L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Proud Mary: l’omaggio di Taraji P. Henson al cinema Blaxploitation, la recensione

Proud Mary: l’omaggio di Taraji P. Henson al cinema Blaxploitation, la recensione

Di Adriano Ercolani

Può bastare una canzone a rendere un film di genere degno di essere visto? Solitamente scriveremmo che non è certo abbastanza, ma se il brano in questione è il classico interpretato dalla grande Tina Turner, quello che regala il titolo a questo film, ecco che le cose cambiano.

Sia chiaro, fino alla resa dei conti finale non è che lo “sparatutto” con Taraji P. Henson come protagonista assoluta fosse da buttare, tutt’altro. Il film diretto da Babak Najafi (Attacco al potere 2) infatti mette insieme diverse influenze cinematografiche con discreto senso del cinema d’azione. L’inizio è un omaggio dichiarato e divertente al cinema della “blaxploitation” dei primi anni ’70, con titoli di testa coloratissimi e soprattutto una colonna sonora che nella prima parte si lascia ascoltare con enorme gioia. Il regista poi dimostra di avere un discreto senso delle coreografie legate alle scene d’azione, con alcuni movimenti che sembrano veri e propri balletti con pistole e proiettili. Anche il set tutto bostoniano viene sfruttato con una certa originalità visiva: le ambientazioni sono tutte strade di periferia, vicoli tra case di mattoni, piccoli scenari che rendono la visione abbastanza claustrofobica. Ciò dipende probabilmente anche dal budget limitato della produzione (soltanto 14 milioni di dollari), ma anche tali limitazioni sono sfruttate per trovare una certa coerenza estetica all’opera.

Quando invece Proud Mary inizia a percorrere la strada del dramma il fatto che sia costruito su una sceneggiatura non propriamente scoppiettante influisce in particolar modo sul ritmo della narrazione. Alcuni rallentamenti sono però contenuti dalla presenza scenica della Henson, anche produttrice, che si cuce addosso un personaggio indubbiamente affascinante, e lo riempie con presenza scenica e umanità. È lei a tenere in piedi il film quando tenta di mettere dentro il puro cinema di genere più di quello che dovrebbe, fino appunto alla resa dei conti finale. Ecco allora che sulle note infuocate di Proud Mary l’eroina si scaglia contro un battaglione di uomini armati fino ai denti in una sequenza da ricordate, adrenalinica e spassosa. Tutto diventa azione pura, ritmo indiavolato, il tutto orchestrato perfettamente dalla fisicità prorompente di Taraji P. Henson.

Non è cinema innovativo né troppo originale Proud Mary, ma per passare un’ora e mezzo di intrattenimento di genere è più che abbastanza: scene d’azione ben orchestrate, canzoni d’epoca sempre amate e un’eroina sempre elegante e “tosta” per cui parteggiare. Il prezzo del biglietto è stato comunque ben speso.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Tenet: John David Washington spera in un sequel 21 Settembre 2020 - 17:28

Il protagonista del film di Christopher Nolan ci crede davvero

We Are Who We Are: la recensione della serie Sky di Luca Guadagnino 21 Settembre 2020 - 16:38

Una storia di crescita e scoperta della propria identità sessuale, in una serie che si presenta come il sequel spirituale di Chiamami col tuo nome

I Croods 2 – Una Nuova Era: ecco IL TRAILER, torna la famiglia preistorica! 21 Settembre 2020 - 15:02

Come promesso, ecco il trailer de I Croods 2 – Una Nuova Era, il film DreamWorks, che segna il ritorno della prima famiglia dell’era preistorica.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.