per la sopravvivenza tra le lande desolate dell'Ontario

Lizzie McGuire: Adam Lamberg interpreterà nuovamente Gordo nel revival di Disney+ 20 Novembre 2019 - 20:00

Adam Lamberg tornerà ad interpretare Gordo nel revival di Lizzie McGuire destinato a Disney+, la piattaforma streaming della Casa di Topolino.

Irish Man: il “trailer” del film che unisce Martin Scorsese e la Marvel 20 Novembre 2019 - 19:15

Come concludere la polemica riguardante le pesanti critiche rivolte da Martin Scorsese al mondo dei cinecomic? Con una bella risata!

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Una mamma per amica 20 Novembre 2019 - 16:22

Serie TV nate praticamente per caso e diventate di grande successo: gioca con noi, Una mamma per amica!

7 cose che forse non sapevate su L’invincibile Shogun 19 Novembre 2019 - 14:00

Sette curiosità su uno storico (in più sensi) anime in cui lo Shogun se ne andava in giro in incognito e mostrava il simbolo della sua casata solo quando era tardi.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – NYPD – New York Police Department 14 Novembre 2019 - 12:00

NYPD - New York Police Department, il poliziesco che ha cambiato volto al poliziesco. Grazie (anche) a un paio di chiappe.