Condividi su

19 febbraio 2018 • 19:30 • Scritto da Filippo Magnifico

Anche senza di te dall’8 marzo al cinema, il trailer con Myriam Catania e Nicolas Vaporidis

Ecco il trailer di Anche senza di te, la commedia sentimentale con Myriam Catania, Nicolas Vaporidis, Matteo Branciamore e un inedito Alessio Sakara, dall'8 marzo al cinema...
0

Cosa fare quando il destino ti cambia le carte in tavola e la tua vita prende una rotta imprevista? Anche senza di te, la commedia sentimentale diretta da Francesco Bonelli, parte da questa domanda, portando sul grande schermo una storia all’insegna dell’amicizia, dell’amore e della passione. Nel cast Myriam Catania affiancata da Nicolas Vaporidis, Matteo Branciamore e un inedito Alessio Sakara. Possiamo vederli nel trailer:

Quali sono i migliori trailer del 2018? Scopritelo grazie alla nostra infografica dinamica Hit Mania Trailer!

Ad un passo dalle nozze con Andrea, medico in carriera che antepone il lavoro alla propria vita privata, Sara viene lasciata e comincia a soffrire di attacchi di panico. Solo insegnando l’educazione emotiva ai bambini, capirà come creare un nuovo rapporto con se stessa e con gli altri e vedrà come tutti nella società vivono il profondo disagio di non essere quasi mai se stessi nelle relazioni e nelle scelte più importanti della vita. Complice in questo percorso sarà il collega Nicola.

Anche senza di te arriverà nelle nostre sale l’8 marzo, distribuito da Sun Film Group. Il film è stato scritto da Claudio Dedola, Valentina Mezzacappa, Francesco Bonelli con la collaborazione di Sara Perrucci. Nel cast troviamo anche Pietro De Silva, Valentina Ruggeri, Tatjana Nardone, Anna Ferruzzo, Paolo De Vita, Patrizia Loreti, Lele Vannoli, Antonella Bavaro, Carmine Recano.  

A proposito del film, il regista ha detto:

Anche senza di te è una commedia sentimentale a sfondo sociale e in qualche modo rispetta tutti i canoni di questo genere, così caro alla nostra tradizione cinematografica. I temi sono l’emancipazione femminile, il nepotismo nel lavoro, la fuga all’estero dei cervelli, lo stato dell’educazione nella scuola per l’infanzia, il ruolo dell’insegnante nella nostra società. Tutte queste radici però trovano un unico catalizzatore in un grande tema o domanda fondamentale che le raccoglie tutte: in che modo noi siamo in rapporto con noi stessi? Potremo andare a vivere in un paese più efficiente, potremo essere più o meno ricchi e realizzati, ma quello che mai potrà cambiare è il modo in cui leggiamo la nostra stessa esperienza, ascoltiamo il battito del nostro cuore.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *