L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Proud Mary: l’omaggio di Taraji P. Henson al cinema Blaxploitation, la recensione

Proud Mary: l’omaggio di Taraji P. Henson al cinema Blaxploitation, la recensione

Di Adriano Ercolani

Può bastare una canzone a rendere un film di genere degno di essere visto? Solitamente scriveremmo che non è certo abbastanza, ma se il brano in questione è il classico interpretato dalla grande Tina Turner, quello che regala il titolo a questo film, ecco che le cose cambiano.

Sia chiaro, fino alla resa dei conti finale non è che lo “sparatutto” con Taraji P. Henson come protagonista assoluta fosse da buttare, tutt’altro. Il film diretto da Babak Najafi (Attacco al potere 2) infatti mette insieme diverse influenze cinematografiche con discreto senso del cinema d’azione. L’inizio è un omaggio dichiarato e divertente al cinema della “blaxploitation” dei primi anni ’70, con titoli di testa coloratissimi e soprattutto una colonna sonora che nella prima parte si lascia ascoltare con enorme gioia. Il regista poi dimostra di avere un discreto senso delle coreografie legate alle scene d’azione, con alcuni movimenti che sembrano veri e propri balletti con pistole e proiettili. Anche il set tutto bostoniano viene sfruttato con una certa originalità visiva: le ambientazioni sono tutte strade di periferia, vicoli tra case di mattoni, piccoli scenari che rendono la visione abbastanza claustrofobica. Ciò dipende probabilmente anche dal budget limitato della produzione (soltanto 14 milioni di dollari), ma anche tali limitazioni sono sfruttate per trovare una certa coerenza estetica all’opera.

Quando invece Proud Mary inizia a percorrere la strada del dramma il fatto che sia costruito su una sceneggiatura non propriamente scoppiettante influisce in particolar modo sul ritmo della narrazione. Alcuni rallentamenti sono però contenuti dalla presenza scenica della Henson, anche produttrice, che si cuce addosso un personaggio indubbiamente affascinante, e lo riempie con presenza scenica e umanità. È lei a tenere in piedi il film quando tenta di mettere dentro il puro cinema di genere più di quello che dovrebbe, fino appunto alla resa dei conti finale. Ecco allora che sulle note infuocate di Proud Mary l’eroina si scaglia contro un battaglione di uomini armati fino ai denti in una sequenza da ricordate, adrenalinica e spassosa. Tutto diventa azione pura, ritmo indiavolato, il tutto orchestrato perfettamente dalla fisicità prorompente di Taraji P. Henson.

Non è cinema innovativo né troppo originale Proud Mary, ma per passare un’ora e mezzo di intrattenimento di genere è più che abbastanza: scene d’azione ben orchestrate, canzoni d’epoca sempre amate e un’eroina sempre elegante e “tosta” per cui parteggiare. Il prezzo del biglietto è stato comunque ben speso.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The First Lady: O-T Fagbenle sarà Barack Obama nella serie antologica Showtime 25 Febbraio 2021 - 21:30

L'attore britannico, visto in The Handmaid's Tale, è stato scritturato nel ruolo del 44° presidente USA

KIMI: Steven Soderbergh dirigerà Zoë Kravitz nel film HBO Max 25 Febbraio 2021 - 21:00

David Koepp ha scritto la sceneggiatura. Protagonista una agorafobica costretta a uscire di casa per indagare su un crimine

Mission Impossible 7: Christopher McQuarrie ci offre un nuovo sguardo a Tom Cruise 25 Febbraio 2021 - 20:45

La nuova immagine di Mission: Impossible 7 diffusa dal regista Christopher McQuarrie mostra – più o meno – il protagonista Tom Cruise intento a… Correre!

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.